Newsletter Assessore all'Ambiente Regione Veneto Maurizio Conte
Assessore all'Ambiente Regione Veneto
 Seguimi su
facebooktwitter youtube
editoriale

 Leggi l'ultima copia de
"La Voce della Gente Veneta"

news

notizie

Consegna del titolo di “Città” da parte del Ministro Maroni a San Martino di Lupari

notizie

Dal 19- 27 novembre “la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti”

notizie

L’Assessore all’Ambiente e il Presidente della III Commissione presentano la guida per gli studenti energia, il risparmio e’ possibile

notizie

Auditorium, dopo il niet della Fondazione l'amministrazione padovana rimane con un palmo di naso

notizie

Qualità dell’aria. Ass. Conte: dall’UE più attenzione per la pianura padana migliore della precedente

notizie

Acque minerali. Ass. Conte: ripartiti contributi fra comuni sede di impianti di imbottigliamento

notizie

Ghiacciai. Ass. Conte: nel Veneto sono sotto osservazione

notizie

Sicurezza a Padova? Il nuovo Questore Montemagno porta aria nuova

notizie

Intesa per progettazione cassa di espansione torrente Tesina nel vicentino

Incontri pubblici calendario
Opportunità finanziarie e concorsi regionali
Visita il mio sito web homepage
Scrivimi una mail mail
archiviofoto

 Raccolta fotografica
WEB

 
incontri nel territorio

 Raccolta fotografica
divisa per comune

Calendario incontri Web
Collegamenti
solealpi Lega Nord
solealpi Lega Nord Veneto
solealpi Lega Nord Padova
solealpi Movimento Giovani Padani
solealpi Radio Padania
solealpi Tele Padania

 

Consegna del titolo di “Città” da parte del Ministro Maroni a San Martino di Lupari – sabato 12 novembre 2011
 

San Martino di Lupari, sabato 12 novembre, è stata protagonista della propria identità, il Ministro dell’Interno Roberto Maroni ha partecipato al consiglio comunale straordinario convocato per la consegna di un’oreficeria che aggiunto lustro al Comune: quella di Città. “Un riconoscimento che gratifica la lungimiranza e l’attaccamento al territorio dei Luparensi che amministriamo, – dichiarano il Primo Cittadino Gerry Boratto e l’Assessore Regionale Veneto Maurizio Conte – questo riconoscimento, decreto della Presidente della Repubblica, è arrivato a fronte di una forte valorizzazione degli aspetti storici, artistici, culturali, naturalistici e civili che connotano il nostro Comune”. Nell’occasione sono stati moltissimi i cittadini a partecipare a questa cerimonia, “esprimiamo la massima soddisfazione per questo traguardo raggiunto - dichiarano Conte e Boratto - San Martino di Lupari è in continuo sviluppo e questo riconoscimento ne è la prova tangibile”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Gerry Boratto
Sindaco Comune San Martino di Lupari

 

Dal 19- 27 novembre “la Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti” Europa e Veneto puntano alla ‘prevenzione’
 

