• Facebook: assessore.maurizioconte
  • Picasa: maurizio.conte64
  • Twitter: contemaurizio
  • YouTube: contemaurizio
RSS Feed


Comunicati Stampa 2012

Comunicati Stampa 2012 (172)

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

“Palazzo Ferro Fini è la sede della massima istituzione legislativa del Veneto, e le sue facciate non vanno utilizzate come bacheca per battaglie politiche dell’una o dell’altra parte. Mi auguro che il presidente Ruffato provveda quanto prima a mantenere la sede del Consiglio Regionale nel proprio aspetto e ruolo ufficiale, come è stato fatto in passato”. Il consigliere ed assessore leghista Maurizio Conte lancia l’appello al presidente dell’assemblea veneta, chiedendogli di porre fine a quanto sta accadendo da qualche giorno in Consiglio. “Al manifesto per i marò da parte dei colleghi del Pdl, è stato subito contrapposto quello in appoggio ai no-TAV della Federazione della Sinistra. Ora – dichiara Conte – credo esistano sedi non istituzionali per le proprie battaglie personali o politiche. Non siamo a Striscia la Notizia e credo non servano azioni dimostrative a colpi di striscioni in un Consiglio regionale. Condivisibili o meno che siano gli scopi, si possono portare avanti nei luoghi e nei modi opportuni. Quello che sta andando in scena a palazzo Ferro Fini dallo scorso lunedì, di certo non lo è”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

