Newsletter Assessore all'Ambiente Regione Veneto Maurizio Conte
 Seguimi su
facebooktwitter youtube
editoriale

 Leggi l'ultima copia de
"La Voce della Gente Veneta"

news

notizie

Adesso occorre prudenza ed oculatezza, poi il Federalismo

notizie

L'Assessore Conte incontra i consorzi di bonifica e gestori servizio idrico per modifiche alla legge 12/2009

notizie

La Giunta approva due finanziamenti per il ripristino delle coste venete

notizie

Maltempo. Sabato 20 Novembre incontro a Motta di Livenza con Assessori Regionali Conte, Manzato e Stival su messa in sicurezza del territorio

Incontri pubblici calendario
Opportunità finanziarie e concorsi regionali
Visita il mio sito web homepage
Scrivimi una mail mail
archiviofoto

 Raccolta fotografica
WEB

 
incontri nel territorio

 Raccolta fotografica
divisa per comune

 
Calendario incontri Web
Collegamenti
solealpi Lega Nord
solealpi Lega Nord Veneto
solealpi Lega Nord Padova
solealpi Movimento Giovani Padani
solealpi Radio Padania
solealpi Tele Padania

 

Nuovi servizi web per tenerti aggiornato:
 

punto elenco

Da oggi per consultare l'ultima copia dell'editoriale di Maurizio Conte "La Gente Veneta" basterà cliccare sul relativo link in alto a sinistra;

 

punto elenco

Visualizza l'archivio fotografico degli eventi ai quali Maurizio Conte ha partecipato. Clicca sul collegamento in basso a sinistra;

 

punto elenco

Rivedi tutta la raccolta fotografica delle presenze dell'Assessore Maurizio Conte nel territorio. Clicca sul collegamento in basso a sinistra;

 

punto elenco

Consulta il calendario degli appuntamenti pubblici di Maurizio Conte; se hai un tuo profilo con google potrai aggiungere il Calendario di Maurizio Conte al tuo calendario personale.

 

Adesso occorre prudenza ed oculatezza, poi il Federalismo


Il Governatore Zaia è arrivato all’obiettivo concentrando l’attenzione nazionale sulla tragedia che ha colpito trasversalmente il nostro Veneto. Sono 300 i milioni ( più gli altri 10 stanziati in prima battuta dal Governo centrale) che, quale Commissario, il Presidente delle Regione potrà gestirà nell’affrontare i risarcimenti necessari a riparare, almeno in parte, i danni creati dall’alluvione la scorsa settimana. Ogni azione che avrà luogo quale indennizzo sarà attentamente monitorata preceduta da un’attenta valutazione e seguirà ad una rigidissima normativa in fase di censimento e di attribuzione di priorità. Il percorso avrà un preziosissimo tramite, quello dei singoli comuni che dovranno fungere da antenna e filtro, ricevere cioè segnalazioni tramite schede tecniche compilate dai cittadini e compiere eventuali ricognizioni per poi trasmetterle all’Ente Regionale. La Regione provvederà successivamente accreditando i fondi ai comuni che a loro volta daranno ai cittadini quanto spetta loro. E fin qui risorse, responsabilità e doveri sono stati definiti. Ma il futuro cosa ci riserva? Mi auguro che analoghe catastrofi non trovino più la scena Veneta, ma se così dovesse essere, la nostra virtuosissima Regione dal leone alato, dovrà ancora lottare per parificare la dignità con le altre regioni anche solo in fatto di evidenza nei media? Dovremmo ancora porre uno scontro di equità politica per poter trattenere le risorse necessarie ai dovuti risarcimenti? In questa occasione di emergenza è stata avanzata una richiesta pari ad un decimo del gettito che il Veneto versa in un anno nelle casse dello Stato centrale. Proprio qui la ragione trova il nodo più stretto da sbrogliare. Cito un esempio di responsabilità virtuale, quello della Regione Sicilia che per la protezione boschiva impegna una cifra 22 volte maggiore a quella del Veneto, e pur capendo che le criticità sono diverse da Regione a Regione, trovo piuttosto incomprensibile una spesa regionale annua di 1455 euro ad ettaro nella Regione del Governatore Lombardo a fronte dei 65 investiti qui in Veneto. Voglio anche rammentare gli oltre 10 mila forestali presenti nella Regione Calabria a fronte dei 700 Veneti. La riforma federale è quanto mai indispensabile, visto che la sussidiarietà, in un momento in cui dovrebbe essersi dimostrata spontanea è invece venuta meno, e spero pertanto che questa forma di riorganizzazione imprima a tutte le regioni il principio cardine attorno a cui essa ruota e cioè la responsabilità.

