• Facebook: assessore.maurizioconte
  • Picasa: maurizio.conte64
  • Twitter: contemaurizio
  • YouTube: contemaurizio
RSS Feed


Comunicati Stampa 2011

Comunicati Stampa 2011 (167)

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Riutilizzare l’acqua domestica per annaffiare le piante d’appartamento, ma anche non eccedere nelle quantità di detersivo e lavarsi i denti aprendo il rubinetto solo per il tempo necessario. Piccoli accorgimenti, ma essenziali per evitare sprechi di risorse energetiche ed intraprendere un percorso di risparmio consapevole. Sono alcuni dei contenuti delle “Linee guida al risparmio energetico” , una mini-guida che nei prossimi giorni sarà distribuita a 7.634 studenti di 26 scuole medie del Trevigiano e del Padovano. Una iniziativa sperimentale, attuata per la prima volta dall’assessore all’Ambiente Maurizio Conte e dal presidente della Commissione Attività produttive Luca Baggio, per sensibilizzare sul consumo e sul risparmio di energia a partire dai più giovani. Le Linee guida sono state presentate oggi a Palazzo Ferro Fini dai due esponenti leghisti, come prima tappa di una campagna di sensibilizzazione a partire dall’età adolescenziale per una maggior educazione contro gli sprechi. “L’opuscolo vuole essere uno strumento utile per informare i nostri studenti su quanto sia importante limitare i consumi energetici, attraverso piccoli e semplici accorgimenti – hanno dichiarato Conte e Baggio -. Con questo spirito la pubblicazione è rivolta agli alunni delle scuole secondarie di primo grado, usando un linguaggio semplice e diretto sia a loro che alle loro famiglie. I più giovani hanno infatti una particolare sensibilità su questi temi: ci piace pensare che potranno essere proprio loro, partendo da questa mini-guida, a dare dei suggerimenti di risparmio energetico ai loro genitori e tra qualche anno ad attuarli in prima persona”. “Accendere il risparmio e spegnere lo spreco - scrive nella presentazione della brochure l’assessore Conte – perché risparmiare energia con le piccole azioni di tutti i giorni non è solo una buona norma ed una forma di rispetto per l’ambiente, ma anche una convenienza per il nostro portafoglio”. “Pensiamo al nostro futuro - gli fa eco il presidente Baggio -: eliminiamo gli sprechi e limitiamo i consumi. Bastano alcuni piccoli accorgimenti per mantenere un ambiente sano e vivibile, risparmiando. I piccolo gesti di oggi saranno grandi vantaggi per il domani”. “Una iniziativa lodevole, che dimostra la sensibilità dei nostri amministratori regionali verso una tematica fondamentale com’è il risparmio energetico. Il futuro dei nostri figli passa necessariamente attraverso l’educazione al consumo consapevole che porterà ad un ambiente migliore”, hanno dichiarato il vicesindaco di Castelfranco Stefano Marcon e l’assessore Romeo Rosin, presenti oggi a Palazzo Ferro Fini. Le scuole coinvolte sono le Medie statali e parificate di Castelfranco, Resana, Loria, Castello di Godego, Riese Pio X, Asolo, Fonte, San Zenone, Vedelago, Altivole in provincia di Treviso, e di Tombolo, S. Martino di Lupari, Galliera, Cittadella, Villa del Conte, S. Giustina in Colle, S. Pietro in Gù, Carmignano di Brenta, Fontaniva, Loreggia, Camposampiero in provincia di Padova.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Luca Baggio
Consigliere Regionale Veneto

Clicca qui per scaricare il pieghevole "linee guida risparmio energetico"

