• Facebook: assessore.maurizioconte
  • Picasa: maurizio.conte64
  • Twitter: contemaurizio
  • YouTube: contemaurizio
RSS Feed



Ammonta a circa 4,7 milioni di euro l’importo destinato dalla giunta regionale all’ammodernamento delle reti idriche pubbliche, soprattutto fognature e impianti di depurazione, sul cui riparto si è espressa favorevolmente anche la competente commissione consiliare. L’assessore all’ambiente e al ciclo dell’acqua Maurizio Conte ricorda che si tratta per la gran parte dei proventi derivanti dai canoni di concessione di acqua pubblica (quasi 4 milioni) mentre la parte restante (816 mila euro) deriva da altri capitoli di bilancio destinati al finanziamento di interventi che perseguono l’obiettivo della tutela delle acque e della riduzione dell’inquinamento. Per l'annualità 2014 – aggiunge Conte – la ripartizione disposta dalla giunta regionale ha individuato come obiettivi prioritari - relativamente alla progettazione e alla costruzione di impianti e infrastrutture afferenti al ciclo integrato delle acque – gli interventi per il superamento delle situazioni di emergenza per la salute pubblica o di grave rischio ambientale, con particolare riferimento agli agglomerati di fognatura; l’attuazione delle disposizioni stabilite per il ciclo dell'acqua dalla specifica normativa di settore e dalle Direttive comunitarie; la salvaguardia della qualità delle acque del bacino scolante in Laguna di Venezia. Dell’importo complessivo, 3,9 milioni sono stati assegnati a cinque interventi ritenuti urgenti. - Un importo di 800 mila euro per l’adeguamento del sistema depurativo di Villa Bartolomea (Verona), segnalato dal Gestore Acque Veronesi Scarl. Risulta necessario per adeguare i depuratori esistenti nell’agglomerato di Villa Bartolomea, in modo da raggiungere gli standard richiesti dalla Direttiva 91/271/CEE. - 400 mila euro vanno all’Alto Trevigiano Servizi Srl per la realizzazione del primo lotto del nuovo impianto di depurazione di Follina (Treviso). L’agglomerato di Follina è stato inserito dalla Commissione Europea tra quelli oggetto di costituzione in mora nell’ambito della procedura di infrazione per il mancato rispetto della Direttiva 91/271/CEE. La realizzazione dell’intervento mira a superare la situazione. - E’ di un milione di euro l’importo assegnato al Centro Veneto Servizi S.p.A.per la condotta di scarico di acque depurate del depuratore di Conselve (Padova) all’esterno del bacino scolante in Laguna di Venezia e di 1.050.000 euro l’importo destinate ad Etra S.p.A. per l’ampliamento e all’adeguamento tecnologico dell’impianto di depurazione del comune di Selvazzano Dentro (Padova). - E’ di circa 661.000 euro l’importo previsto a favore di Acque Vicentine S.p.A. per il potenziamento dell'impianto di depurazione nel comune di Noventa Vicentina (Vicenza). L’agglomerato è stato inserito nell’ambito del contenzioso comunitario 2007 per il mancato rispetto della Direttiva europea 91/271/CEE. Con questo provvedimento la Regione ha impegnato altri 816.533 euro a favore dei Gestori del servizio idrico integrato per il finanziamento di interventi finalizzati alla tutela delle acque e alla riduzione dell’inquinamento. Gestore del servizio idrico integrato Comuni interessati Titolo intervento Finanziamento Servizi Idrici Sinistra Piave S.r.l. San Fior Collegamento fognatura nera € 25.000,00 Azienda Gardesana Servizi S.p.A. Brentino Belluno Adeguamento rete fognaria € 100.000,00 Azienda Gardesana Servizi S.p.A.Peschiera del Garda Separazione rete fognaria con realizzazione di nuova condotta di alleggerimento € 180.000,00 Etra S.p.A. Galliera Veneta Estensione fognatura nera € 150.000,00 Livenza Tagliamento Acque S.p.A. Pramaggiore Ottimizzazione rete fognaria e impianto di depurazione € 120.000,00 Polesine Acque S.p.A. Castagnaro Impianto di depurazione frazione Menà € 241.533,10