Promuovere azioni per ridurre i rifiuti in tutta l’Europa, accrescere la consapevolezza sulle politiche europee e nazionali in materia ambientale e sottolineare le connessioni esistenti tra riduzione dei rifiuti, sviluppo sostenibile e lotta contro i cambiamenti climatici sono alcuni degli obiettivi della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti che quest’anno celebra in tutta Europa dal 19 al 27 novembre la sua terza edizione. ‘Prevenire è meglio che curare’ potrebbe essere lo slogan migliore per questa campagna di comunicazione ambientale , nata nell’ambito del Programma LIFE+ della Commissione Europea , e che agisce sulla produzione e sulla raccolta dei rifiuti. Il Veneto ancorchè a buon punto su questo fronte, si prefigge di migliorare ulteriormente. “Come ormai è noto a tutti il Veneto è a primi posti a livello nazionale per la gestione dei rifiuti urbani, che supera da quattro anni l’obiettivo del 50% stabilito dal Piano Regionale Rifiuti – afferma Maurizio Conte, assessore alle politiche ambientali del Veneto e aggiunge – stiamo parlando di una raccolta differenziata di qualità che arriva al recupero di oltre la metà di quanto viene raccolto e che è garantita dai controlli dell’Osservatorio Regionale Rifiuti di ARPAV”. I principali elementi di successo, che hanno contribuito al raggiungimento degli obiettivi sia nazionali che regionali, sono stati la capillare diffusione della raccolta separata della frazione organica, la raccolta domiciliare anche delle frazioni secche riciclabili, l’elevata presenza nel territorio di centri di raccolta, lo sviluppo notevole dell’industria del recupero e del riciclo e la pratica del compostaggio domestico soprattutto nelle realtà rurali e montane. Tutti questi aspetti ormai consolidati permettono al Veneto di guardare con assoluta tranquillità alle nuove strategie e obiettivi previsti dalle direttive comunitarie, recentemente recepite a livello nazionale. In particolare la strategia dell’Unione Europea è basata sulla prevenzione e il riciclaggio dei rifiuti. Tale approccio permette di considerare i rifiuti non solo come una fonte d'inquinamento da ridurre ma anche come una potenziale risorsa da sfruttare. Il futuro della gestione dei rifiuti urbani veneti ha quindi ora due importanti obiettivi: la riduzione della quantità e pericolosità dei rifiuti e la promozione del riciclaggio. “Si tratta di un percorso difficile, in salita – aggiunge Conte - ma sicuramente stimolante, e sul quale il Veneto si è già messo in cammino”. Nell’ambito della prevenzione sono già presenti nel territorio numerose iniziative, quali: pannolini lavabili ed eco sagre, l’uso dell’acqua del rubinetto, l’uso di borse riutilizzabili, mercatini dell’usato, prodotti alla spina e del vuoto a rendere. Si deve aggiungere il compostaggio domestico che non è più solo un’iniziativa ma una pratica diffusa e consolidata. Nell’ambito del riciclaggio si può già contare su una rete impiantistica ampiamente adeguata a soddisfare il fabbisogno veneto e soprattutto sulle capacità dell’imprenditoria locale. La Regione inoltre ha voluto essere d’esempio anche nei propri uffici deliberando, su proposta dell’assessorato all’ambiente nel febbraio di quest’anno ’10 azioni ambientali per limitare l’uso della carta negli uffici regionali’ (Dgr 169 del 22.2.2011) per contenere i costi della spesa pubblica e la produzione di rifiuti. Fra le regole del decalogo vi è il riutilizzo della carta già stampata, l’impostazione di fotocopiatori e stampanti di rete con la funzione fronte retro e l’impiego per documenti non ufficiali un carattere a basso consumo. Il sito ufficiale della Settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti è http://www.ewwr.eu, altre informazioni si trovano su www.arpa.veneto.it, l’Agenzia per l’Ambiente infatti dedica una sezione specifica alla campagna.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

L’Assessore all’Ambiente e il Presidente della III Commissione presentano la guida per gli studenti energia, il risparmio e’ possibile. Ass. Conte e consigliere Baggio: “iniziamo dai giovani ad insegnare i comportamenti virtuosi”
 