In un contesto così sensibile ad ogni forma di eventuale inquinamento il tribunale palermitano, il Comune di Padova e tutti gli enti coinvolti nell’eventuale arrivo di Riina jr a Padova hanno dato un ok preventivo all’accoglimento del figlio del boss in una associazione che tra la finalità possiede anche quella della lotta droga. Peccato però che i giornali di qualche anno fa (giugno 94) ci portano all’evidenza una pericolosissima realtà la Responsabile dell’Associazione,Tina (Assunta Ciccarelli) annovera nel sua casella giudiziaria un arresto per detenzione di sostanze stupefacenti, 1 kg di “fumo” e svariati grammi di eroina. Tutto ciò finché era già alla guida della medesima associazione. Per di più risulta dalle indagini delle forze dell’ordine che la piazza di spaccio era proprio Padova. Nessuno qui mette in dubbio il concetto di redenzione, sia ben chiaro, ma se le istituzioni e prima ancora i padovani (e più in generale i Veneti) credevano che lo Stato avesse garantito la “blindatura” contro le infiltrazioni necessaria ad una calibro della malavita come Riina, con queste premesse la Lega Nord sente che affrontare una battaglia molto accesa contro questo caso ed il “confino al nord” in senso più ampio non solo un diritto, ma un dovere morale anche della cittadinanza non attiva politicamente.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Si eleva lo spirito cattolico e buonista di questo Governo, il quale per voce del Ministro Riccardi non nasconde i veri intenti di Monti e Tecnici a seguito: "bisogna seguire una logica di stabilità per gli immigrati perché il paese sta vivendo un periodo di maturazione e concedere al più presto lo ius solis ai figli degli stranieri". Qui non si tratta più di rientrare nei parametri europei, ne tantomeno di predisporre il provvedimento "spennapaese" per compiacere la Merkel e non fare la fine della Grecia. Queste sono decisioni che stanno in capo alla politica dei partiti, legittimamente delegati dai cittadini a fare scelte anche di ordine morale. Ma veniamo al dispositivo sui permessi di soggiorno: Se da una parte sembrava che Monti recepisse una logica di sforzo comune dove anche gli immigrati avrebbero dovuto contribuire al sollevamento delle casse statali e locali, con questa decisione il Governo si posiziona apertamente tra le fronde sinistre ed il polo di Fini e Rutelli, paradossale pensando che la maggioranza uscita dalle urne e tuttora presente in Parlamento (per non parlare del Senato) è da considerarsi di centrodestra. Pensando dunque ad un risparmio per il richiedente ed un relativo prolungamento dei tempi a chi giova questo provvedimento: esclusivamente agli immigrati i quali potranno rimanere sereni nel nostro Paese anche senza lavorare (e magari delinquendo) indisturbati per due anni anziché uno. Mi riferisco con ovvietà a coloro che vengono nel nostro paese senza buoni intenti, e non sono pochi ! Due anni anziché uno, e pure con lo sconto, promozionale che solo un Governo di sinistra a matrice cattolica avrebbe potuto proporre.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Sulla vicenda della foto inserita nel sito web comunale di Mestrino troviamo che ci sia un paradosso in evidenza, quello di chi si sente a priori in difetto. De Magistris pensiamo possa aver dato nuovo impulso alla Città partenopea ma che lui ed il suo consigliere pidiellino dimostrino risentimento per una condizione a cui Napoli ci ha abituato da decenni lo riteniamo francamente fuori luogo. La sezione del sito comunale dove veniva riportata un’immagine di una distesa infinita di rifiuti sotto un monte (poi riconosciuto il Vesuvio), è stata sviluppata per dare comunicazione del nuovo calendario per la raccolta differenziata. Mestrino, per inciso è stato riconosciuto a livello nazionale “Comune riciclone”. La foto inserita la si trova, senza specifica alcuna, digitando “monnezza” o “rifiuti” su qualsiasi motore di ricerca noto, e tra i primi risultati che emergono, c’è proprio quella incriminata, senza però alcuna specifica territoriale. Benché fosse anche un fotomontaggio, non è riportata la località, pertanto questa focosa coda di paglia che si è sfogata su Mestrino non meritava nemmeno le spiegazioni dal primo cittadino. Se davvero le condizioni della Città campana sono cambiate, invitiamo il Sindaco a darne adeguata pubblicizzazione, perché l’immaginario nazionale, forse ingenuamente, pensa a Napoli come ad una Città che della raccolta differenziata ne ha fatto esclusivamente un business, facendo esplodere periodicamente l’emergenza. Il danno d’immagine lo sta subendo il nostro paese ormai da anni, le buone intenzioni di De Magistris e la sua squadra sono un buon inizio, ma i finanziamenti e contributi statali ed europei arrivati (nel silenzio più assordante) a questa nuova Giunta per cercare di rimediare a questo problema cronico, ci ricordano qualcosa di già vissuto: tanti, tanti euro per tamponare gestioni milionarie quanto mai opache. Chissà da chi verranno saldati questi prestiti, e chissà poi qual è realmente l’immagine che ha subito un danno, quella di Mestrino o quella di Napoli?

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all’Ambiente

Gianluigi Toffanin
Assessore all’Ambiente Comune di Mestrino

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Per fortuna di alunni ed insegnanti la mortificazione si trova solo nell’assessorato alle Politiche scolastiche del Comune. Un giudizio come quello espresso da Piron nei confronti degli insegnanti è inappropriato ed offensivo, è come se Carrai, con la delega alla Sicurezza, si fosse permesso di bacchettare gli Agenti di Polizia Municipale avvallando la mortificazione degli automobilisti nel ricevere sanzioni elevate a fronte di comportamenti stradali scorretti. Una triste pagina della politica padovana che a mio avviso dovrebbe concludersi con le dimissioni dell’Assessore stesso. Piron parla di mortificazione ed umiliazione degli studenti nel ricevere votazioni basse. Uno scempio per un amministrazione locale che “boccia” gli insegnanti della Città che non concedono a priori un giudizio elevato. Piron con questa sua gelida sparata catapulta Padova negli anni ’70, dove il 6 politico riempiva gli slogan di piazza e dove il principio meritocratico diveniva un valore su cui soprassedere. Istituzione del registro delle coppie di fatto, testamento biologico, consiglieri comunali stranieri eletti al di fuori delle elezioni amministrative, ed ora questa amministrazione si sente in diritto di mettere alla gogna il corpo docente cittadino facendo capire che il loro mestiere lo fanno male: più che all’etica, alla morale e all’educazione professionale è il caso che Zanonato & C si occupino dei propri cittadini, magari anche di quelli che a Padova sono nati. Esprimo perciò piena solidarietà a tutti gli insegnanti infangati dal delirio di onnipotenza di questo Assessore Comunale che però si sente più un Ministro. E’ la selezione che fa emergere gli alunni migliori, il voto basso (visto che esiste ci sarà pure un motivo) serve a colpire la coscienza dello studente in previsione di una reazione produttiva, la linea di Piron è quanto di più antieducativo si potesse esprimere.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