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Promuovere azioni per ridurre i rifiuti in tutta l’Europa, accrescere la consapevolezza sulle politiche europee e nazionali in materia ambientale e sottolineare le connessioni esistenti tra riduzione dei rifiuti, sviluppo sostenibile e lotta contro i cambiamenti climatici sono alcuni degli obiettivi della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti che quest’anno celebra in tutta Europa dal 19 al 27 novembre la sua terza edizione. ‘Prevenire è meglio che curare’ potrebbe essere lo slogan migliore per questa campagna di comunicazione ambientale , nata nell’ambito del Programma LIFE+ della Commissione Europea , e che agisce sulla produzione e sulla raccolta dei rifiuti. Il Veneto ancorchè a buon punto su questo fronte, si prefigge di migliorare ulteriormente. “Come ormai è noto a tutti il Veneto è a primi posti a livello nazionale per la gestione dei rifiuti urbani, che supera da quattro anni l’obiettivo del 50% stabilito dal Piano Regionale Rifiuti – afferma Maurizio Conte, assessore alle politiche ambientali del Veneto e aggiunge – stiamo parlando di una raccolta differenziata di qualità che arriva al recupero di oltre la metà di quanto viene raccolto e che è garantita dai controlli dell’Osservatorio Regionale Rifiuti di ARPAV”. I principali elementi di successo, che hanno contribuito al raggiungimento degli obiettivi sia nazionali che regionali, sono stati la capillare diffusione della raccolta separata della frazione organica, la raccolta domiciliare anche delle frazioni secche riciclabili, l’elevata presenza nel territorio di centri di raccolta, lo sviluppo notevole dell’industria del recupero e del riciclo e la pratica del compostaggio domestico soprattutto nelle realtà rurali e montane. Tutti questi aspetti ormai consolidati permettono al Veneto di guardare con assoluta tranquillità alle nuove strategie e obiettivi previsti dalle direttive comunitarie, recentemente recepite a livello nazionale. In particolare la strategia dell’Unione Europea è basata sulla prevenzione e il riciclaggio dei rifiuti. Tale approccio permette di considerare i rifiuti non solo come una fonte d'inquinamento da ridurre ma anche come una potenziale risorsa da sfruttare. Il futuro della gestione dei rifiuti urbani veneti ha quindi ora due importanti obiettivi: la riduzione della quantità e pericolosità dei rifiuti e la promozione del riciclaggio. “Si tratta di un percorso difficile, in salita – aggiunge Conte - ma sicuramente stimolante, e sul quale il Veneto si è già messo in cammino”. Nell’ambito della prevenzione sono già presenti nel territorio numerose iniziative, quali: pannolini lavabili ed eco sagre, l’uso dell’acqua del rubinetto, l’uso di borse riutilizzabili, mercatini dell’usato, prodotti alla spina e del vuoto a rendere. Si deve aggiungere il compostaggio domestico che non è più solo un’iniziativa ma una pratica diffusa e consolidata. Nell’ambito del riciclaggio si può già contare su una rete impiantistica ampiamente adeguata a soddisfare il fabbisogno veneto e soprattutto sulle capacità dell’imprenditoria locale. La Regione inoltre ha voluto essere d’esempio anche nei propri uffici deliberando, su proposta dell’assessorato all’ambiente nel febbraio di quest’anno ’10 azioni ambientali per limitare l’uso della carta negli uffici regionali’ (Dgr 169 del 22.2.2011) per contenere i costi della spesa pubblica e la produzione di rifiuti. Fra le regole del decalogo vi è il riutilizzo della carta già stampata, l’impostazione di fotocopiatori e stampanti di rete con la funzione fronte retro e l’impiego per documenti non ufficiali un carattere a basso consumo. Il sito ufficiale della Settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti è http://www.ewwr.eu, altre informazioni si trovano su www.arpa.veneto.it, l’Agenzia per l’Ambiente infatti dedica una sezione specifica alla campagna.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

San Martino di Lupari, sabato 12 novembre, è stata protagonista della propria identità, il Ministro dell’Interno Roberto Maroni ha partecipato al consiglio comunale straordinario convocato per la consegna di un’oreficeria che aggiunto lustro al Comune: quella di Città. “Un riconoscimento che gratifica la lungimiranza e l’attaccamento al territorio dei Luparensi che amministriamo, – dichiarano il Primo Cittadino Gerry Boratto e l’Assessore Regionale Veneto Maurizio Conte – questo riconoscimento, decreto della Presidente della Repubblica, è arrivato a fronte di una forte valorizzazione degli aspetti storici, artistici, culturali, naturalistici e civili che connotano il nostro Comune”. A questa cerimonia sono intervenuti molti cittadini di San Martino di Lupari e non per testimoniare l’importanza dell’evento.