Riutilizzare l’acqua domestica per annaffiare le piante d’appartamento, ma anche non eccedere nelle quantità di detersivo e lavarsi i denti aprendo il rubinetto solo per il tempo necessario. Piccoli accorgimenti, ma essenziali per evitare sprechi di risorse energetiche ed intraprendere un percorso di risparmio consapevole. Sono alcuni dei contenuti delle “Linee guida al risparmio energetico” , una mini-guida che nei prossimi giorni sarà distribuita a 7.634 studenti di 26 scuole medie del Trevigiano e del Padovano. Una iniziativa sperimentale, attuata per la prima volta dall’assessore all’Ambiente Maurizio Conte e dal presidente della Commissione Attività produttive Luca Baggio, per sensibilizzare sul consumo e sul risparmio di energia a partire dai più giovani. Le Linee guida sono state presentate oggi a Palazzo Ferro Fini dai due esponenti leghisti, come prima tappa di una campagna di sensibilizzazione a partire dall’età adolescenziale per una maggior educazione contro gli sprechi. “L’opuscolo vuole essere uno strumento utile per informare i nostri studenti su quanto sia importante limitare i consumi energetici, attraverso piccoli e semplici accorgimenti – hanno dichiarato Conte e Baggio -. Con questo spirito la pubblicazione è rivolta agli alunni delle scuole secondarie di primo grado, usando un linguaggio semplice e diretto sia a loro che alle loro famiglie. I più giovani hanno infatti una particolare sensibilità su questi temi: ci piace pensare che potranno essere proprio loro, partendo da questa mini-guida, a dare dei suggerimenti di risparmio energetico ai loro genitori e tra qualche anno ad attuarli in prima persona”. “Accendere il risparmio e spegnere lo spreco - scrive nella presentazione della brochure l’assessore Conte – perché risparmiare energia con le piccole azioni di tutti i giorni non è solo una buona norma ed una forma di rispetto per l’ambiente, ma anche una convenienza per il nostro portafoglio”. “Pensiamo al nostro futuro - gli fa eco il presidente Baggio -: eliminiamo gli sprechi e limitiamo i consumi. Bastano alcuni piccoli accorgimenti per mantenere un ambiente sano e vivibile, risparmiando. I piccolo gesti di oggi saranno grandi vantaggi per il domani”. “Una iniziativa lodevole, che dimostra la sensibilità dei nostri amministratori regionali verso una tematica fondamentale com’è il risparmio energetico. Il futuro dei nostri figli passa necessariamente attraverso l’educazione al consumo consapevole che porterà ad un ambiente migliore”, hanno dichiarato il vicesindaco di Castelfranco Stefano Marcon e l’assessore Romeo Rosin, presenti oggi a Palazzo Ferro Fini. Le scuole coinvolte sono le Medie statali e parificate di Castelfranco, Resana, Loria, Castello di Godego, Riese Pio X, Asolo, Fonte, San Zenone, Vedelago, Altivole in provincia di Treviso, e di Tombolo, S. Martino di Lupari, Galliera, Cittadella, Villa del Conte, S. Giustina in Colle, S. Pietro in Gù, Carmignano di Brenta, Fontaniva, Loreggia, Camposampiero in provincia di Padova.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

Luca Baggio
Consigliere Regionale Veneto

 

Auditorium, dopo il niet della Fondazione l'amministrazione padovana rimane con un palmo di naso
 

La Fondazione Cassa di Risparmio ha deciso di non stanziare il cospicuo contributo di 35 milioni di euro per la realizzazione del nuovo auditorium padovano. E’ un diritto della Fondazione non stanziare alcun euro visto che di impegni formali non ne sono stati siglati, come sarebbe stato un dovere da parte dell’Amministrazione comunale avere certezza di questa entrata. Dico un dovere perché le risorse a disposizione degli enti locali di questi tempi sono da utilizzare con le massime certezze, in questo caso l’avventatezza sognante di Zanonato ha generato un sperpero di ben 190.000 euro per gli studi ed i carotaggi in un terreno che probabilmente mai vedrà la realizzazione di alcuna opera. In fatto poi di concertazione sulla gestione della struttura c’è da evidenziare ancora una volta il mancato coinvolgimento della Fondazione, cosa che, per la convinzione del Sindaco di riuscire a mantenere una simile struttura considerandola alla stregua del Centro San Gaetano, ha portato ad una doverosa marcia indietro da parte del Presidente Finotti. Prendere atto che la soluzione stia nel creare un'unica realtà che comprende auditorium e Centro Congressi sia il binario su cui immettersi, con buona pace per Zanonato e la sua ennesima figuraccia fatta di fronte ai padovani.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

Qualità dell’aria. Ass. Conte: dall’UE più attenzione per la pianura padana
migliore della precedente

 

