Newsletter Assessore all'Ambiente Regione Veneto Maurizio Conte
 Seguimi su
facebooktwitter youtube
editoriale

 Leggi l'ultima copia de
"La Voce della Gente Veneta"

news

notizie


Pontida 2011, comunicazione e strategie

notizie


Libia, è l'ora di levare le tende

notizie

Le regolarizzazioni ad personam del Comune di Padova

notizie

Referendum, una nuova e consapevole sensibilità

notizie

Difesa idraulica: a luglio conferenza di servizi per ex cava Bergamin nel trevigiano.

Incontri pubblici calendario
Opportunità finanziarie e concorsi regionali
Visita il mio sito web homepage
Scrivimi una mail mail
archiviofoto

 Raccolta fotografica
WEB

 
incontri nel territorio

 Raccolta fotografica
divisa per comune

Calendario incontri Web
Collegamenti
solealpi Lega Nord
solealpi Lega Nord Veneto
solealpi Lega Nord Padova
solealpi Movimento Giovani Padani
solealpi Radio Padania
solealpi Tele Padania

 

Pontida 2011, comunicazione e strategie
 

La prossima domenica 19 si terrà il raduno di Pontida (BG) momento di sintesi e trampolino per i nuovi input politici lanciati dagli esponenti federali e diretti ai moltissimi iscritti che vi parteciperanno. Anche in questa occasione i leghisti veneti sono pronti a giungere numerosi all’appuntamento che per tradizione accompagna i pensieri e le lotte degli iscritti durante l’estate e per quest’anno sono attese con ansia comunicazioni e strategie che dovrebbero definire con nuovo impulso gli obiettivi del Movimento. A livello nazionale i risultati elettorali hanno in qualche modo aperto un confronto con gli alleati, un dibattito propositivo e lungimirante che ha reso ancor più prioritario nell’agenda di governo il raggiungimento dell’assetto definitivo dell’impianto legislativo della riforma federalista. Un obiettivo imprescindibile che la Lega nei fatti vuole realizzare senza tentennamenti e dilungamenti, i compromessi programmatici a cui già è scesa e la coerenza di comportamento e lealtà fino ad ora adottati rimangono a garanzia del raggiungimento della madre di tutte le riforme.. Con molta probabilità verrà trattata la spinosissima questione della gestione della marea umana proveniente dal nord africa, argomento che il Ministro Maroni ha analizzato e gestito con la massima attenzione e coerenza, non ottenendo fino ad ora, per ragioni internazionali, il risultato prefissato di chiusura delle frontiere, ma che pare possa trovare via di scampo con la revisione del trattato di Schengen. Insomma la Lega di lotta e di Governo non si stanca del campo di battaglia, che in questo caso è un prato, quello di Pontida, , che da taluni viene definito sacro, ma che rimane il palcoscenico della politica del Movimento e di quella nazionale.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

Libia, è l'ora di levare le tende


La Libia non è poi lontana e i riflessi negativi del momento bellico e di disordini che sta ora vivendo si ripercuotono in maniera diretta sul nostro paese, dunque, immigrazione, scambi economici e di materie prime infliggono duri colpi sugli italiani già provati da un momento economico sfavorevole. L’appello lanciato dal Ministro Maroni in questi giorni (e che con molta probabilità verrà scandito a gran voce anche sul pratone di Pontida), che riguarda la richiesta della Lega Nord di non rifinanziare la missione Italiana in Libia ha un significato profondo di buon senso e reale distensione. Il dovere della NATO è anche quello di garantire giustizia nei processi di pace e di assicurare dei leali rapporti paritari tra gli stati membri. Probabilmente il pasticciaccio libico in cui si è ficcato il nostro paese si è dimostrato non legittimo e sbilanciato sin dalle prime fasi, quando Francia, Stati Uniti ed Inghilterra hanno voluto imprimere una dubbiosa velocità nell’intervento nordafricano. La composizione dell’esercito dei ribelli non è mai stata chiara come del resto le motivazioni addotte per l’entrata in guerra, gli oltre 20.000 immigrati che si sono riversati sulle coste siciliane per poi essere spalmati su tutto il territorio nazionale hanno ulteriormente rafforzato la convinzione della maggior parte degli italiani che questo, come molti altri, si è dimostrato un conflitto inutile ed ingiusto. Le risorse economiche che sono e saranno investite per appoggiare questa scelta vengono erose da capitoli ministeriali, come quelli del Ministero dell’Interno, che mai come ora, dovrebbero essere utilizzati per la sicurezza interna. Credo che la via diplomatica che potrebbe portare al voto sotto l’egida attenta dell’ONU potrebbe risultare uno strumento adeguato di democrazia e ragionevolezza e che l’Italia debba chiudere i battenti in fatto di presenza militare se non per il pattugliamento bilaterale che potrebbe essere decretato da un’adeguata moratoria al trattato di Schengen.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

