• Facebook: assessore.maurizioconte
  • Picasa: maurizio.conte64
  • Twitter: contemaurizio
  • YouTube: contemaurizio
RSS Feed



BALNEABILITA’. CONTE: PARTE ALL’INSEGNA DELLA QUALITA’ LA STAGIONE 2012 IN VENETO

Nel Veneto il 91% delle acque di balneazione è risultato di qualità eccellente, il 3% di qualità buona ed il 6% di qualità sufficiente. Per continuare a garantirne la qualità sotto il profilo generale si punta su prevenzione, tutela, controllo, informazione ed educazione ambientale. Sono alcune delle sottolineature che l’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte ha fatto presentando la situazione delle acque di balneazione in vista dell’apertura della stagione estiva, insieme al Contrammiraglio Tiberio Piattelli Direttore Marittimo del Veneto e Comandante della Capitaneria di Porto di Venezia e a Carlo Emanuele Pepe direttore generale dell’ARPAV. Conte ha messo l’accento sull’efficacia dei monitoraggi e dei controlli posti in essere dalla Regione nel corso degli anni sottolineando che il turismo balneare è un settore strategico sia per l’economia che per la valorizzazione ambientale del Veneto, con oltre 145 km. di coste destinate a tale uso. Da parte sua il Contrammiraglio Piattelli ha confermato che anche per quest’anno, con il rinnovo del protocollo d’intesa, i controlli dell’ARPAV saranno svolti in stretta collaborazione con le Capitanerie di Porto e la Guardia Costiera della Direzione Marittima del Veneto. “Un impegno fattivo e rilevante – ha fatto presente – per il quale sono stati messi a disposizione nella stagione 2011 otto mezzi acquei presso i comandi costieri e sul lago di Garda, per 73 missioni e 235 ore di navigazione complessive”. L’assessore Conte ha detto che, nonostante la difficile fase economico-finanziaria, non ci sarà nessun allentamento del monitoraggio delle acque di balneazione, per garantire la salute e la serenità delle vacanze dei cittadini e dei turisti. Conte ha ricordato che la direttiva europea n. 2006/7/CE impone che tutte le acque di balneazione dovranno essere nel 2015 almeno di qualità “sufficiente. “Il Veneto – ha aggiunto - ha già largamente raggiunto questo obiettivo, con riferimento alla nuova classificazione che riguarda il periodo 2008–2011 e che è valida per l'inizio della stagione balneare 2012: Nessuno dei punti di campionamento costantemente controllati durante tutta la passata stagione ha fatto registrare qualità scarsa. Di conseguenza, all’inizio della stagione 2012, che va dal 15 maggio e terminerà il 15 settembre, tutte le acque di balneazione del Veneto vanno considerate idonee alla balneazione”. Ovviamente i monitoraggi non si fermano alle acque destinate alla balneazione. ARPAV effettua infatti un completo e sistematico monitoraggio anche dei corsi d’acqua, dei laghi, delle acque di transizione e delle acque marine costiere più al largo. Tutti mostrano indici di qualità in costante miglioramento nell’ultimo decennio, grazie alle misure di prevenzione e risanamento attuate con il Piano Regionale di Tutela delle Acque. Il direttore dell’ARPAV Pepe ha affermato che sette anni di risultati favorevoli lasciano più che ottimisti anche per il futuro e ha ricordato che nelle 169 stazioni di campionamento (96 sull’Adriatico, 65 sul lago di Garda, 8 sugli altri laghi veneti) è prevista nella stagione 2012, con inizio a fine aprile, la raccolta di 1014 campioni e l’effettuazione di 23.322 rilievi e analisi. Sul sito web dell’ARPAV (www.arpa.veneto.it) saranno, inoltre, disponibili sia i bollettini periodici che i dati analitici per conoscere la situazione della balneabilità in tempo reale.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Appuntamenti nel territorio

Elezioni Regionali del VENETO. domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 Vota LISTA TOSI per il VENETO e scrivi CONTE


SEGUIMI SU FACEBOOK

SOSTEGNO AL REDDITO

FORME DI SOSTENGO AL REDDITO
FINANZIATE DALLA REGIONE VENETO

Un'iniziativa della Regione del Veneto destinata ai giovani tra i 15 e i 29 anni.

progetto giovani regione veneto

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Lavori di pubblica utilità per soggetti ultratrentacinquenni, disoccupati e che non fruiscono di ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico.

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Iscrizione Newsletter

Inserisci l'indirizzo email al quale desideri ricevere la newsletter:

Visualizza le precedenti uscite

Galleria Fotografica

Video

Cerca nel sito