 

L'Assessore Conte incontra i consorzi di bonifica e gestori servizio idrico per modifiche alla legge 12/2009
 

Nel corso di un’incontro con i rappresentanti dei Soggetti Gestori del Servizio Idrico Integrato e dei Consorzi di bonifica l’assessore all’ambiente della Regione del Veneto, Maurizio Conte, ha illustrato nei dettagli quanto previsto dalla recente modifica alla L.R. 12/2009 in materia di bonifica e tutela del territorio. La modifica, approvata dal Consiglio regionale consente ai Consorzi di Bonifica di avviare, anche per il 2010, la riscossione dei contributi di bonifica dovuti dai proprietari degli immobili urbani serviti da pubblica fognatura. “La modifica di legge – ha precisato Conte – ha di fatto riconosciuto la richiesta di “moratoria” per quanto riguarda l’art 37 della Legge 12, che prevedeva l’esclusione dalla contribuzione consortile degli immobili urbani, qualora allacciati alla pubblica fognatura”. A questo proposito, Conte ha sottolineato che il Consiglio regionale ha però stabilito, per l’anno 2010, di esonerare dal pagamento di tale contributo gli immobili urbani interessati dagli eventi alluvionali dei primi giorni del mese di novembre. Inoltre, con il medesimo provvedimento il Consiglio Regionale ha individuato le scadenze a carico della Giunta regionale e dei Consorzi di bonifica per l’approvazione e l’applicazione delle direttive e per la redazione dei Piani di Classifica degli immobili ricadenti nel comprensorio consortile. L’assessore Conte si è impegnato ad approvare in via definitiva e a breve scadenza, tali Direttive, che costituiscono il presupposto per le future richieste di contributo da parte dei Consorzi di bonifica. Le precise indicazioni contenute in tali direttive consentiranno ai Consorzi di bonifica di procedere tempestivamente all’approvazione dei propri Piani di Classifica. Nel corso dell’incontro è stata raccolta la piena disponibilità dei rappresentanti dei Consorzi e dei Gestori a collaborare tra loro affinché, entro il 2011, venga completata l’individuazione degli immobili urbani allacciati alla pubblica fognatura, che consentirà l’esonero di tali beni dalla contribuzione per lo scolo delle relative acque.

 

La Giunta approva due finanziamenti per il ripristino delle coste venete
 

E’ di complessivi € 7.225.000 il finanziamento che la Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte, ha approvato con due distinti provvedimenti a favore dei Comuni costieri per interventi di ripristino degli arenili danneggiati dalle mareggiate e per il recupero e lo smaltimento del materiale spiaggiato. “Questi due provvedimenti – sottolinea l’assessore Conte – giungono in un momento particolare, in cui anche le nostre coste hanno subito ingenti danni a causa del maltempo eccezionale dei giorni scorsi, con litorali erosi dalle mareggiate e migliaia di tonnellate di materiale spiaggiato portato dai fiumi in piena. Sono finanziamenti che consentiranno la realizzazione di quegli interventi necessari non solo alla sicurezza dei territori, ma anche per garantire lo svolgimento della prossima attività turistica. Si tratta di questioni vitali per l’economia del nostro litorale, questioni per le quali incontrerò presto i Sindaci dei Comuni costieri per analizzare la situazione e definire con loro i prossimi interventi”. Dei due provvedimenti, uno, di € 7.025.000,00, riguarda il primo riparto delle assegnazioni previste dalla Legge finanziaria 2010 a favore dei Comuni costieri veneti per il ripristino degli arenili. In particolare al Comune di Porto Tolle sono stati assegnati € 950.000,00; Rosolina € 700.000,00; Chioggia € 1.100.000,00; Cavallino-Treporti € 200.000,00; Jesolo € 1.150.000,00; Eraclea € 350.000,00; Caorle € 1.000.000,00; San Michele al Tagliamento € 1.250.000,00. Oltre a tali assegnazioni, con il medesimo provvedimento è stato approvato un finanziamento di € 325.000 per un progetto della Direzione Difesa del Suolo della Regione per la ricerca di cave marine di sabbia da utilizzare per interventi di ripascimento dei litorali veneti erosi. Il progetto intende garantire notevoli quantitativi di sabbia da utilizzare anche per interventi strutturali di difesa delle coste. Per quanto riguarda il secondo provvedimento, che prevede un finanziamento di € 200.000, si tratta del riparto della cosiddetta “ecotassa”, ovvero del tributo per i rifiuti solidi urbani conferiti in discarica, una parte dei quali è stato destinato ai Comuni costieri per coprire le spese sostenute per la pulizia delle spiagge. Il provvedimento rientra nel programma di iniziative nel settore della tutela ambientale e in particolare alle attività di recupero di materie prime e della bonifica dei suoli inquinati. A questo scopo il finanziamento è stato ripartito oltre che in base ai criteri relativi alla lunghezza dell’arenile interessato dalla balneazione e al numero di presenze turistiche rilevate in ciascun Comune nell’anno 2009, anche in base al criterio relativo alla vicinanza dei litorali alle foci dei fiumi, che notoriamente contribuiscono ad aumentare l’apporto dei materiali spiaggiati. In base a questi criteri il finanziamento risulta così ripartito: al Comune di San Michele al Tagliamento € 30.795; Caorle € 31.797; Eraclea € 5.121; Jesolo € 32.898; Cavallino - Treporti € 33.617; Venezia € 22.679; Chioggia € 22.750; Rosolina € 16.851; Porto Viro € 1.555; Porto Tolle € 1.937

