• Facebook: assessore.maurizioconte
  • Picasa: maurizio.conte64
  • Twitter: contemaurizio
  • YouTube: contemaurizio
RSS Feed


Comunicati Stampa 2012

Comunicati Stampa 2012 (172)

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

TUTTI AE VAE con FLAVIO TOSI

La LEGA NORD - LIGA VENETA di San Martino di Lupari INVITA tutti gli iscritti e i simpatizzanti a trascorrere insieme la ormai tradizionale giornata nel verde e nella tranquillità delle “VAE” di Campretto

alle ore 12,30 Pranzo

“antipasto, pasta, maiale allo spiedo e vin bon”

€ 10,00/cad.

(bambini € 5,00/cad.)

Solo su prenotazione (entro le ore 13:00 dell’8 giugno 2012):

Valter Lago 049-9469083 (ore pasti)

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Il rinnovamento della Lega ha preso ormai una forma completa, il Congresso Federale ci porterà entro un mese nell’assetto stabile di cui il Movimento ha un ineluttabile bisogno. Matteo Salvini al Nazionale Lombardo e il nostro Flavio Tosi giunto fresco a capo della Segreteria Veneta, attendiamo ora con trepidanza Roberto Maroni alla Segreteria Federale, la via della credibilità passa obbligatoriamente per l’ex Ministro dell’Interno e con una struttura interna formata da militanti capaci e con esperienza. Riscrivere la seconda parte della storia del Carroccio non sarà di certo cosa facile, l’elettorato ed i Veneti hanno la giusta dose di buon senso per capire che le torbide questioni degli ultimi mesi hanno riguardato solo poche persone e non il Movimento e che da qui la Lega sta cominciando un percorso nuovo, certo è che una terza chance alle urne non verrà concessa. Flavio Tosi coagula attorno a se la Liga Veneta, qualche mugugno è normale nel post congresso, ma gli iscritti Veneti sono certo arriveranno alla condivisione delle linee del nuovo Segretario per poter raggiungere l’obiettivo federalista. La credibilità si costruisce sugli uomini e sui programmi, il Governatore Zaia e lo stesso Tosi, in fatto di gradimento, ne sono la prova, ed è partendo dagli amministratori che lavorano sodo e con abnegazione per il proprio territorio che la sfida per questa Lega definita 2.0, la Lega partecipata e delle scelte collegiali, ha inizio.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