Un Memorandum d’intesa fra le Regioni europee del gruppo di lavoro Qualità dell’Aria AIR (Air-quality Initiative of Regions), con l’impegno a lavorare attivamente per offrire delle risposte concrete alle criticità emerse in materia di qualità dell’aria “in un'ottica europea e con lo spirito di coniugare sviluppo economico e sostenibilità”, è stato firmato a Bruxelles in occasione della conferenza “La sfida sulla Qualità dell’aria: una prospettiva regionale” presso il Comitato delle Regioni. Il documento è stato sottoscritto da 12 Regioni europee tra cui il Veneto, con l’assessore regionale alle politiche ambientali Maurizio Conte, le tre Regioni del bacino padano (Piemonte, Lombardia ed Emilia-Romagna) e altre realtà come il Baden Wurttemberg, le Fiandre e la Catalogna. Queste Regioni - che rappresentano quasi 90 milioni di cittadini europei e oltre un quinto del PIL dell'UE – si sono confrontate con i rappresentanti della Commissione Europea evidenziando le migliori pratiche messe in atto da ciascuna Regione e le problematiche alle quali l’attuale revisione della Direttiva sulla Qualità dell’Aria dovrà rispondere. L’assessore veneto Conte ha sostenuto che la priorità per la futura direttiva europea dovrebbe essere quella di “promuovere una maggiore integrazione tra le politiche europee in tema di tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, perché troppo spesso esse sono in conflitto tra di loro”. L’assessore ha inoltre ribadito la necessità che la Commissione Europea riservi un’attenzione particolare al territorio padano date le specifiche condizioni morfologiche che rendono più difficile, rispetto ad altri, il raggiungimento dei parametri europei. ' “L'obiettivo dell'accordo sottoscritto – ha sottolineato Conte – è proprio quello di mettere in evidenza le peculiarità di ciascun territorio. Questo significa anche prevedere una pianificazione di attuabilità nel tempo, collegata agli investimenti e alle azioni che poi le Regioni dovranno mettere in atto”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

Acque minerali. Ass. Conte: ripartiti contributi fra comuni
sede di impianti di imbottigliamento

 

Un milione e 350 mila euro sono stati ripartiti dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore all’ambiente e al ciclo dell’acqua Maurizio Conte, come contributo di compensazione dei danni provocati nei comuni in cui hanno sede gli impianti di imbottigliamento di acque minerali e nei comuni contermini. Prima di diventare definitivo, sul programma di riparto 2011 dovrà esprimersi la competente commissione del consiglio regionale. Il contributo è di poco più di un milione di euro suddiviso fra sei comuni sede di impianti (Scorzè, S. Giorgio in Bosco, Recoaro Terme, Posina, Torrebelvicino, Valli del Pasubio) in base alla quantità di imbottigliato e di 330 mila euro ripartiti in egual misura (15 mila euro ciascuno) fra 22 comuni contermini.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

Ghiacciai. Ass. Conte:
nel Veneto sono sotto osservazione

 

La neve e le temperature rigide sono indispensabili per la vita dei ghiacciai, che si stanno progressivamente riducendo. A ricordarlo è l’assessore regionale all’ambiente che sottolinea come con le intense piogge dell’ultima perturbazione che ha colpito con particolare intensità la Liguria e la Toscana, ma che non ha certo risparmiato le montagne venete, è arrivata anche la neve alle quote più elevate. “Una nevicata – aggiunge - che, anche se non eccezionale, dovrebbe finalmente dare il via all’inverno alpino, con la speranza che le precipitazioni nevose siano abbondanti al fine di garantire una indispensabile riserva di acqua per la prossima stagione estiva. La neve non è solo risorsa idrica, ma è anche un elemento importantissimo per il turismo invernale e per l’industria dello sci, che richiede piste ben innevate, meglio se con il prodotto naturale piuttosto che con quello artificiale sparato dai cannoni”. “La neve – prosegue Conte - rappresenta ancora un fattore indispensabile di conservazione di quel paesaggio naturale costituito dei ghiacciai, presenti nella nostra regione all’interno dei diversi gruppi dolomitici. Nelle Dolomiti infatti, pur non essendoci la presenza di fasce altimetriche mediamente molto elevate, anche se si contano innumerevoli cime che superano i 3000 metri di quota, vi sono numerosi ghiacciai, anche se non tutti grandi e famosi come quelli della Marmolada o dell’Antelao. Nell’intera regione dolomitica, suddivisa tra Veneto e Trentino Alto Adige, sono state censite oltre una ottantina di formazioni riconosciute come ghiacciai o glacionevati. Ce lo dice l’ARPAV che ha cominciato fin dal 1982 una campagna di monitoraggio sui territori di alta quota soprattutto finalizzata a individuare e misurare le masse gelate delle Dolomiti”. “Un lavoro di grande interesse – commenta Conte - che si è protratto nel tempo e culminato nell’aggiornamento del Catasto dei Ghiacciai portato a termine nell’estate del 2009, dopo ben 27 anni di monitoraggi. Da questi studi si è potuto capire come, purtroppo, quei mutamenti climatici iniziati repentinamente attorno alla metà degli anni ’80 abbiano influenzato in maniera negativa i nostri ghiacciai che, da allora, sono andati via via riducendosi, con arretramenti vistosi delle fronti, diminuzioni drastiche di area e di spessore, fino a giungere a qualche definitiva scomparsa. Un fenomeno affascinante che vale la pena di seguire con attenzione, ma anche preoccupante per i segnali che in questo modo il clima ci sta inviando”. “Ora, stiamo assistendo ad una diminuzione delle precipitazioni medie invernali – conclude Conte - ma con un andamento che sovente presenta situazioni opposte da un inverno all’altro. Così come pure i cicli pluviometrici estivi che, con temperature sempre più elevate, determinano una forte fusione della massa gelata, specialmente nel periodo di fine estate-inizio autunno, quando più forte è l’ablazione sui ghiacciai che hanno già perso la copertura della neve invernale. La speranza è dunque per un inverno nevoso, non solo per sostenere turisticamente il periodo natalizio, ma anche perché sulle nostre montagne si ricostituiscano le riserve di acqua per soddisfare il fabbisogno della prossima estate”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

