• Facebook: assessore.maurizioconte
  • Picasa: maurizio.conte64
  • Twitter: contemaurizio
  • YouTube: contemaurizio
RSS Feed


Comunicati Stampa 2011

Comunicati Stampa 2011 (167)

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Che si scomodi Bersani per dare approvazione ad un’attività demagogica non è cosa nuova, ma che dall’alto del leader democratico si voglia prendere Padova come città modello e da i9mitare mi pare francamente fuori dall’orbita del buon senso. Forse Bersani quando si è recato a Padova ha solcato Palazzo Moroni e relativi salotti chic gravitanti ma il naso fuori dal Municipio immagino non l’abbia messo. Padova non ha nulla da insegnare in fatto di integrazione e rispetto della Legge. Perché mai questa Città dovrebbe essere eletta a modello? Forse perché la piena libertà di delinquere e l’overdose di diritti per chi arriva da fuori confine sono una condizione acquisita? Padova ad oggi non ha integrato alcunché più di un qualsiasi comune della cintura urbana, commercio abusivo, spaccio, prostituzione sono una realtà straniera troppo evidente per dire che le politiche sociali padovane siano da prendere a modello. Prendendo ad esempio i test di lingua per stranieri, la città del Santo oltre ad una dimostrazione di disinteresse da parte dei candidati ha evidenziato i peggiori risultati del nordest. La presenza di stranieri nella politica è inesistente, le forzature di rappresentanza sono un vero e proprio atto di non dominazione partecipativa. Le amministrative del 2009 erano ovviamente aperte alle candidature degli immigrati, una rumena eletta in consiglio ne è la prova. Perché fornire strumenti ulteriori con queste elezioni, quando addirittura il presupposto principale di cittadinanza dei candidati viene a mancare? Il populismo della sinistra con questa iniziativa ha trovato sfogo, i risultati spero non si dimostrino come per il precedente consigliere marocchino Karim Guennoun che mai ha aperto bocca.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Sembra non aver effetto la sconfitta di Zanonato sull’Auditorium, dopo il no al contributo da parte della Fondazione, il capriccioso ex Pc, non intende ammettere la sconfitta. Il progetto dall’improbabile fattibilità su cui ha spinto per molto tempo il Sindaco non si farà ed allora lui rilancia con una struttura da 900 posti. Non un doppione ma un triplone che andrà a sommarsi come offerta di servizio al Pollini e al Verdi. Qualcuno dica al primo cittadino che le sconfitte vanno accettate con dignità, probabilmente il Partito di Di Pietro che a Padova si trova in colazione di maggioranza potrebbe divenire la coscienza critica del PD, cosa indigeribile per i preparatissimi teorici di Bersani, ma la proposta dell’IDV di accorpare in un’unica struttura auditorium e Centro Congressi – nel quartiere fieristico – (come del resto predica il Carroccio da anni) è la via maestra. Una struttura da 900 posti non è lungimirante, non è più appropriata alle esigenze di questa Città, ma piuttosto di ammettere ancora uno sbaglio Zanonato persisterà nella cocciutaggine, sperperando così ancora una volta, in una scelta inappropriata, i soldi dei padovani.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

