• Facebook: assessore.maurizioconte
  • Picasa: maurizio.conte64
  • Twitter: contemaurizio
  • YouTube: contemaurizio
RSS Feed


Comunicati Stampa 2013

Comunicati Stampa 2013 (229)

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Lastagione balneare ha finalmente preso pieno avvio. Il miglior viatico viene daicontrolli svolti dall’ARPAV, in base ai quali nel Veneto tutte le acque inesame risultano idonee allabalneazione. Lo sottolinea l’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte a seguito dellacomunicazione dei risultati favorevoli ottenuti anche nell’ultima campagna dimonitoraggio appena conclusa. Ilprogramma di monitoraggio per il 2013 prevede una cadenza mensile dei controlli(fino al mese di settembre) su complessivi 169 siti di balneazione (95 sul mareAdriatico, 1 sullo specchio nautico di Albarella,65 sul lago di Garda, 3 sul lago di Santa Croce, 1 sul lagodel Mis, 2 sul lago di Lago e 2 sul lago di Santa Maria). Il 90.4% delle acque dibalneazione è risultato di qualità eccellente, il 3.6% di qualità buona ed il6% di qualità sufficiente (nessuna classificatadi qualità scarsa). “Inbase alla direttiva europea2006/7/CE – fa presente Conte - tutte le acque di balneazione dovranno esserenel 2015 almeno di qualità sufficiente. Il Veneto ha già pertanto raggiuntoquesto obiettivo”. Peril 2013 è prevista la raccoltaalmeno di 1014 campioni routinari (6 campioni per sito) e l’effettuazione dioltre 20.000 rilievi e analisi. Per l’esecuzione dei controlli sulle acque delmare Adriatico e del lago Garda,ARPAV si avvarrà, come negli anni scorsi dellafattiva collaborazione delleCapitanerie di Porto e della GuardiaCostiera della Direzione Marittimadel Veneto, attraverso la messa adisposizione di idonei mezzi nautici. Sulsito internet dell’ARPAV (www.arpa.veneto.it) saranno disponibili, per tutta la stagione balneare 2013, sia bollettini periodiciche i dati analitici puntuali per conoscere lasituazione della balneabilità intempo reale. E’ già iniziata lanuova campagna di controlli che si concluderà ai primi di luglio.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto alla Programmazione per la salvaguardia Ambientale

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

E’ di 15 milioni di euro l’importo assegnato dalla giunta regionale per la realizzazione del programma di interventi di difesa idrogeologica, sistemazione idraulico-forestale, difesa fitosanitaria, miglioramento boschivo e rimboschimento compensativo per l’anno 2013. Il provvedimento, approvato su relazione dell’assessore all’ambiente e alla difesa del suolo Maurizio Conte in attuazione della Legge Forestale della Regione del Veneto (n. 52/1978), diventerà operativo dopo il parere della competente commissione consiliare. “Alcuni articoli di questa legge – evidenzia Conte - prevedono interventi compensativi a seguito di riduzione di superficie boscata, interventi di difesa fitosanitaria a protezione di boschi attaccati da parassiti e virus, interventi selvicolturali a miglioramento della struttura boschiva e per il rinnovamento naturale del bosco. Questi lavori sono eseguiti in economia dai Servizi Forestali Regionali. Nel corso dell’ultimo triennio sono stati in media impiegati annualmente circa 640 operai forestali. L’anno scorso sono stati impiegati 620 operai di cui 265 con rapporto di lavoro a tempo indeterminato ed i restanti 355 assunti con rapporto di lavoro a tempo determinato”. Il programma relativo al 2013, formulato per singola unità idrografica, indica le opere da realizzare, dando ampio spazio alle tecniche di bioingegneria, al recupero ambientale e dei fenomeni franosi e tenendo conto delle emergenze operative riscontrate in ciascun territorio, non disgiunte da un approccio attento alla tutela ed alla conservazione dell’ambiente anche nelle localizzazioni di maggiore pregio e rilevanza ambientale (ad esempio, la rete ecologica Natura 2000). Nell’ambito del territorio veneto (1.836.456 ettari) il bosco occupa il 22,6% della superficie, mentre nelle zone montane rappresenta l’80% circa. Le aree boscate, secondo la Carta Forestale Regionale, si estendono su oltre 414.000 ettari. I soprassuoli produttivi appartenenti a singoli privati, Enti, Istituzioni, Società ed organismi di diritto privato, coprono una superficie di 178.442 ettari pari al 44% della superficie forestale complessiva. I boschi di proprietà pubblica, invece, interessano 121.600 ettari e rappresentano circa il 30% della copertura forestale del Veneto. Di questi, 13.019 ettari circa sono di proprietà regionale.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto alla Bonifica e alle foreste

