• Facebook: assessore.maurizioconte
  • Picasa: maurizio.conte64
  • Twitter: contemaurizio
  • YouTube: contemaurizio
RSS Feed



Ricerche idrocarburi

“Non mancano di sorprendere le recenti affermazioni della AleAnna riguardo alla ricerca di idrocarburi nella bassa pianura padana veneta, le quali non sembrano affatto ispirate ad una attenta, serena e precisa analisi dei fatti, quanto piuttosto ad una strumentale presa di posizione a sostegno del proprio progetto di sfruttamento minerario del territorio”. L’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte replica alle recenti affermazioni della società, tornando sul tema delle trivellazioni in Veneto “E’ noto ed accertato – afferma Conte - che l’estrazione di fluidi dal sottosuolo provoca delle deformazioni del terreno tra le quali la più nota è la subsidenza. Si tratta sostanzialmente di un abbassamento della superficie del suolo con valori che in alcuni casi, come nelle zone oggi interessate dalla proposta e nel bacino dell’Alto Adriatico, si sommano a quelli dovuti alla naturalità del fenomeno. Questi fatti non possono essere smentiti, nemmeno da AleAnna che farebbe bene a circondarsi di tecnici e geologi più che da consulenti finanziari”. “Proprio per i rischi legati allo sfruttamento del sottosuolo – aggiunge - tutte le attività che riguardano i giacimenti di gas, anche quelli esauriti dove si effettua lo stoccaggio, devono essere costantemente monitorate, seguendo le pesanti prescrizioni ministeriali che impongono il controllo in continuo di qualsiasi impatto sul territorio. Prima di tutto sono proprio i parametri che riguardano la subsidenza e la attività microsismica che vengono rilevati utilizzando tecnologie di monitoraggio oggi molto raffinate, in grado di valutare sia i valori millimetrici di abbassamento del piano campagna o del fondo marino, che l’entità del costipamento dei vari strati di terreno lungo l’intero profilo dei pozzi”. “Si tratta di un’esigenza – sostiene ancora Conte - che ha come scopo la salvaguardia del territorio e la tutela della salute e della sicurezza dei cittadini, anche e soprattutto con lo strumento della prevenzione. Se, come potrebbe essere nel nostro caso, la subsidenza dovesse essere valutata come un fattore negativo di impatto, ad esempio dal punto di vista idrogeologico per un territorio con particolari elementi di sensibilità e di rischio, la Regione ha il diritto ed il dovere di attivare il principio di precauzione non consentendo tale attività”. “Ma quello che poi alla fine riesce difficile capire – dice Conte - è il voler sostenere la validità di un bilancio tra costi e benefici, economici ed ambientali, per una simile operazione. Un tema questo sul quale necessariamente è la politica che si deve esprimere. Di conseguenza gli Amministratori di Comuni, Province e Regione (oltre che ovviamente lo Stato centrale) hanno titolo, contrariamente a quanto pensa la società americana, ad esprimere i loro fondati dubbi sulla sicurezza delle estrazioni. Il fatto poi che tutti i cittadini ed i loro rappresentanti siano contrari è un parametro sociale da valutare alla stregua di tutti quelli ambientali”. “Restano infine l’atteggiamento di AleAnna e la sua minaccia di andarsene altrove a fare le proprie operazioni commerciali – conclude l’assessore veneto - che appaiono come un ricatto. A questo punto però non appare chiaro il perché, nella malaugurata ipotesi di esiti favorevoli per AleAnna ma infausti per la popolazione, le risorse del nostro territorio debbano andare ad arricchire società americane, quasi si trattasse di un neocolonialismo energetico”.

 

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Appuntamenti nel territorio

Elezioni Regionali del VENETO. domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 Vota LISTA TOSI per il VENETO e scrivi CONTE


SEGUIMI SU FACEBOOK

SOSTEGNO AL REDDITO

FORME DI SOSTENGO AL REDDITO
FINANZIATE DALLA REGIONE VENETO

Un'iniziativa della Regione del Veneto destinata ai giovani tra i 15 e i 29 anni.

progetto giovani regione veneto

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Lavori di pubblica utilità per soggetti ultratrentacinquenni, disoccupati e che non fruiscono di ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico.

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Iscrizione Newsletter

Inserisci l'indirizzo email al quale desideri ricevere la newsletter:

Visualizza le precedenti uscite

Galleria Fotografica

Video

Cerca nel sito