“Ieri in giunta regionale è stato adottato il disegno di legge con le nuove Norme per la disciplina dell'attività di cava. Sarà ora trasmesso in Consiglio Regionale, che dovrà discuterlo e approvarlo, e in quella sede ci sarà un ampio confronto con gli operatori del settore e tutti i soggetti pubblici e privati”. E’ quanto ha annunciato l’assessore regionale alle politiche ambientali Maurizio Conte all’indomani dell’adozione dal parte della giunta veneta della proposta che andrà a sostituire la legge regionale in materia di attività estrattive (n. 44) risalente al 1982. “Quello della coltivazione delle cave - aggiunge l’assessore – è da sempre un tema delicato, in quanto si tratta di un’attività imprenditoriale da cui non si può prescindere ma che ha un impatto sul territorio. La nostra proposta punta a regolare la materia in maniera equilibrata per il territorio, guardando alle opportunità e alle prospettive”. Il disegno di legge definisce l’ambito di applicazione delle norme, con attenzione anche su scavi per opere pubbliche o private ove l’estrazione di materiale sia attività prevalente, con l’obiettivo di un’applicazione della normativa senza distorsioni. Vengono individuati i gruppi di materiali, che saranno di due tipologie: materiali di Gruppo A per i quali le autorizzazioni saranno di competenza della Regione e materiali di Gruppo B per i quali la competenza sarà dei Comuni. E’ prevista la redazione del Piano Regionale delle Attività di Cava (PRAC) che indicherà i criteri di coltivazione e la ripartizione delle quantità fra gli ambiti estrattivi in relazione ai fabbisogni di ciascuna provincia. Tra gli aspetti innovativi, la proposta della giunta veneta prevede l’obbligo di indicare le opere di ricomposizione ambientale ai fini della valutazione delle richieste, opere che dovranno essere contestuali ai lavori estrattivi. La normativa indica anche la procedura per interventi soggetti a valutazione di impatto ambientale e prevede la ridefinizione di alcuni istituti introdotti dalla legge 44/82 e riguardanti la proroga della durata dell’autorizzazione, che sarà fortemente limitata, la decadenza e la revoca. Viene introdotto, inoltre, un sistema di partecipazione finanziaria dell’imprenditore ai costi che la Regione e soprattutto i Comuni sopportano per gli interventi di mitigazione degli effetti che l’attività estrattiva produce sul territorio.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Pochi giorni fa si è sentito un timido accenno al federalismo da parte del premier e dopo l’istituzione del non meglio specificato miniestero alla “Coesione Territoriale” sopraggiunto successivamente all’abolizione del Ministero del Federalismo, il Governo si appresta ad approvare un pacchetto da miliardi di euro a favore delle imprese del sud. Questo “pacco” salva paese con l’approvazione dei decreti attuativi in capo ai Ministeri darà continuità al segnale politico ben preciso cominciato da Monti con la soppressione del Ministero delle Riforme per il Federalismo dimostrando un’assoluta propensione al centralismo e, per l’assenza di consenso politico, dalla lontananza dalle istanze dei cittadini, specialmente quelli del nord. E’ inverosimile pensare che il Presidente del Consiglio rimandi al mittene osservazioni sulle centinaia di vittime che sta creando l’attuale condizione economica ed i provvedimenti assunti nelle aule romane a colpi di fiducia, ed anzi che rimbalzi qualsiasi tipo di responsabilità a chi l’ha preceduto. Questo ennesimo atto di assistenzialismo statale non servirà a nulla se non tamponare una situazione, quella meridionale, che sta aggravando ulteriormente i bilanci di tutto il paese, l’economia che ora ha bisogno di un aiuto è quella del nord che continua a mantenere in vita anche quegli sprechi che i preparatissimi tecnici banchieri si ostinano a reggere. Le attività produttive del nord stanno velocemente soffocando sotto il peso della pressione fiscale e quei suicidi che Monti ritiene effetti collaterali del passato, sono invece il segnale del raggiungimento del punto di massima criticità delle nostre aziende, e se il nord non produce l’intera barca affonda.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Il Sindaco di Galliera Veneta Stefano Bonaldo e l'Assessore Regionale Veneto Maurizio Conte intervengono sul violentissimo sequestro/rapina di cui è stata vittima la famiglia di un imprenditore Gallierano. "Quando episodi di violenza assurda del genere accadono nel nostro territorio in noi amministratori nasce sconcerto, i furti che con regolarità si registrano in tutta la provincia con cadenza quotidiana sono la prova che formule criminali come il rapimento non sono poi distanti dalla nostra realtà. È doveroso quindi porre in essere ogni strumento utile ad arginare simili fenomeni partendo da quelli a disposizione degli Enti Locali. Per prima cosa sarà necessario implementare il numero degli agenti delle forze dell'ordine a presidio dell'area "Alta" del padovano in quanto la casistica si fa sempre più preoccupante. Per quanto riguarda la Regione Veneto sarà nostro preciso impegno aprire una canale "urgente" di confronto con l'Assessore alla Sicurezza per cercare di riempire il vuoto di bilancio del 2011 e reperire il maggior numero di risorse per personale e dotazioni della locale Polizia Municipale spingendo contemporaneamente verso una politica di maggior coordinamento dei distretti locali. Ciò consentirebbe il migliore coordinamento degli uomini e l'ottimizzazione dei mezzi e dei fondi economici che associati ad una deroga ad hoc sul patto di stabilità potrebbero garantire l’estensione al servizio notturno della Polizia locale. La politica nazionale invece dovrebbe finalmente portare a compimento la riforma della giustizia garantendo così il rigore e la certezza della pena necessari per rendere realmente efficaci e dissuasive le nostre leggi.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto