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Il Ministro Kyenge da qualche giorno ha dato il via al suo tour dell’integrazione e ieri si è recata a Padova per dar lezione di etereo populismo integrativo. Il volto che il neoministro intende assegnare al Paese è quello di un paese ormai “meticcio” a sua detta, dove per uscire dalla crisi economica rimane solo da “valorizzare le diversità”. Mistificare le leggi o diffondere una dottrina di soli diritti è la logica gestionale contraria a ciò di cui abbiamo bisogno adesso, la permanenza e l’ingresso illegale nel nostro territorio non è condizione prevista costituzionalmente, un rappresentate della Repubblica che spinge contro queste regole è contro la sentenza 24877/2013 del 6 giugno 2013 che sentenzia invece la conformità del reato di immigrazione clandestina. E poi citare la valorizzazione delle diversità come soluzione economica sembra uno scherno superficiale di questo Ministro per imprenditori ed industriali che hanno esigenze di tutt’altra natura.

Maurizio Conte
Vicesegretario Nazionale Lega Nord Veneto

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

“Il sottopasso di Via Fabris e Via Centoni a Camposampiero (Padova) è soggetto a continui allagamenti e per chi risiede vicino è divenuto un pericolo che si ripete troppo spesso”. E’ quanto dichiara l’assessore regionale alla difesa del suolo Maurizio Conte recatosi in questi giorni in sopralluogo. “Per quest’opera viaria – aggiunge Conte - occorre una verifica del deflusso dell’acqua piovana e fluviale, al fine di evitare che in caso di maltempo le situazioni di criticità si ripropongano e, quest’anno, le occasioni non sono di certo mancate. La petizione sottoscritta da moltissimi residenti è una chiara richiesta di aiuto a cui c’è, in breve tempo, da dare risposta”. “L’opera tuttavia – conclude Conte - non è di competenza della Regione bensì delle Ferrovie dello Stato. Questo non significa che la Regione non si farà parte attiva non solo nei confronti delle Ferrovie, ma coinvolgendo tutti gli enti competenti – tra cui il Consorzio di bonifica Acque Risorgive ed il comune di Camposampiero - perché prendano in considerazione il problema e le relative possibili soluzioni”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto alla Difesa del Suolo

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

I giuristi democratici, ergo giustizia ispirata dall’orientamento politico, hanno invitato il no global padovano Zeno Rocca a relazionare al convegno sul tema delle misure cautelari; l’obbligo di firma a cui è sottoposto a seguito della sentenza che l’ha giudicato è stato motivo d’imbarazzo il gruppo di PM che l’hanno pronunciata. Alcuni mesi fa questo “attivista” partecipò, nel padovano, agli scontri con la polizia di fronte alla stazione per vedersi poi appioppare accuse che vanno dalla resistenza e lesioni pluriaggravate ad un pubblico ufficiale al porto di oggetti atti ad offendere. L’inadeguatezza dell’invito la condivido pienamente, i sostituti procuratori che hanno chiesto lumi sulla vicenda hanno tutto il diritto ad averne visto che l’intera vicenda si svolge all’interno del loro ambito professionale ed in più perché si tratta di una loro Associazione. Il medesimo diritto per un giudizio e sentenze giuridiche indipendenti dall’intrusione idealista è di tutti noi, le vicinanze a partiti e Movimenti aumenta l’intolleranza di un potere verso l’altro e porta ad ospitare un violento conosciuto alla Legge a dare un aiuto a chi la legge la dovrebbe far rispettare.