 

Maltempo. Sabato 20 Novembre incontro a Motta di Livenza con Assessori Regionali Conte, Manzato e Stival su messa in sicurezza del territorio
 

Anche l’Opitergino Mottense, in provincia di Treviso, ha patito pesanti danni in seguito all’alluvione che ha flagellato duramente il Veneto per una settimana a partire dal 31 ottobre scorso. Le cause principali, oltre all’eccezionale quantità di precipitazioni, sono peraltro riferibili ad una situazione idraulica che presenta debolezze da individuare e risolvere in maniera definitiva, definendo le priorità, così da evitare che il futuro riservi guai peggiori. “Oltre agli allagamenti – ha ricordato Manzato – a Motta sono stati evacuati l’ospedale e la casa di riposo, e non è la prima volta che accade. Il fatto è significativo rispetto all’analisi della situazione e alle decisioni da prendere”. Proprio della “messa in sicurezza idraulica del territorio” si parlerà nella sala consiliare del Municipio di Motta di Livenza sabato 20 novembre, nel corso di un incontro informativo promosso dall’assessore regionale all’agricoltura Franco Manzato e dal sindaco Paolo Speranzon. Alla riunione, convocata per le ore 18, sono stati invitati tutti gli amministratori della zona Opitergino Mottense. Saranno presenti all’incontro anche gli assessori regionali all’ambiente Maurizio Conte e alla protezione civile Daniele Stival.

 

 

calendario
lunedì 29
novembre
ore 10:00
Convegno Rovigo ATO ACQUA Corso Del Popolo 140, Rovigo
venerdì 26
novembre
ore 15:00
Verso il piano regionale dei rifiuti speciali Via Cal di Breda 116 - 31100 Treviso
venerdì 26
novembre
ore 12:00
Inaugurazione nuova Concessionaria di Auto 
De Bona
Corso Uruguay, Padova
venerdì 26
novembre
ore 06:45
Diretta TV
Telepadova 7 Gold
 
giovedì 25
novembre
ore 9:00
Convegno "Settimana Europea per la riduzione
dei Rifiuti"
c/o sede Dipartimento ARPAV
Via Santa Barbara 5/A Treviso

Hai un account google?
Ricevi il google calendar di Maurizio Conte 
 

Incontri sul territorio

archiviofoto
archiviofoto

Lunedì 15 novembre
Incontro sul Biogas

archiviofoto

Sabato 13 novembre
Camposampiero inaugurazione circonvallazione
 

archiviofoto

Martedì 09 novembre
Sopralluogo congiunto ai comuni alluvionati

 

archiviofoto

Martedì 09 novembre
Emergenza esondazione fiume Livenza
 

 

Opportunità finanziarie, concorsi regionali e B.U.R.

Di seguito, in aggiornamento, il notiziario delle opportunità finanziarie per l'anno 2010. Si rammenta che le novità sono evidenziate in giallo. Si sottolinea, infine, per maggior comprensione, che il file relativo delle opportunità finanziarie è stato suddiviso tra bandi pubblici e privati.

Lo scopo di queste mail sarà esclusivamente  di carattere informativo verso tutte le attività della Giunta e del Consiglio Regionale nonché su argomenti inerenti la politica locale e nazionale. Come cadenza di invio mi aspetto di non superare 1-2 mail al mese. Vi ricordo che questo sarà un ulteriore strumento  per recepire dai lettori consigli, suggerimenti e richieste. Gli indirizzi e-mail a cui viene spedita questa comunicazione provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio, o pubblicati in Internet, o da contatti personali. In ottemperanza alla vigente normativa sul trattamento dei dati personali, in ogni momento è possibile esercitare tutti i diritti previsti inclusa la richiesta di modifica o cancellazione dei dati presenti nell’archivio. Nel caso le nostre comunicazioni non fossero di vostro interesse o gradimento è possibile effettuare la cancellazione del proprio indirizzo e-mail dalla lista di distribuzione cliccando qui.

Non vedi bene questa mail? Guardala nel browser.