Le regolarizzazioni ad personam
del Comune di Padova

 

Per l’Amministrazione Comunale di Padova i segnali di perdita di controllo, anche giuridico, sono ormai una prassi metodologica, ma quanto è successo lo scorso mercoledì con una delegazione di ben 3 Consiglieri Comunali del PD e le Associazioni legate a filo triplo con i Pedrini ha dello scandaloso. La rappresentanza comunale e i centri sociali, con a capo la Conigliera Rumena Nona Evgheine, ha accompagnato un gruppo di immigrati irregolari in una passeggiata patavina tra le istituzioni, impegnandosi poi a presentare una mozione in sede di Consiglio Comunale che obblighi Zanonato & Co. a regolarizzare la posizione degli stranieri nel nostro paese. La contraddizione è un carattere che contraddistingue il PD a cui ci si sta abituando, ma il fatto che degli amministratori pubblici spingano, anche con un atto formale e di valenza giuridica come una mozione consiliare, delinea a mio avviso addirittura un reato come quello di favoreggiamento all’immigrazione clandestina e se non fosse favoreggiamento si potrebbe ravvisare un incitamento o un’istigazione. Ricordo che solo qualche mese fa, quando ci fu un’analoga iniziativa con gli “arrampicatori della basilica del Santo”, addirittura i sindacati trovarono indifendibile la posizione degli irregolari e che allora come lo scorso mercoledì, i rappresentanti ecclesiastici non poterono fare alcunché. Sarà dunque mia premura chiedere ai Consiglieri Comunali del carroccio presenti a Palazzo Moroni di presentare una interrogazione che impegni la Giunta ed il Consiglio padovano a verificare se le azioni di regolarizzazione a cui puntano i Consiglieri del PD che strumentalmente vengono messe in scena sulla pelle degli immigrati, violano o meno la Legge. Se così non fosse pregherò le Amministrazioni comunali della provincia di spedire tutti gli extracomunitari irregolari all’ufficio anagrafe del Comune di Padova in quanto la nuova strada di regolarizzazione tramite i Consiglieri Comunali, nella Città del Santo è possibile.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

 

 

Referendum, una nuova
e consapevole sensibilità

 

Il voto referendario può trovare una molteplicità di interpretazioni, ogni partito, ogni comitato offre una lettura differente ai risultati che sottoforma percentuale forniscono un'unica esegesi numerica: gli elettori hanno voluto abrogare norme che ritenevano ingiuste. Per di più, con la predominanza di temi ambientali, chi ha votato ha voluto palesare una nuova e consapevole sensibilità e una coscienza sviluppata per la salvaguardia dell’habitat e per le risorse naturali. Questa volta chi si è recato alle urne l’ha fatto con la voglia di decidere autonomamente per argomenti, come quello dell’acqua o del nucleare, che sentono propri, un’occasione in cui non si doveva decretare un governo delegato a prendere decisioni, ma c’era la possibilità di essere protagonisti di una scelta, ed i Veneti, con un’affluenza tra le più alte in Italia, sono stati chiari: l’acqua nella gestione, come nella scelta delle tariffe dev’essere di tutti, e quindi, le amministrazioni comunali rimarranno assolute figure decisive anche in questo ambito. Per quanto riguarda la produzione nucleare sono fiero del referto Veneto, la radiografia ha evidenziato cittadini liberi da lottizzazioni politiche e inutili strumentalizzazioni, la nostra regione in fatto di produzione energetica ha già dato, se energia dovrà essere sarà dunque pulita e fornita da fonti rinnovabili. Nell’analisi percentuale si dimostra che la politica non è rimasta del tutto al margine delle decisioni, nel Veneto di centrodestra, con l’invito più volte esteso dal PdL ad andare al mare, il voto dei leghisti è stato decisivo. La prossima fase del Carroccio è di rivalutazione delle priorità, per la prossima domenica a Pontida i leader federali hanno già scaldato i motori per pronunciare alla base le nuove imprescindibili fasi che la politica italiana dovrà affrontare con celerità come il Federalismo e la questione immigrazione. Questo referendum ha generato soddisfazione negli iscritti come negli esponenti leghisti , la strada della partecipazione è ormai segnata, ambiente e controllo pubblico continueranno a rimanere ambiti di tutela del nostro Movimento.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

 

 

Difesa idraulica: a luglio conferenza di servizi per ex cava Bergamin nel trevigiano.
 