Maurizio Conte
Vicesegretario nazionale Veneto Lega Nord

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

La giunta regionale ha approvato nel corso dell’ultima seduta la proposta di variazione alla delimitazione degli Ambiti Territoriali Ottimali del servizio idrico integrato, disponendo il trasferimento dei Comuni di Caorle, Ceggia, Cessalto, Eraclea, Fossalta di Piave, Jesolo, Musile di Piave, Noventa di Piave, San Donà di Piave, Torre di Mosto e Zenson di Piave dall’ATO “Veneto Orientale” all’ATO “Laguna di Venezia”. Nel darne comunicazione gli assessori regionali Maurizio Conte e Daniele Stival fanno rilevare che la richiesta era pervenuta dai Comuni interessati, per i quali il servizio idrico è ora gestito dall’Azienda Servizi Integrati – A.S.I. S.p.A. Il passaggio da un ATO all’altro è stato disposto in coerenza con il parere favorevole espresso dalla competente Commissione Consiliare ed in seguito alla modifica della legge regionale n. 17/2012, che fissa le disposizioni in materia di risorse idriche, avvenuta lo scorso aprile con deliberazione legislativa del Consiglio Regionale. Con questa recente modifica il Consiglio Regionale ha infatti dato la possibilità anche ai Comuni di proporre modifiche alla delimitazione degli Ambiti Territoriali Ottimali, in aggiunta ai Consigli di Bacino – che sono i nuovi enti a cui la legge regionale attribuisce le funzioni proprie delle attuali Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale del servizio idrico integrato - e al Coordinamento dei Consigli di Bacino, già titolari di tale facoltà. “La Regione ha quindi accolto positivamente questa richiesta – concludono Conte Stival - motivata dal fatto che alcuni di questi comuni hanno già aderito in qualità di soci alla Società Veritas S.p.A. di Venezia, gestore dei servizi di igiene ambientale per molti Comuni della Provincia di Venezia e gestore del servizio idrico integrato nell’ATO “Laguna di Venezia”. I comuni interessati al trasferimento ritengono che ciò comporterà una maggiore efficienza nella gestione dei rapporti con la Società di gestione dei servizi sul territorio, con vantaggi connessi alla semplificazione amministrativa e all’efficienza nella gestione integrata di tali servizi da parte di un unico soggetto”.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

“Considerata la necessità di procedere quanto prima all’attuazione di altri interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico nel Veneto e viste le difficoltà dello Stato a rendere immediatamente disponibili le somme previste da uno specifico Accordo di Programma sottoscritto nel 2010, abbiamo deciso di garantire noi come Regione la copertura economica per l’attuazione degli interventi prioritari, qualora si verificassero ritardi nell’erogazione del finanziamento programmato”. Lo ha reso noto l’assessore regionale alla difesa del suolo Maurizio Conte precisando che la giunta regionale ha approvato nel corso dell’ultima seduta il testo di un accordo da firmare con il dott. Vincenzo Alonzi, Commissario straordinario delegato per il rischio idrogeologico nel Veneto, in qualità di soggetto incaricato dell’attuazione del piano di interventi individuati con il Ministero dell’Ambiente nell’ambito dell’Accordo di Programma del 2010 per un importo complessivo di oltre 67 milioni di euro a carico dello Stato. All’inizio del 2012 il CIPE ha destinato una parte delle risorse per fronteggiare il dissesto idrogeologico nelle Regioni del Centro Nord ponendone la copertura a carico delle disponibilità del Fondo nazionale per lo sviluppo e la coesione (FSC). In particolare alla Regione del Veneto sono state riservate risorse per un ammortare di circa 17 milioni di euro. L’assessore Conte ricorda che, in un recente incontro con il neo ministro all’ambiente Andrea Orlando, è stato chiesto un impegno del governo non solo perché i finanziamenti a difesa del territorio siano posti fuori dalle limitazioni del patto di stabilità, ma anche per accelerare l’erogazione delle risorse per gli interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico. In base all’Accordo di programma con il Ministero dell’ambiente, finora sono arrivati alla Regione solo 3,5 milioni di euro. Le regole di funzionamento delle contabilità speciali impongono però che il Commissario Straordinario può finanziare gli interventi solo alla presenza effettiva di cassa nella contabilità speciale di competenza o in alternativa con la garanzia, da parte della Regione, della totale copertura finanziaria delle obbligazioni assunte qualora si verificasse la mancata erogazione da parte dello Stato. Di qui la decisione di garantire con risorse regionali la copertura finanziaria fino a 15.300.000 euro per attuare gli interventi previsti.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto alla Tutela del suolo