Maurizio Conte
Capogruppo Consiliare e Assessore Regionale Veneto

Gerry Boratto
Sindaco di San Martino di Lupari

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

La Regione si avvarrà della collaborazione del Centro Studi Qualità Ambiente (CESQA) del Dipartimento di processi Chimici dell’Ingegneria dell’Università di Padova per affrontare specifici approfondimenti scientifici nell’ambito delle materia che riguardano le politiche ambientali. Lo prevede il testo di un protocollo d’intesa approvato dalla giunta regionale su proposta dell’assessore Maurizio Conte che dovrà ora essere sottoscritto dalla Segreteria Regionale per l’Ambiente e il CESQA. “Il CESQA – sottolinea Conte – è una struttura caratterizzata da altissima professionalità e competenza nell’ambito delle molteplici discipline relative alla gestione ambientale. In virtù di questa intesa, potrà fornire un’efficace azione di supporto all’amministrazione regionale per quegli approfondimenti tecnico-scientifici che si rendessero necessari o nella predisposizione di strumenti e programmi operativi di settore”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

“A come Acqua” è il titolo della sesta edizione della Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile, che si terrà dal 7 al 13 novembre 2011 sotto l’egida della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO. Anche la Regione del Veneto collabora con la Commissione Nazionale Italiana UNESCO e, insieme ad ARPAV, coordina le manifestazioni organizzate sul territorio regionale dagli enti e dalle organizzazioni interessate a partecipare quali scuole, ONG, istituzioni, associazioni ed università. Il tema “Acqua” segue quelli delle altre edizioni dedicate rispettivamente all’Energia (2006), Cambiamenti climatici (2007), Rifiuti (2008), Città e cittadinanza (2009), Mobilità (2010), traducendosi in un appuntamento annuale consolidato per una società più sostenibile. Numerose iniziative animeranno le piazze, le scuole, i teatri, le biblioteche di tutta Italia per ricordare la più importante fonte di vita e di benessere del pianeta e i fattori che la minacciano, dai cambiamenti climatici ai modelli di consumo, dagli sprechi alla cattiva gestione. Un’occasione unica di riflessione e di formazione per diffondere una “cultura dell’acqua”, bene indispensabile a tutte le attività umane, patrimonio comune e inalienabile delle generazioni presenti e future. “Il Veneto è un territorio ancora ricco di questa risorsa primaria - dichiara Maurizio Conte, assessore all’ambiente della Regione del Veneto – ed esserne consapevoli e preservarla è un dovere verso l’umanità intera”. Le attività proposte sono di vario genere - lezioni, mostre, spettacoli, laboratori didattici, convegni, escursioni, proiezioni – sviluppate anche nell’ambito di progetti già avviati sul tema, purché coerenti con gli orientamenti dell’UNESCO per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile e purché si svolgano nella settimana 7-13 novembre 2011.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Monitorare e migliorare in generale la raccolta differenziata e in particolare le attività di recupero dei rifiuti di imballaggio sull’intero territorio regionale. E’ questo il senso di un accordo firmato oggi a Palazzo Ferro Fini dall’assessore all’ambiente Maurizio Conte per la Regione del Veneto, dal direttore generale dell’ARPAV Carlo Emanuele Pepe e dal responsabile dell’Area Rapporti con il Territorio di CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi) Luca Piatto. L’Accordo, che conferma e rinnova la collaborazione già avviata con un precedente protocollo del 2006, definisce l’impegno dei soggetti firmatari in attività e iniziative per il monitoraggio delle modalità delle raccolte differenziate attivate e della qualità dei rifiuti di imballaggio così raccolti, in accordo con il principio condiviso che la raccolta differenziata è un mezzo funzionale al successivo avvio a riciclo dei materiali. Verrà costituito un Comitato Tecnico, formato da rappresentanti della Regione, dell’ARPAV, di CONAI e dei Consorzi di Filiera, all’interno del quale potranno essere individuati specifici gruppi di lavoro estesi ai diversi soggetti