Stefano Bonaldo
Sindaco di Galliera Veneta

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

“L’assessore Carrai ha di recente speso più di 10 mila euro per un corso di difesa personale – commentano i Consiglieri Comunali Luca Littamè e Mario Venuleo - per vigili affidando il tutto ad uno , ai più, sconosciuto “maestro” di arti marziali (ci piacerebbe conoscere i criteri di scelta) quando all’interno del suo corpo possiede professionalità specializzate nel settore (che lui ben conosce) e che avrebbero tenuto lezioni anche gratuitamente per i colleghi. Il sindaco Zanonato scialacqua ogni mese migliaia di euro (siamo già a centinaia di migliaia) per conservare la collezione privata di Bortolussi già candidato governatore per il PD alle scorse elezioni regionali. Per poi dare definitivo accoglimento a tale collezione presso il castello dei Carraresi l’assessore Colasio si è visto assegnare di recente quasi 100 mila euro . Vogliamo anche ricordare i costosissimi corsi per vigili che hanno visto girare per Milano i nostri poliziotti municipali con le infradito o travestirsi da castellani e damigelle al castello del Catajo il tutto a carico del contribuente padovano? Per i nonni vigili che accompagnano il vivere quotidiano dei padovani da anni e quasi in modo volontario ….lacrime e sangue…. e a fare loro buone compagnia sono i bistrattati ancorché validissimi e meritori custodi dei musei (musei civici) che ogni giorno permettono ai turisti di godere delle bellezze artistiche della nostra città. Per una giunta che si dice di sinistra tutto ciò è ridicolo, - concludono Littamè e Venuleo- vengono colpiti sempre gli stessi dai bambini delle mense scolastiche meno abbienti ai nonni vigile,dagli stradini del centro ai collaboratori dei musei civici…la musica è sempre la stessa questa amministrazione non sa darsi delle priorità o… forse ..lo sa benissimo !”. “Le scelte di Zanonato e la sua squadra – interviene l’Assessore Regionale Maurizio Conte - rimangono incomprensibili, non capisco con quale criterio vengano assegnate le contribuzioni, o meglio, io le intendo politiche e politicamente sbilanciate, . A tamponare questa taglio scellerato ai nonni vigile, gli stessi che creano un senso di serenità nei genitori e anche negli utenti della strada, c’ha pensato la Regione Veneto che con la DGR dello scorso martedì 22 maggio ha inteso definire i criteri e le modalità di assegnazione dei contributi in materia di servizio civile per gli anziani, tradotto, proprio per i nonni vigile. Con questa decisione la Regione è voluta andare nel senso contrario di Palazzo Moroni investendo 1 milione di euro per continuare a favorire l’impiego di anziani presso le pubbliche amministrazioni. Questa deliberazione è nata per riconoscere il ruolo che le persone anziane svolgono nella società e per la loro partecipazione alla vita sociale, civile e culturale, a garanzia della migliore qualità di vita dell’intera comunità. Insomma – conclude Conte - con questo ennesimo provvedimento la Giunta Zanonato ha dimostrato che i Padovani, magari anziani, non sono degni di considerazione (vedasi anche la carenza cronica di attività e momenti aggregativi organizzati) ne di investimento di risorse”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto

Luca Littamè e Mario Venuleo
Consiglieri Comunali Lega Nord Comune di Padova

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Il quadrante sud-ovest della provincia di Padova aspetta le ore che lo separano dall’apertura della nuova viabilità legata alla realizzazione della “Bretella Boston” e non posso che esprimere grande soddisfazione per il risultato raggiunto anche in questo caso con la sinergie degli Enti Locali. Se pur travagliato il cantiere è arrivato ormai al termine di questo primo stralcio che creerà un collegamento tra il comparto pedocollinare degli Euganei con l’arteria principale che porta ad Abano Terme. Il tema urbanistico è prioritario per il Veneto ed ora che cominciano ad incasellarsi molte opere importanti come appunto la “Bretella Boston” il lavoro svolto, se pur con qualche battuta d’arresto, in sintonia tra Regione, Provincia e Comune porta ora al completamento di questa connessione stradale attesa dai cittadini come dagli amministratori; a tal proposito intendo congratularmi con il Sindaco di Selvazzano Soranzo per aver saputo pazientemente colloquiare e mediare, con tutti gli attori coinvolti, a favore di un opera viaria che avrà la capacità di migliorare la qualità della vita di chi risiede in quest’area della Provincia di Padova.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