La Giunta veneta, su iniziativa dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte di concerto con il collega alla legge speciale per Venezia Renato Chisso, ha espresso giudizio favorevole di compatibilità ambientale e approvato, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto del nuovo impianto idrovoro nel canale Altipiano, rilasciando contestualmente l’ autorizzazione in materia di tutela dei Beni Paesaggistici. L’intervento in questione è localizzato a monte dell’imbocco della botte a sifone di Conche, nel comune padovano di Codevigo, e il progetto è stato presentato dal Magistrato alle Acque di Venezia. “Nell’adottare il provvedimento – ha spiegato Chisso – la Giunta ha preso atto, facendolo proprio, del parere espresso sull’argomento dalla Commissione Regionale di valutazione d’Impatto Ambientale”.“L’impianto idrovoro – ha aggiunto l’assessore – permetterà di alleggerire la portata che dal canale Altipiano confluisce verso la botte a sifone di Conche, diminuendo le perdite di carico dovute alla presenza del manufatto e, conseguentemente, abbassando il livello idrico nella rete a monte dello stesso, fino a portarli su valori limite tali da garantire il rispetto del “franco” sulla quota degli argini di bonifica”. La capacità massima di sollevamento verso il fiume Brenta sarà di 11 metri cubi d’acqua al secondo, in modo da: divertire l’acqua della laguna di Venezia in casi di particolare carico inquinante; fornire al comprensorio uno strumento per attuare una gestione flessibile attualmente non possibile; evitare le situazioni di sofferenza idraulica verificatesi nel recente passato. Il manufatto sarà realizzato a circa 2 km a monte della botte a sifone, dove il canale Altipiano ed il fiume Brenta presentano la minima distanza tra i rispettivi argini, in località “Volpara”. L’intervento viene realizzato in cofinanziamento della Regione Veneto (2,5 miliobi di euro) e del Magistrato alle Acque (un milione di euro). Sono previsti due stralci di realizzazione dell’opera: nel primo verranno realizzate tutte le opere civili ed elettriche ed installati i due gruppi pompa da 1 mc/sec ed un gruppo pompa da 3 mc/sec. Nel secondo stralcio si prevede l’installazione degli ulteriori 2 gruppi pompa da 3 mc/sec.Le prescrizioni sono tutte riferite alla salvaguardia ambientale e la migliore inserimento nel contesto paesaggistico del manufatto e delle vie di accesso, con la raccomandazione che, nella fase di cantiere in alveo, dovranno essere adottate tutte le precauzioni atte a limitare la torbidità dell’acqua, mentre i lavori stessi dovranno essere portati a termine nel più breve tempo possibile con l’immediato recupero degli ambienti interessati.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