(AVN) – Venezia, 1 gennaio 2015

Pubblicato in Comunicati Stampa 2015

E’ di quasi tre milioni di euro l’importo destinato all’ammodernamento delle reti idriche pubbliche (acquedotti e fognature) il cui riparto è stato approvato in via definitiva dalla giunta regionale, dopo aver acquisito il parere della competente commissione consiliare. L’assessore all’ambiente e al ciclo dell’acqua Maurizio Conte, relatore del provvedimento, fa presente che si tratta dei proventi derivanti dai canoni di concessione di acqua pubblica e dalle sanzioni amministrative per violazioni di norme ambientali. Per l'annualità 2013 – aggiunge Conte – la proposta formulata dalla giunta regionale ha individuato come obiettivi prioritari - relativamente alla progettazione e alla costruzione di impianti e infrastrutture afferenti al ciclo integrato delle acque – gli interventi per il superamento delle situazioni di emergenza per la salute pubblica o di grave rischio ambientale e l’attuazione delle disposizioni stabilite per il ciclo dell'acqua dalla specifica normativa di settore. Dell’importo complessivo, circa un milione 750 mila euro sono stati destinati al rifinanziamento di interventi già ammessi a contributo con precedenti riparti (in particolare per la costruzione della condotta primaria di fognatura in comune di Trevignano) e il restante importo di un milione 200 mila euro per nuovi interventi.

Maurizio Conte
Assessore Regionale del Veneto al Ciclo integrato dell'acqua

Pubblicato in Comunicati Stampa 2013

Ammonta a quasi tre milioni di euro l’importo destinato all’ammodernamento delle reti idriche pubbliche (acquedotti e fognature) su cui riparto si è espressa oggi la competente commissione consiliare. L’assessore all’ambiente e al ciclo dell’acqua Maurizio Conte, commentando positivamente il voto della commissione, ricorda che si tratta dei proventi derivanti dai canoni di concessione di acqua pubblica e dalle sanzioni amministrative per violazioni di norme ambientali. I fondi vanno a finanziare interventi per l’ammodernamento delle reti idriche pubbliche (acquedotti e fognature). Per l'annualità 2013 – aggiunge Conte – la proposta formulata dalla giunta regionale aveva individuato come obiettivi prioritari - relativamente alla progettazione e alla costruzione di impianti e infrastrutture afferenti al ciclo integrato delle acque – gli interventi per il superamento delle situazioni di emergenza per la salute pubblica o di grave rischio ambientale e l’attuazione delle disposizioni stabilite per il ciclo dell'acqua dalla specifica normativa di settore. Dell’importo complessivo, circa un milione 750 mila euro sono stati destinati al rifinanziamento di interventi già ammessi a contributo con precedenti riparti (in particolare per la costruzione della condotta primaria di fognatura in comune di Trevignano) e il restante importo di un milione 200 mila euro per nuovi interventi ammessi a contributo regionale.

Maurizio Conte
Assessore Regionale del Veneto al ciclo integrato dell'acqua

Pubblicato in Comunicati Stampa 2013

Appuntamenti nel territorio

Elezioni Regionali del VENETO. domenica 31 maggio dalle 7.00 alle 23.00 Vota LISTA TOSI per il VENETO e scrivi CONTE


SEGUIMI SU FACEBOOK

SOSTEGNO AL REDDITO

FORME DI SOSTENGO AL REDDITO
FINANZIATE DALLA REGIONE VENETO

Un'iniziativa della Regione del Veneto destinata ai giovani tra i 15 e i 29 anni.

progetto giovani regione veneto

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Lavori di pubblica utilità per soggetti ultratrentacinquenni, disoccupati e che non fruiscono di ammortizzatori sociali o di trattamento pensionistico.

Clicca qui per leggere l'approfondimento sul tema

Iscrizione Newsletter

Inserisci l'indirizzo email al quale desideri ricevere la newsletter:

Visualizza le precedenti uscite

Galleria Fotografica

Video

Cerca nel sito