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

Un importo complessivo di un milioni e mezzo di euro è stato assegnato dalla giunta regionale per la realizzazione di interventi di difesa e di sistemazione marittima degli arenili dei litorali e della aree limitrofe alla fascia costiera regionale. Ne dà comunicazione l’assessore all’ambiente e alla difesa del suolo Maurizio Conte, facendo rilevare che si tratta dell’importo previsto nel bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013. “E’ evidente che l’importo non consente tutti gli interventi di manutenzione dei litorali in erosione, in quanto la lunghezza del litorale veneto – sottolinea l’assessore Conte- è di circa 210 km, dei quali quasi 120 km interessati da strutture turistiche di particolare importanza e valenza per l’economia regionale. Al fine di poter dar corso a una serie di interventi di manutenzione e ripascimento annuale dei litorali che maggiormente presentano problematiche di erosione, gli uffici regionali hanno predisposto una proposta di lavoro sulla base delle specifiche segnalazioni degli Uffici del Genio Civile, dei Comuni costieri e di altri Enti pubblici”. Il riparto approvato dalla giunta veneta prevede l’assegnazione di un milione di euro all’Ufficio del Genio Civile di Venezia per interventi di manutenzione e ripristino ambientale del litorale di Bibione in Comune di San Michele al Tagliamento (VE). All’Ufficio del Genio Civile di Rovigo vanno gli altri 500 mila euro per interventi di manutenzione e difesa dei litorali dall’erosione nei Comuni di Rosolina e Porto Tolle (RO). Con tali risorse gli Uffici del Genio Civile potranno avviare alcuni interventi di manutenzione del litorale nei tratti maggiormente erosi, anche con interventi di ripascimento degli arenili con sabbie provenienti, per la maggior parte, dal dragaggio delle foci fluviali limitrofe, sulla base delle direttive regionali in materia.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto alla Tutela del Suolo

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

La qualità dell’aria sarà al centro dell’intervento con il quale l’assessore regionale all’ambiente del Veneto, Maurizio Conte, parteciperà domani a Bruxelles alla sessione di lavori dedicata al tema “Clean Air on the spot: Regional Challenges and Solutions”, che si svolgerà nell’ambito della Settimana Verde 2013 promossa dalla Commissione Europea. “Il Veneto – ricorda Conte – fa parte del gruppo di dodici Regioni europee che aderiscono all’Iniziativa AIR (Qualità dell’Aria) ossia Veneto, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Baden-Württemberg , Hessen, North Rhine-Westphalia, Catalogna, Randstad, Steiermark e Fiandre. Queste Regioni assieme rappresentano il 22% del PIL europeo e il 18% della popolazione (87,6 milioni di abitanti) e sono state in prima linea nella gestione della qualità dell’aria negli ultimi anni ma devono confrontarsi con i limiti e gli obiettivi fissati dalla Direttiva europea sulla Qualità dell’Aria. Di qui è nato l’impegno di ciascun partner del gruppo a lavorare in maniera sinergica con le Istituzioni Europee per contribuire attraverso la propria esperienza alla revisione di questa direttiva”. Nel suo intervento Conte illustrerà, tra l’altro, i contenuti e le strategie del nuovo piano di tutela e risanamento dell’atmosfera della Regione del Veneto.

Maurizio Conte
Assessore Regionale alla Programmazione per la salvaguardia Ambientale

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
Martedì 04 Giugno 2013 12:48

Tutti ae Vae

Scritto da Administrator

TUTTI AE VAE

La LEGA NORD - LIGA VENETA di San Martino di Lupari INVITA tutti gli iscritti e i simpatizzanti a trascorrere insieme la ormai tradizionale giornata nel verde e nella tranquillità delle “VAE” di Campretto

domenica 21 giugno 2013 dalle ore 11.30 alle ore 17.30

“antipasto, pasta, maiale allo spiedo e vin bon”

€ 10,00/cad.

(bambini € 5,00/cad.)

Solo su prenotazione (entro le ore 13.00 di venerdì 21 giugno 2013):

Valter Lago 049-9469083 (ore pasti)

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
Pagina 10 di 17

Appuntamenti nel territorio

Elezioni Regionali del VENETO. domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 Vota LISTA TOSI per il VENETO e scrivi CONTE


SEGUIMI SU FACEBOOK

SOSTEGNO AL REDDITO

FORME DI SOSTENGO AL REDDITO
FINANZIATE DALLA REGIONE VENETO

Un'iniziativa della Regione del Veneto destinata ai giovani tra i 15 e i 29 anni.

progetto giovani regione veneto

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Lavori di pubblica utilità per soggetti ultratrentacinquenni, disoccupati e che non fruiscono di ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico.

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Iscrizione Newsletter

Inserisci l'indirizzo email al quale desideri ricevere la newsletter:

Visualizza le precedenti uscite

Galleria Fotografica

Video

Cerca nel sito