La questione dei canoni ANAS per i passi carrai in Veneto sta generando da anni un malcontento tuttora crescente per l’irragionevolezza degli importi e per la fermezza nell’applicazione di queste tariffe ingiustificate. La Lega Nord si è interessata a tutti i livelli istituzionale a questa vicenda, sin dagli albori, e mai ha inteso veicolare questa protesta per creare consenso, anzi, rimanendo sottotraccia, si è attivata nei consessi pubblici come nelle aule consiliari e con la stessa ANAS s.pa. per cercare con concretezza una soluzione, che proprio qui in Veneto, nel 2011 ha visto (per merito della Regione Veneto) la completa soppressione di questi canoni sull’intera rete stradale di competenza regionale. Ci sono però esponenti politici scrupolo-esenti come De Poli che se ne escono bellamente sulla stampa in periodo elettorale comunicando di essersi sperticati alla ricerca di una soluzione con un’interrogazione al Governo. Posso dire con sincerità che mi ha avvicinato il Presidente del Comitato “Vittime ANAS passi carrai” Luciano Soffiato indignato per il comportamento opportunista dell’esponente udicino il quale aldilà di una tiepidissima interrogazione regionale di due anni fa di cui però mai si è saputo l’esito, non si è presentato in nessuna occasione ai moltissimi incontri organizzati dal comitato, ne tantomeno, ha stretto rapporti con quest’ultimo. La gravità dello squalismo di De Poli sta nel fatto che questa sua estemporaneità di interessamento durerà il tempo di poche notti, come accaduto del resto per il raid elettorale nell’ospedale di Cittadella eseguito a distanza di pochi giorni dal voto del primo turno. Le aziende stanno soffocando sotto il peso della pressione fiscale ed un politico si permette pure di sbeffeggiarle con azioni di palese interesse, se i cittadini credono sempre meno nella politica è anche perché certi esponenti dei partiti si attivano per un esclusivo ritorno di immagine personale.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Corsi e ricorsi storici, questa volta però le Brigate rosse, la storia, la stanno rincorrendo ma la diversità di condizioni sociali ed economiche, per potersi pronunciare come fossimo ancora alla fine degli anni 60, li fa sembrare degli anacronistici delinquenti e basta. Sia ben chiaro, i messaggi del gruppo anarchico padovano (come di tutti gli altri) sono gravi, ma non possiedono una collocazione storica nel nostro tempo, probabilmente gli stessi autori di volantini, minacce ed attentati non percepiscono l’imperialismo, la borghesia o il proletariato come termini quali transistor, gettoni telefonici ecc., oggetti del nostro passato che non hanno un’applicazione concreta nel futuro. La voglia di appianare radicalmente le disparità sociali è probabilmente il fil rouge con i loro predecessori ma nulla più, i pugni alzati e le magliette show indossate ai processi non fanno più pensare, per nostra fortuna, ai sequestri o alle frequentissime dimostrazioni violente nei confronti dei “servi dello stato” o “dell’impero” ma a degli emuli poco consapevoli delle proprie azioni. Ed è proprio quest’ultimo concetto che deve far tenere alzata la guardia. La condizione economica unitamente al malcontento generale nelle teste “meno salate” ed aggressive sta creando un ritorno alla deflagrazione antipolitica, però, sta proprio nelle mani della politica, a qualsiasi livello, delle magistratura e di tutte le associazioni per la memoria delle vittime del terrorismo creare le giuste condizioni perché il terrore e la violenza non siano in alcun modo uno strumento od un tavolo di confronto.

Maurizio Conte
Lega Nord Assessore Regionale Veneto

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Circa 43 milioni sono stati assegnati oggi dalla giunta regionale, con due distinti provvedimenti, per interventi sia di sistemazione, sia di manutenzione di opere idrauliche sul territorio veneto. Ne ha dato comunicazione l’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo Maurizio Conte al termine della seduta odierna. “Dopo l’alluvione del 2010 – ha ricordato Conte – la Regione ha approvato un piano straordinario di interventi per la sicurezza idrogeologica, che la giunta veneta considera una priorità. Le opere strutturali più importanti sono le casse di espansione per ridurre gli effetti delle piene. Ma sono ugualmente importanti per la messa in sicurezza anche gli interventi periodici di manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua, attività che rappresenta una forma di sicurezza preventiva, e quelli di sistemazione delle opere idrauliche. Alla realizzazione di queste azioni abbiamo destinato oggi 43 dei 50 milioni stanziati nel bilancio di quest’anno per il rischio idrogeologico”. Con un provvedimento sono stati assegnati 21 milioni per la sistemazione di opere idrauliche appartenenti alla rete idrografica regionale, assicurando un importo di tre milioni di euro a ciascuno dei sette Geni Civili del Veneto a cui competeranno le attività di progettazione, appalto e attuazione degli interventi. Con l’altro provvedimento è stato approvato il testo dell’accordo quadro per l’affidamento ad un operatore economico dei lavori di manutenzione ordinaria (sfalcio, taglio selettivo, decespugliamento e disboscamento degli argini e negli alvei) e delle opere di somma urgenza in caso di necessità, prevedendo un importo di 3,1 milioni di euro a ciascun Genio Civile, che curerà le procedure per le gare d’appalto. L’assessore ha, inoltre, reso noto che sono stati sbloccati altri 17,5 milioni di euro relativi all’accordo di programma tra la Regione e il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare per il finanziamento di interventi finalizzati alla mitigazione di situazioni a rischio idrogeologico nel Veneto.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
Pagina 7 di 13

Appuntamenti nel territorio

Elezioni Regionali del VENETO. domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 Vota LISTA TOSI per il VENETO e scrivi CONTE


SEGUIMI SU FACEBOOK

SOSTEGNO AL REDDITO

FORME DI SOSTENGO AL REDDITO
FINANZIATE DALLA REGIONE VENETO

Un'iniziativa della Regione del Veneto destinata ai giovani tra i 15 e i 29 anni.

progetto giovani regione veneto

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Lavori di pubblica utilità per soggetti ultratrentacinquenni, disoccupati e che non fruiscono di ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico.

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Iscrizione Newsletter

Inserisci l'indirizzo email al quale desideri ricevere la newsletter:

Visualizza le precedenti uscite

Galleria Fotografica

Video

Cerca nel sito