Sicurezza a Padova? Il nuovo Questore Montemagno porta aria nuova
 

I trascorsi in fatto di sicurezza a Padova non promettevano nulla di buono per la tutela dell’ordine pubblico. Ma pare che qualcosa, o meglio qualcuno, abbia la forte convinzione che questa Città meriti più rispetto e decoro. Mi riferisco al nuovo Questore Vincenzo Montemagno che sin dall’inizio del proprio mandato, senza proporre improbabili reclame risolutive si è applicato con umiltà e modestia nella risoluzione delle questioni più cronicizzate legate all’ambito della sicurezza. Gli effetti dei numeri dei rimpatri e degli allontanamenti ancora non sono visibili in quanto il paziente lavoro di deterioramento cittadino dovuto all’accoglienza tout cuor di Zanonato hanno reso molti quartieri delle roccaforti straniere ma, quello intrapreso dal nuovo Questore è il corretto tragitto per rivedere finalmente la nostra Padova, accogliente ma rispettosa delle regole. Zanonato, Rossi e Carrai nel frattempo pensano a risolvere il problema della criminalità straniera con canti, balli, poesie e statue, ad ognuno i propri sistemi.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

Intesa per progettazione cassa di espansione torrente Tesina nel vicentino
 

E’ stato firmato oggi l’atto di intesa tra Regione, Confindustria Vicenza e Comune di Torri di Quartesolo (Vicenza) per la definizione dei reciproci impegni nell’ambito della collaborazione finalizzata alla predisposizione della progettazione preliminare della cassa di espansione del fiume Tesina. “L’intervento – sottolinea in proposito l’assessore regionale alla difesa del suolo Maurizio Conte – è stato previsto nell’elenco dei primi interventi di mitigazione del rischio idraulico, in seguito all’alluvione che ha colpito il Veneto tra ottobre e novembre 2010. Tra i bacini di laminazione è stata infatti inserita anche la realizzazione di un’opera di invaso sul fiume Tesina in località Marola, in Comune di Torri di Quartesolo, a difesa della città di Padova e dei territori del bacino del Bacchiglione tra Vicenza e Padova”. I vertici di Confindustria Vicenza hanno proposto alla Regione di far predisporre, a propria cura e spese, questa progettazione preliminare, prospettando, altresì, l’intenzione di provvedere anche alla progettazione definitiva. La proposta è stata favorevolmente accolta e ora formalizzata con questo protocollo in base al quale Confindustria Vicenza si impegna a predisporre a proprie spese la documentazione tecnica necessaria per l’elaborazione del progetto preliminare relativo ai lavori di costruzione della cassa di espansione; la Regione si impegna a redigere il progetto sulla scorta della documentazione tecnica fornita, alla sua validazione e alla sua approvazione; il Comune di Torri di Quartesolo si impegna a fornire ai progettisti incaricati da Confindustria Vicenza tutta l’assistenza necessaria al più efficace e rapido espletamento dell’incarico. Il termine per la consegna alla Regione degli elaborati da parte di Confindustria Vicenza è stabilito in 120 giorni.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