È evidente che con l'arrivo del nuovo Governo la politica ha ceduto il passo a dinamiche economiche dal minimo indirizzo etico, ma la presa di posizione del Presidente Napolitano sconfina di un bel po' dalle prerogative riservate al Parlamento. Il riferimento alla proposta dell'inquilino al Colle di garantire la cittadinanza italiana a tutti i nati all'interno dei nostri confini è diretto. Ha dell'indicibile questa proposta, non tiene in considerazione i principi costituzionali ne' , tantomeno, il pensiero comune della gente. Questa non è una critica all'operato del Presidente ma ad una sua proposta: cosa succede ai genitori clandestini presenti sul territorio in caso di espulsione? Verrà per caso allontanata la coppia genitoriale lasciando i figli alla patria italiana ? L'aria è di preludio al voto agli stranieri, tanta facilità nell'ottenere la cittadinanza può voler dire anche questo. I bimbi per loro natura sono il ritratto dell'innocenza, non portano con loro peccato. Ma se una famiglia educherà il figlio nato nel nostro paese con cultura, principi e tradizioni dello Stato d'origine (come accade del resto per la maggior parte degli stranieri) l'essere cittadini italiani consapevoli del proprio territorio e della nostra storia, cosa significa? Dunque che Napolitano definisca un'assurdità le leggi vigenti in questo senso la trovo un'uscita scivolosa, spero che ciò spinga il Presidente a chiedere cosa realmente il paese voglia, magari che lo faccia al nord, dove la presenza di stranieri tocca nei grandi centri mediamente il 10% e dove la multietnicità sta causando profondi problemi.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Rimane prioritaria l’attenzione sulla sicurezza idrogeologica del Veneto da parte dell’Assessore Regionale Veneto all’Ambiente. Con l’assestamento di bilancio sono quindi stati stanziati ulteriori 4 milioni di euro per garantire gli interventi necessari alla manutenzione del sistema idraulico del Veneto. Per gli interventi di somma urgenza nel Comune di Vigodarzere sarà stanziata, al Genio Civile di Padova, la somma di 200.000 per il consolidamento spondale del Torrente Muson. “Sono lavori su cui la Regione si era impegnata a trovare soluzione – dichiara l’Assessore Regionale Veneto all’Ambiente Maurizio Conte - i geni civili hanno dato chiare indicazioni sulle priorità di difesa idrogeologica, questo cantiere troverà attivazione rapida, nei prossimi giorni le ditte saranno già al lavoro. Anche la pulizia ed il rinforzo dei nostri argini – chiude Conte è una prassi a cui bisogna prestare la massima attenzione”. Dimostra grande soddisfazione anche il Consigliere di Minoranza della Lega Nord Adolfo Zordan, il quale dichiara che “alcune settimane fa mi sono recato in sopralluogo sul Muson proprio con l’Assessore Conte affinché appurasse di persona il rischio che correva il nostro Comune in assenza di interventi. Devo constatare con somma soddisfazione -continua Zordan – che Maurizio Conte ha ancora una volta dimostrato attenzione verso i cittadini, credo che anche l’amministrazione comunale possa ritenersi soddisfatta per questo finanziamento”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Rimane prioritaria l’attenzione sulla sicurezza idrogeologica del Veneto da parte dell’Assessore Regionale Veneto all’Ambiente. Con l’assestamento di bilancio sono quindi stati stanziati ulteriori 4 milioni di euro per garantire gli interventi necessari alla manutenzione del sistema idraulico del Veneto.. Per gli interventi di somma urgenza nel Comune di Limena sarà stanziata al Genio Civile di Padova una somma di 220.000 euro per la ripresa di un frana spondale sull’argine destro del Brenta. “Sono lavori su cui la Regione si era impegnata a trovare soluzione – dichiara l’Assessore Regionale Veneto all’Ambiente Maurizio Conte - i geni civili hanno dato chiare indicazioni sulle priorità di difesa idrogeologica, questo cantiere sta per essere attivato nello stretto giro di qualche giorno. Anche la pulizia ed il rinforzo dei nostri argini – chiude Conte è una prassi a cui bisogna prestare la massima attenzione”. Dimostra grande soddisfazione anche l’Assessore Lega Nord Jodi Barrichello, il quale dichiara che “anche se il nostro territorio non ha subito ferite gravissime come in altre realtà della provincia di Padova, correva comunque grossi rischi idrogeologici. Moltissimi cittadini si erano presentati in Municipio per chiedere rassicurazioni per quel tratto di fiume, quanto fatto dall’Assessore Conte dimostra senso di attenzione e disponibilità anche nei confronti di Limena e più in generale verso gli enti locali Con questi interventi – conclude Barrichello – si darà sollievo ai cittadini minacciati da potenziali piene”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Rimane prioritaria l’attenzione sulla sicurezza idrogeologica del Veneto da parte dell’Assessore Regionale Veneto all’Ambiente. Con l’assestamento di bilancio sono quindi stati stanziati ulteriori 4 milioni di euro per garantire gli interventi necessari alla manutenzione del sistema idraulico del Veneto.. Per gli interventi di somma urgenza nei Comuni di Padova, Casalserugo, Polverara, Bovolenta e Ponte San Nicolò sarà stanziata al genio Civile di Padova la somma di 200.000 euro per il taglio delle piante pericolanti, recupero schianti e ripresa cedimento arginale e, sempre per Ponte San Nicolò sempre al Genio Civile di Padova, ulteriori 240.000 euro finalizzati al consolidamento dell’argine destro del fiume Roncaglia. “Sono lavori su cui la Regione si era impegnata a trovare soluzione – dichiara l’Assessore Regionale Veneto all’Ambiente Maurizio Conte - i geni civili hanno dato chiare indicazioni sulle priorità di difesa idrogeologica, questi cantieri troveranno attivazione nei prossimi giorni, pensiamo che entro dicembre la maggior parte dei cantieri sarà già al lavoro. Anche la pulizia ed il rinforzo dei nostri argini è una prassi a cui bisogna prestare la massima attenzione.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Quando si dice dissociazione di pensiero istituzionale, Padova balza in testa alle classifiche. Da una parte l’Assessore Zan predica politiche d’ecologia radicale, dall’altra le partecipate comunali propongono l’acquisto di ben 40 nuovi bus classificati euro 5, 40 nuove bombe per lo sforamento dei parametri di salute dell’aria. La giustificazione del Presidente Levorato, scricchiola, la tutela ambientale, viene penalizzata a fronte di una teoria economica di risparmio che però cozza a pieno con i principi della stessa amministrazione padovana. Il Presidente APS si arrampica addirittura su un funambolico paragone tra euro 0 ed euro 5 dichiarando che quelli in via d’acquisto sono mezzi che inquinano venti 20 meno rispetto ai modelli che sono stati immatricolati fino al 1992. Ci rendiamo conto? Un confronto con mezzi di 20 anni fa! Facile e strumentale. Il Presidente dell’azienda padovana e la Giunta Zanonato mi auguro siano al corrente che i dati certificati dalle aziende che producono euro5 non sono veritieri, le prestazioni che difatti si riscontrano nei test “a banco” dimostrano una mancanza di corrispondenza, viene infatti riscontrata infrazione sull’emissione di ossido di carbonio, tra i maggiori responsabili degli sforamenti dei parametri di qualità. All’amministrazione padovana e ad APS consiglio un po’ di etica nelle scelte, magari con implementazione mista (metano) del parco mezzi, nel 2011, con un po’ di lungimiranza si deve obbligatoriamente pensare alla qualità del servizio e alla tutela ambientale, di pari passo, visto che i bilancio della società hanno dimostrato una certa propensione agli investimenti, alla faccia delle lacrime per i tagli ai trasferimenti.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente
Nicola Finco
Consigliere Regionale Veneto
Santino Bozza
Consigliere Regionale Veneto