interessati. “Scopo dell’iniziativa – sottolinea l’assessore regionale alle politiche ambientali Maurizio Conte - è quello di incentivare la raccolta differenziata, creando le condizioni affinché tutti i rifiuti intercettati con la differenziazione da ciascun cittadino, vengano concretamente avviati alle filiere del riciclo come materiali per un loro effettivo recupero” Conte, Pepe e Piatto hanno sottolineato gli ottimi risultati raggiunti dal Veneto nella raccolta differenziata e l’impegno ad alzare ulteriormente l’asticella degli obiettivi, il che si traduce anche in una maggiore tutela dell’ambiente oltre che un’opportunità per le imprese. E proprio per gli aspetti economici, l’azione di controllo sull’intero ciclo dei rifiuti – ha detto ancora l’assessore Conte – serve anche a evitare che possano verificarsi “infiltrazioni” di altro genere in questo settore. Nel 2010 sono state raccolte nei comuni veneti 629.372 tonnellate di frazioni secche riciclabili, di cui circa la metà costituita da carta e cartone. L’indice di recupero, che indica la quantità di materia reimmessa in un ciclo produttivo industriale rispetto al totale dei rifiuti prodotti, nel Veneto è già ora superiore al 55%. Il CONAI è il consorzio privato senza fini di lucro costituito dai produttori e utilizzatori di imballaggi per il recupero e il riciclo dei materiali che comprendono anche plastica, vetro e imballaggi metallici.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Fuoco incrociato per il Carroccio, è dagli anni 90 che il Movimento non veniva osservato e sezionato dai mass media in questo modo. Qualsiasi discussione, incontro, assemblea vengono analizzati al microscopio per estrarne il contenuto ed il messaggio che più interessano. E’ notizia recente che anche un fisiologico scambio di battute tra onorevoli leghisti alla Camera diviene per stampa e TV “tsunami” interni alla Lega; e per chi scrive e commenta gli incontri pubblici divengono sigilli di correnti interne basate su odi, capricci e rancori. Beh, quella che viene coìs descritta non è la Lega, viceversa gli iscritti e i rappresentanti eletti nelle Istituzioni continuano il proprio lavoro con fatica ed abnegazione, le dinamiche interiori sono solo una parte millesimale dell’operato svolto, l’emersione mediatica di diatribe è uno strumento costruito a tavolino dalla politica a noi avversa che crede così di creare gravi scompensi nello scenario nazionale e locale. Come leghista non resta che deludere le aspettative di autoimplosione partitica tanto agogniate dal centro quanto dalla sinistra. Il Riformismo che sta sviluppando la Lega ad ogni livello istituzionale ancora ci da’ ragione in fatto di coraggio e pazienza. Tutto il resto è sterilità della chiacchiera.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Mi spiace svegliare dal sonno Zanonato e la cultural crew del Partito Democratico padovano i quali credono che la ricetta per scongiurare l’allarme criminalità in Città si celi dietro alla cultura. Può servire di certo all’anima dei padovani, ma come dissuasore dal commettere reati credo abbia poco valore. Abbiamo assistito con incredulità a “raggi” di briscola antidegrado, bicchierate antidegrado, domeniche antidegrado, gazebo antidegrado, insomma ogni attività che si svolge a Padova assume questa connotazione: Antidegrado. 10 giorni fa il consigliere regionale Ruzzante dichiarava che con la poesia si può risistemare il Portello, cose dell’altro mondo aggiungo io. 150 mila euro è la somma messa a diposizione per le due opere d’arte da installare di fronte alla stazione centrale che, viste le caratteristiche del bando, pare proprio potrebbero essere scelte quelle dell’artista Mauro Staccioli, figura conosciuta dall’amministrazione padovana. L’augurio che mi pongo è quello che l’amministrazione ripensi a questo onerosissimo bando in chiave di risparmio di risorse pubbliche e che magari, come già fanno moltissime altre amministrazioni pubbliche, per il finanziamento culturale, si cerchino adeguate sponsorizzazioni private, le quali, in cambio, potrebbero ricevere spazi pubblicitari che grazie ad APS non graverebbero sulle casse comunali.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