“E’ un mio preciso impegno portare al livello più alto le proposte emendative al decreto liberalizzazioni presentate oggi dagli Enti gestori veneti della raccolta dei rifiuti. Siamo anche pronti a sostenerle al tavolo della Conferenza delle Regioni, della quale chiederemo un’apposita convocazione”.Lo ha detto l’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte, partecipando oggi in Consiglio regionale, alla conferenza stampa con la quale le principali società partecipate che si occupano della raccolta di rifiuti in Veneto hanno chiesto a gran voce una modifica al decreto nazionale sulle liberalizzazioni.“Allargando al Consiglio regionale questa iniziativa – ha aggiunto Conte – rafforziamo anche la coscienza e la consapevolezza politica di un problema che, aldilà delle appartenenze partitiche, va affrontato guardando esclusivamente a quanto è meglio per il territorio e per la qualità del servizio”.“Con l’attuale organizzazione che verrebbe messa in crisi se passassero certi contenuti delle liberalizzazioni in materia di rifiuti – ha aggiunto Conte – il Veneto è da tempo la miglior Regione d’Italia nella gestione della raccolta differenziata dei rifiuti e difenderemo questo nostro primato in ogni forma possibile. Il modello vincente che ci ha portato a raggiungere il 70-80% di raccolta differenziata, pesando meno sulle tasche dei cittadini e aiutando l’ambiente – ha aggiunto – è quello attuale”.“Si tratta – conclude Conte – di esperienze virtuose, che favoriscono l’occupazione e la crescita in Veneto di una vera e propria new economy del riciclo”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

E’ stato firmato oggi a palazzo Balbi, sede della Giunta regionale del Veneto, un importante accordo sul regime degli indennizzi per l’imposizione della servitù di allagamento nell’ambito della realizzazione degli interventi per la laminazione delle piene. In calce al documento le firme dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte per la Regione e dei rappresentanti della Federazione Regionale della Coldiretti, della Confederazione Italiana Agricoltori, di Confagricoltura Veneto, dell’Associazione Nazionale Produttori Agricoli, della Confederazione Produttori Agricoli del Veneto, dell’Unione Regionale delle Bonifiche, dell’Unione delle Province del Veneto e dell’Anci Veneto. Scopo dell’accordo è quello di tutelare gli interessi dei proprietari delle superfici interessate e degli imprenditori agricoli, dando certezza dell’equità dell’indennità e della correttezza delle procedure; consentire l’utilizzo delle aree nei tempi coerenti con il programma di esecuzione dell’opera di laminazione; evitare contenziosi inserendo momenti di mediazione e di confronto, consentire l’individuazione dei danni e del relativo indennizzo nel corso della realizzazione dell’opera, stabilire un proficuo rapporto di collaborazione tra l’Autorità asservente ed il soggetto asservito, basato su criteri di equità e trasparenza nel rispetto dei rispettivi ruoli. “Oggi – ha detto Conte – abbiamo raggiunto un obiettivo estremamente rilevante nel cammino per realizzare le necessarie opere di difesa del territorio ed evitare così le gravi conseguenze avuto in occasione dell’alluvione dell’autunno scorso, salvaguardando al contempo gli interessi degli imprenditori agricoli. Abbiamo guardato prima di tutto a salvaguardare il mantenimento dei terreni nella disponibilità degli imprenditori agricoli, fissando al contempo un giusto compenso nell’eventualità e per il tempo in cui fosse necessario utilizzare tali terreni per contrastare gli eventi alluvionali. Ringrazio tutti i firmatari – aggiunge Conte – per la collaborazione e la disponibilità che hanno permesso di centrare questo obiettivo. Salvaguardare i nostri territori da eventi alluvionali – ha concluso – è un impegno di squadra ed oggi questa squadra si è davvero rafforzata”. L’accordo comprende i criteri con i quali calcolare gli indennizzi, in caso di occupazione temporanea o definitiva; ne demanda la determinazione ad un collegio di periti; individua le modalità di pagamento delle indennità; definisce una serie di impegni reciproci nel sostenere e diffondere i contenuti dell’accordo.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