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Quando si dice dissociazione di pensiero istituzionale, Padova balza in testa alle classifiche. Da una parte l’Assessore Zan predica politiche d’ecologia radicale, dall’altra le partecipate comunali propongono l’acquisto di ben 40 nuovi bus classificati euro 5, 40 nuove bombe per lo sforamento dei parametri di salute dell’aria. La giustificazione del Presidente Levorato, scricchiola, la tutela ambientale, viene penalizzata a fronte di una teoria economica di risparmio che però cozza a pieno con i principi della stessa amministrazione padovana. Il Presidente APS si arrampica addirittura su un funambolico paragone tra euro 0 ed euro 5 dichiarando che quelli in via d’acquisto sono mezzi che inquinano venti 20 meno rispetto ai modelli che sono stati immatricolati fino al 1992. Ci rendiamo conto? Un confronto con mezzi di 20 anni fa! Facile e strumentale. Il Presidente dell’azienda padovana e la Giunta Zanonato mi auguro siano al corrente che i dati certificati dalle aziende che producono euro5 non sono veritieri, le prestazioni che difatti si riscontrano nei test “a banco” dimostrano una mancanza di corrispondenza, viene infatti riscontrata infrazione sull’emissione di ossido di carbonio, tra i maggiori responsabili degli sforamenti dei parametri di qualità. All’amministrazione padovana e ad APS consiglio un po’ di etica nelle scelte, magari con implementazione mista (metano) del parco mezzi, nel 2011, con un po’ di lungimiranza si deve obbligatoriamente pensare alla qualità del servizio e alla tutela ambientale, di pari passo, visto che i bilancio della società hanno dimostrato una certa propensione agli investimenti, alla faccia delle lacrime per i tagli ai trasferimenti.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

