7 MILIONI DI EURO PER BY-PASS SU TORRENTE MUSON DEI SASSI

Nell’ambito del ripartizione delle risorse derivanti dai canoni dovuti per le concessioni di derivazione di acque sotterranee destinate a qualsiasi uso e di acque superficiali, la giunta regionale - su proposta dell’assessore alle politiche ambientali e difesa del suolo Maurizio Conte - ha destinato un importo di circa 7,5 milioni di euro per opere di manutenzione del territorio per la riduzione del rischio idraulico e idrogeologico. All’interno del programma di interventi che è stato predisposto dagli uffici regionali, l’importo di maggior entità, pari a 7.000.000 di euro, è stato disposto a favore della Sezione Bacino Idrografico Brenta-Bacchiglione di Padova per lavori di realizzazione di un by–pass del torrente Muson dei Sassi tra ponte Canale e ponte Pennello, nel territorio del Comune di San Giorgio delle Pertiche (Padova), per il quale sono attualmente in corso di redazione il progetto definitivo e lo Studio di Impatto Ambientale. “Questo intervento – sottolinea Conte - rientra tra i progetti individuati dal “Piano delle azioni e degli interventi di mitigazione del rischio idraulico e geologico”, redatto dopo l’alluvione del 2010, e dal Programma Triennale 2013-2015, relativo ai lavori pubblici di competenza regionale. L’intervento è finalizzato ridurre il rischio di esondazione delle acque del torrente Muson dei Sassi non solo nel territorio del Comune di San Giorgio delle Pertiche ma anche dei Comuni limitrofi situati a quote inferiori”. Negli ultimi anni infatti si sono susseguiti diversi eventi di piena che hanno interessato l’intero bacino del torrente Muson dei Sassi, ed in particolare il tratto ricadente nel territorio del Comune di San Giorgio delle Pertiche caratterizzato dalla presenza dei due restringimenti di sezione idraulica in corrispondenza degli attraversamenti stradali di ponte Canale e ponte Pennello; tali riduzioni di sezione impediscono il regolare deflusso delle portate con il conseguente innalzamento del livello idrometrico, come di fatto verificatosi nel corso di recenti eventi di piena. Per ridurre il rischio di esondazione nell’area il progetto prevede di deviare parte della portata di piena attraverso un apposito by-pass idraulico di ponte Pennello, realizzando un nuovo ponte, eliminare il restringimento di via Pontecanale, creare un nuovo ponte sulla SR 307, realizzare una botte a sifone per lo scarico delle acque di bonifica e alcuni tratti di ringrosso arginale.

 

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Articoli collegati (da tag)

Vai Su