L’argine del Bacchiglione, nel comune di Cervarese, ha tenuto alta l’attenzione su una situazione che è divenuta di rischio imminente. Nell’immediato post alluvione l'Assessore Conte confermò l'urgenza dell’intervento di messa in sicurezza recependo inoltre la necessità di un’ulteriore azione per latri tratti ricadenti nel quadrante sudovest della provincia padovana”. “L’impegno di questo Assessorato, di concerto col Genio Civile ed il Commissario straordinario Perla Stancari - dichiara l’Assessore regionale Maurizio Conte – è stato quello di recepire e reperire le risorse necessarie da conferire al Genio Civile perché l’opera, necessaria nel tratto che va dal capoluogo fin quasi a Montegaldella, fosse inserita tra gli interventi urgenti. Ora è proprio il momento di concretizzare gli interventi ”. "Adesso che l'iter progettuale e di assegnazione sono arrivati al termine sono partiti i lavori - conclude Conte- le segnalazioni del Sindaco e Amministratori, precise e puntuali, hanno trovato ascolto, questo Ente Regionale anche a fronte di "strette" sul bilancio non vuole disattendere anche le legittime aspettative dei cittadini di Cervarese Santa Croce". Con questo intervento è stato prevista anche la pulizia ed il rinforzo del tratto arginale che è una prassi a cui bisogna prestare la massima attenzione”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Altro che turismo, il salvagente di cui ha bisogno la Grecia è di ben altra natura e solidità. La penisola ellenica, 4 milioni di abitanti, ha 750 mila dipendenti dello Stato, con casi emblematici come quello dei 50 autisti per auto blu, o quello delle 40 mila pensionate da mille euro al mese perché figlie nubili di funzionari statali deceduti. La pensione arriva a 55 anni per gli uomini e a 50 se sono donne per musicisti di strumenti a fiato, parrucchieri e presentatori televisivi. La disoccupazione è oltre il 20%. Lo stipendio medio per un dipendente Statale era di 1.300 euro, ad oggi si viaggia appena sui 850 euro mensili e la previsione è di sprofondare fino ai 6/700; sono state inoltre eliminate quattordicesima e bonus, ed hanno posticipato la pensione. Un salasso insormontabile per coloro che avevano negoziato un mutuo basandosi su importi che ora di certo non avranno in disponibilità. E per il nostro Paese? Su 23.000.000 di lavoratori, i dipendenti pubblici sono circa di 3.5 milioni, le pensioni baby sono circa 550.000, liquidate a lavoratori con età inferiore ai 50 anni. Ben 6,2 miliardi di euro vengono spesi per pagare pensioni ad anziani stranieri che mai hanno lavorato in Italia. L’eurozona ci vede secondi sul podio nero dell’economia solo dopo la Grecia. Cosa desumo? Penso che i controlli della Finanza compiuti a Napoli hanno sollevato un tappeto che non copriva semplice polvere ma un’intera discarica di irregolarità, si parla di un 82% di evasione accertata e addirittura dell’assenza di registratori di cassa, condizione che qui al nord è una vistosa eccezione ma che nel meridione diviene regola per milioni di lavoratori. Di questi tempi è necessario che ognuno di noi contribuisca allo sviluppo del paese, che i doveri vengano anteposti ai diritti sviluppando nelle coscienze di tutti il senso di responsabilità e di rispetto delle regole, in questo caso, quelle dello Stato e dell’Agenzia delle Entrate. La Grecia ha un indice di impiego statale molto vicino a quello del nostro sud, la cinghia andrà stretta di più specie dove la cura dimagrante mai ha avuto inizio.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
Pagina 10 di 13

Appuntamenti nel territorio

Elezioni Regionali del VENETO. domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 Vota LISTA TOSI per il VENETO e scrivi CONTE


SEGUIMI SU FACEBOOK

SOSTEGNO AL REDDITO

FORME DI SOSTENGO AL REDDITO
FINANZIATE DALLA REGIONE VENETO

Un'iniziativa della Regione del Veneto destinata ai giovani tra i 15 e i 29 anni.

progetto giovani regione veneto

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Lavori di pubblica utilità per soggetti ultratrentacinquenni, disoccupati e che non fruiscono di ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico.

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Iscrizione Newsletter

Inserisci l'indirizzo email al quale desideri ricevere la newsletter:

Visualizza le precedenti uscite

Galleria Fotografica

Video

Cerca nel sito