E’ stato firmato oggi l’atto di intesa tra Regione, Confindustria Vicenza e Comune di Torri di Quartesolo (Vicenza) per la definizione dei reciproci impegni nell’ambito della collaborazione finalizzata alla predisposizione della progettazione preliminare della cassa di espansione del fiume Tesina. “L’intervento – sottolinea in proposito l’assessore regionale alla difesa del suolo Maurizio Conte – è stato previsto nell’elenco dei primi interventi di mitigazione del rischio idraulico, in seguito all’alluvione che ha colpito il Veneto tra ottobre e novembre 2010. Tra i bacini di laminazione è stata infatti inserita anche la realizzazione di un’opera di invaso sul fiume Tesina in località Marola, in Comune di Torri di Quartesolo, a difesa della città di Padova e dei territori del bacino del Bacchiglione tra Vicenza e Padova”. I vertici di Confindustria Vicenza hanno proposto alla Regione di far predisporre, a propria cura e spese, questa progettazione preliminare, prospettando, altresì, l’intenzione di provvedere anche alla progettazione definitiva. La proposta è stata favorevolmente accolta e ora formalizzata con questo protocollo in base al quale Confindustria Vicenza si impegna a predisporre a proprie spese la documentazione tecnica necessaria per l’elaborazione del progetto preliminare relativo ai lavori di costruzione della cassa di espansione; la Regione si impegna a redigere il progetto sulla scorta della documentazione tecnica fornita, alla sua validazione e alla sua approvazione; il Comune di Torri di Quartesolo si impegna a fornire ai progettisti incaricati da Confindustria Vicenza tutta l’assistenza necessaria al più efficace e rapido espletamento dell’incarico. Il termine per la consegna alla Regione degli elaborati da parte di Confindustria Vicenza è stabilito in 120 giorni.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

I trascorsi in fatto di sicurezza a Padova non promettevano nulla di buono per la tutela dell’ordine pubblico. Ma pare che qualcosa, o meglio qualcuno, abbia la forte convinzione che questa Città meriti più rispetto e decoro. Mi riferisco al nuovo Questore Vincenzo Montemagno che sin dall’inizio del proprio mandato, senza proporre improbabili reclame risolutive si è applicato con umiltà e modestia nella risoluzione delle questioni più cronicizzate legate all’ambito della sicurezza. Gli effetti dei numeri dei rimpatri e degli allontanamenti ancora non sono visibili in quanto il paziente lavoro di deterioramento cittadino dovuto all’accoglienza tout cuor di Zanonato hanno reso molti quartieri delle roccaforti straniere ma, quello intrapreso dal nuovo Questore è il corretto tragitto per rivedere finalmente la nostra Padova, accogliente ma rispettosa delle regole. Zanonato, Rossi e Carrai nel frattempo pensano a risolvere il problema della criminalità straniera con canti, balli, poesie e statue, ad ognuno i propri sistemi.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
Pagina 2 di 12

Appuntamenti nel territorio

Elezioni Regionali del VENETO. domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 Vota LISTA TOSI per il VENETO e scrivi CONTE


SEGUIMI SU FACEBOOK

SOSTEGNO AL REDDITO

FORME DI SOSTENGO AL REDDITO
FINANZIATE DALLA REGIONE VENETO

Un'iniziativa della Regione del Veneto destinata ai giovani tra i 15 e i 29 anni.

progetto giovani regione veneto

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Lavori di pubblica utilità per soggetti ultratrentacinquenni, disoccupati e che non fruiscono di ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico.

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Iscrizione Newsletter

Inserisci l'indirizzo email al quale desideri ricevere la newsletter:

Visualizza le precedenti uscite

Galleria Fotografica

Video

Cerca nel sito