L’11 luglio prossimo è stata convocata presso il Genio Civile di Treviso una Conferenza di Servizi per la cassa di espansione che sorgerà presso l'ex cava Bergamin nel comune di Riese Pio X. Ne dà notizia l’assessore veneto alla difesa del suolo e all’ambiente Maurizio Conte, che sottolinea anche l’interessamento su questi temi del consigliere regionale Luca Baggio. Nell’ambito degli interventi finalizzati sia alla difesa idraulica del territorio, sia alla ricarica delle falde acquifere, la giunta regionale ha finanziato con circa due milioni di euro, assegnati al Consorzio di bonifica Piave, un progetto di sistemazione della ex cava Bergamin. “L’intervento – sottolineano Conte e Baggio - ha, in linea generale, due scopi: da un lato accogliere le acque del torrente Brenton quando dovesse verificarsi una situazione di piena; dall’altro provvedere a ricaricare la falda acquifera, dal momento che la zona presenta un terreno a forte permeabilità”. “In sede di Conferenza dei servizi – concludono Conte e Baggio - sarà esaminato il progetto definitivo, con le indicazioni per il completamento dell’intervento per la cassa di espansione che rientra a pieno titolo fra quelli individuati dalla Regione per contenere le gravi conseguenze di alluvioni come quella che ha colpito il Veneto tra la fine di ottobre e i primi giorni dello scorso novembre”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Luca Baggio
Consigliere Regionale e Presidente III Comm Cons Reg

 

 

 

 

calendario
venerdì 17
giugno
ore 16:30
Tavola rotonda: Il Veneto in terra Pontina "Veneti Pontini" Piazza Indipendenza 25, San Donà di Piave
venerdì 17
giugno
ore 18:00
50° anniversario dei servizi idrici della Castellana Via Callalta 14B, Riese Pio X (TV)
domenica 19
giugno
ore 11:00
Raduno Lega Nord
PONTIDA 2011
 
martedì 21
giugno
ore 11:00
Convegno di idraulica Urbana: Acqua e Città 2011 Santa Croce 191, Venezia
martedì 21 giugno
 ore 19:30
Incontro pubblico a Borghetto di Valeggio sul Mincio – Ponte Visconteo Borghetto Valeggio sul Mincio
venerdì 24
giugno
ore 20:10
Festa Lega Nord - Presso "Osteria Mattarana" via Mattarana 36, Verona
domenica 26
giugno
ore 11:30
Festa Lega Nord: "Ae Vae di Capretto" Campretto San Martino di Lupari (Pd)

Hai un account google?
Ricevi il google calendar di Maurizio Conte 
 

   
Spot Lega Nord Veneto youtube
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Elezioni Amministrative 2011
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Alluvione novembre 2011
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Interventi contro la disoccupazione
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Nuove imprese giovanili, Veneto
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Aiutiamo l'economia a ripartire
   

Incontri sul territorio

archiviofoto
archiviofoto

Mercoledì 08 giugno
Conferenza stampa Comitato di Coordinamento
RAEE (Rifiuti elettrici ed elettronici)

archiviofoto

Venerdì 23 maggio
Chiusura campagna elettorale ad Este (ballottaggio)

archiviofoto

Venerdì 18 maggio
Chiusura campagna elettorale ad Este

archiviofoto

Venerdì 13 maggio
Chiusura campagna elettorale ad Este

archiviofoto

Venerdì 13 maggio
Chiusura campagna elettorale ad Arzergrande

archiviofoto

Venerdì 6 maggio
Convegno Federalismo Fiscale a Tombolo dal tema:
"Federalismo Fiscale opportunità o necessità"

archiviofoto

Venerdì 6 maggio
Visita cantieri forestali in provincia di Belluno

archiviofoto

Venerdì 1 aprile
Incontro Lega Nord circoscrizione camposampierese:
"I VANTAGGI DEL FEDERALISMO"

 

Opportunità finanziarie, concorsi regionali e B.U.R.

Di seguito, in aggiornamento, il notiziario delle opportunità finanziarie per l'anno 2010. Si rammenta che le novità sono evidenziate in giallo. Si sottolinea, infine, per maggior comprensione, che il file relativo delle opportunità finanziarie è stato suddiviso tra bandi pubblici e privati.

Lo scopo di queste mail sarà esclusivamente  di carattere informativo verso tutte le attività della Giunta e del Consiglio Regionale nonché su argomenti inerenti la politica locale e nazionale. Come cadenza di invio mi aspetto di non superare 1-2 mail al mese. Vi ricordo che questo sarà un ulteriore strumento  per recepire dai lettori consigli, suggerimenti e richieste. Gli indirizzi e-mail a cui viene spedita questa comunicazione provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio, o pubblicati in Internet, o da contatti personali. In ottemperanza alla vigente normativa sul trattamento dei dati personali, in ogni momento è possibile esercitare tutti i diritti previsti inclusa la richiesta di modifica o cancellazione dei dati presenti nell’archivio. Nel caso le nostre comunicazioni non fossero di vostro interesse o gradimento è possibile effettuare la cancellazione del proprio indirizzo e-mail dalla lista di distribuzione cliccando qui.

Non vedi bene questa mail? Guardala nel browser.