 

calendario
venerdì 18
novembre
ore 21:00
Vigonza 2012: "Possibili scenari per il nostro futuro" Teatro Comunale, Piazzale Zanella, Vigonza (PD)
venerdì 25
novembre
ore 20:45
Convegno: "Dal piano rifiuti regionale alla raccolta differenziata di Selvazzano Dentro" Via Colombo 2, Selvazzano Dentro (PD)
lunedì 28
novembre
ore 10:30
Convegno
"La Montagna Veneta"
Corte Benedettina di Legnaro (PD)
lunedì 28
novembre
ore 20:30
Incontro pubblico: Caccia in deroga - presso Agriturismo "Il Pozzo" via Villafranca 2, Piazzola sul Brenta (PD)
martedì 29
novembre
ore 16:30
Convegno: "Come combattere il rischio idrogeologico" Sede Confindustria, Corso Palladio 13, Vicenza

Hai un account google?
Ricevi il google calendar di Maurizio Conte 
 

 

   
Video Maurizio Conte youtube
Clicca qui per visualizzare il filmato
Filmato Consegna del titolo di Città a San Martino
di Lupari da parte del Ministro Roberto Maroni

 

Spot Lega Nord Veneto youtube
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Elezioni Amministrative 2011
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Alluvione novembre 2011
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Interventi contro la disoccupazione
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Nuove imprese giovanili, Veneto
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Aiutiamo l'economia a ripartire
   

Incontri sul territorio

archiviofoto
archiviofoto

Sabato 12 novembre
Consegna titolo di CITTA' a S.Martino di Lupari
dal Ministro Roberto Maroni

archiviofoto

Giovedì 10 novembre
Convegno THE CHALLENGE OF
AIR QUALITY A REGIONAL PERSPECTIVE

archiviofoto

Giovedì 3 novembre
Accordo per ottimizzare le attività di
riduzione e recupero dei rifiuti urbani

archiviofoto

Domenica 9 ottobre
Inaugurazione restauro chiesetta e
rifacimento due ponti palude di Onara

archiviofoto

Giovedì 28 settembre
Inaugurazione impianto fotovoltaico interporto Padova

archiviofoto

Giovedì 22 settembre
Inaugurazione delivellamento intersezione sr. 53 Cittadella

archiviofoto

Domenica 18 settembre
Festa dei Popoli Padani 2011 Venezia

archiviofoto

Sabato 10 settembre
Inaugurazione sede Lega Nord Sezione Conselve

archiviofoto

Lunedì 5 settembre
Incontro pubblico Festa dell'Agricoltura

archiviofoto

Mercoledì 27 luglio
Conferenza stampa con ARPAV e Capitaneria di Porto di Venezia

 

Opportunità finanziarie, concorsi regionali e B.U.R.

Di seguito, in aggiornamento, il notiziario delle opportunità finanziarie per l'anno 2010. Si rammenta che le novità sono evidenziate in giallo. Si sottolinea, infine, per maggior comprensione, che il file relativo delle opportunità finanziarie è stato suddiviso tra bandi pubblici e privati.

Lo scopo di queste mail sarà esclusivamente  di carattere informativo verso tutte le attività della Giunta e del Consiglio Regionale nonché su argomenti inerenti la politica locale e nazionale. Come cadenza di invio mi aspetto di non superare 1-2 mail al mese. Vi ricordo che questo sarà un ulteriore strumento  per recepire dai lettori consigli, suggerimenti e richieste. Gli indirizzi e-mail a cui viene spedita questa comunicazione provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio, o pubblicati in Internet, o da contatti personali. In ottemperanza alla vigente normativa sul trattamento dei dati personali, in ogni momento è possibile esercitare tutti i diritti previsti inclusa la richiesta di modifica o cancellazione dei dati presenti nell’archivio. Nel caso le nostre comunicazioni non fossero di vostro interesse o gradimento è possibile effettuare la cancellazione del proprio indirizzo e-mail dalla lista di distribuzione cliccando qui.

Non vedi bene questa mail? Guardala nel browser.