“Per aver vissuto direttamente sul territorio le drammatiche conseguenze di un’alluvione come quella che ha colpito il Veneto l’anno scorso, comprendo appieno i sentimenti di impotenza e di angoscia che attanagliano la popolazione ligure, soprattutto ora che sono attese nuove precipitazioni. Proprio per questo so quanto sia importante far sentire tutta la nostra vicinanza, che esprimo con il più grande senso di partecipazione, per aiutare la Liguria a superare la gravissima situazione che si trova ad affrontare”. E’ il messaggio di solidarietà che l’assessore alla difesa del suolo e alle politiche ambientali del Veneto Maurizio Conte invia alla popolazione ligure alle prese con i gravi danni provocati dal maltempo e con la preoccupazione di altre piogge in arrivo. “La Regione del Veneto – prosegue Conte – ha già messo a disposizione, tramite il presidente Zaia, esperti della protezione civile regionale per dimostrare ulteriormente e sul piano operativo la solidarietà del Veneto, particolarmente sensibile a una tragedia simile alla nostra. Ad un anno di distanza infatti siamo ancora impegnati a dare risposte concrete a criticità che non possiamo risolvere in poco tempo ma che vanno affrontate. Il problema sono sicuramente le risorse, ma è importante che non vada scemando con il tempo l’attenzione per i rischi idrogeologici dei territori. E’ l’augurio che faccio ai liguri e noi su questo fronte gli daremo tutto l’aiuto possibile”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

La ricerca nell’ambito delle energie rinnovabili condotta con principi d’emulazione della natura è uno dei punti chiave del futuro produttivo nel campo delle energie, come nella mobilità o edilizia “bio”. Voglio pertanto complimentarmi con la dott.ssa Elisabetta Collini,(ed ovviamente con Paolo Maria Scrimin, Direttore del Dipartimento di scienze chimiche di Padova) giovane ricercatrice che grazie alla sua passione e alle proprie capacità è riuscita ad attirare la giusta attenzione su un’idea che rende lustro alla nostra Università e alla nostra Regione. Applicare quindi il principio di fotosintesi per migliorare l’efficienza e la produttività di una fonte già pulita come il fotovoltaico ha la pretesa di portare ancor più nell’eccellenza il Veneto e i propri cervelli.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
Pagina 3 di 12

Appuntamenti nel territorio

Elezioni Regionali del VENETO. domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 Vota LISTA TOSI per il VENETO e scrivi CONTE


SEGUIMI SU FACEBOOK

SOSTEGNO AL REDDITO

FORME DI SOSTENGO AL REDDITO
FINANZIATE DALLA REGIONE VENETO

Un'iniziativa della Regione del Veneto destinata ai giovani tra i 15 e i 29 anni.

progetto giovani regione veneto

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Lavori di pubblica utilità per soggetti ultratrentacinquenni, disoccupati e che non fruiscono di ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico.

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Iscrizione Newsletter

Inserisci l'indirizzo email al quale desideri ricevere la newsletter:

Visualizza le precedenti uscite

Galleria Fotografica

Video

Cerca nel sito