Newsletter Assessore all'Ambiente Regione Veneto Maurizio Conte
Assessore all'Ambiente Regione Veneto
 Seguimi su
facebooktwitter youtube
editoriale

 Leggi l'ultima copia de
"La Voce della Gente Veneta"

news

notizie

MONNEZZA SOTTO IL VESUVIO, IL DANNO D'IMMAGINE E' PER UN INTERO PAESE !

notizie

I PROF DANNO VOTI TROPPO BASSI: ASSESSORE PIRON DIMETTITI !!

notizie

PREDONI DELL'ALTA PADOVANA, BASTA GARANTISMO

notizie

GRECIA E SUD ITALIA, PREOCCUPANTI PARALLELI, E’ IL MOMENTO DEL DOVERE !

notizie

COPPOLA E CONTE: “PORTO DI PILA PRIORITÀ REGIONALE”

notizie

NUOVE REGOLE PER IL PERMESSO DI SOGGIORNO, PROMOZIONALE DI UN GOVERNO DI SINISTRA A MATRICE CATTOLICA

notizie

SISTEMAZIONE ARGINALE SELVAZZANO

notizie

SISTEMAZIONE ARGINALE CERVARESE

notizie

COMPATIBILITÀ AMBIENTALE FAVOREVOLE PER NUOVO IMPIANTO IDROVORO ALTIPIANO

notizie

SIGLATO IN REGIONE ACCORDO SU INDENNIZZI PER TERRENI DA DESTINARE ALLA LAMINAZIONE DELLE PIENE

notizie



PIRON DIMETTITI

notizie

LIBERALIZZAZIONI: EMEDAMENTI SOCIETA’ RIFIUTI VENETE; CONTE “LI SOSTERREMO ANCHE A LIVELLO NAZIONALE”

Incontri pubblici calendario
Opportunità finanziarie e concorsi regionali
Visita il mio sito web homepage
Scrivimi una mail mail
archiviofoto

 Raccolta fotografica
WEB

 
incontri nel territorio

 Raccolta fotografica
divisa per comune

Calendario incontri Web
Collegamenti
solealpi Lega Nord
solealpi Lega Nord Veneto
solealpi Lega Nord Padova
solealpi Movimento Giovani Padani
solealpi Radio Padania
solealpi Tele Padania

MONNEZZA SOTTO IL VESUVIO,
IL DANNO D'IMMAGINE
E' PER UN INTERO PAESE !

 

Sulla vicenda della foto inserita nel sito web comunale di Mestrino troviamo che ci sia un paradosso in evidenza, quello di chi si sente a priori in difetto. De Magistris pensiamo possa aver dato nuovo impulso alla Città partenopea ma che lui ed il suo consigliere pidiellino dimostrino risentimento per una condizione a cui Napoli ci ha abituato da decenni lo riteniamo francamente fuori luogo. La sezione del sito comunale dove veniva riportata un’immagine di una distesa infinita di rifiuti sotto un monte (poi riconosciuto il Vesuvio), è stata sviluppata per dare comunicazione del nuovo calendario per la raccolta differenziata. Mestrino, per inciso è stato riconosciuto a livello nazionale “Comune riciclone”. La foto inserita la si trova, senza specifica alcuna, digitando “monnezza” o “rifiuti” su qualsiasi motore di ricerca noto, e tra i primi risultati che emergono, c’è proprio quella incriminata, senza però alcuna specifica territoriale. Benché fosse anche un fotomontaggio, non è riportata la località, pertanto questa focosa coda di paglia che si è sfogata su Mestrino non meritava nemmeno le spiegazioni dal primo cittadino. Se davvero le condizioni della Città campana sono cambiate, invitiamo il Sindaco a darne adeguata pubblicizzazione, perché l’immaginario nazionale, forse ingenuamente, pensa a Napoli come ad una Città che della raccolta differenziata ne ha fatto esclusivamente un business, facendo esplodere periodicamente l’emergenza. Il danno d’immagine lo sta subendo il nostro paese ormai da anni, le buone intenzioni di De Magistris e la sua squadra sono un buon inizio, ma i finanziamenti e contributi statali ed europei arrivati (nel silenzio più assordante) a questa nuova Giunta per cercare di rimediare a questo problema cronico, ci ricordano qualcosa di già vissuto: tanti, tanti euro per tamponare gestioni milionarie quanto mai opache. Chissà da chi verranno saldati questi prestiti, e chissà poi qual è realmente l’immagine che ha subito un danno, quella di Mestrino o quella di Napoli?

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

Gianluigi Toffanin
Assessore all’Ambiente Comune di Mestrino

 

I PROF DANNO VOTI TROPPO BASSI: ASSESSORE PIRON DIMETTITI !!
 

Per fortuna di alunni ed insegnanti la mortificazione si trova solo nell’assessorato alle Politiche scolastiche del Comune. Un giudizio come quello espresso da Piron nei confronti degli insegnanti è inappropriato ed offensivo, è come se Carrai, con la delega alla Sicurezza, si fosse permesso di bacchettare gli Agenti di Polizia Municipale avvallando la mortificazione degli automobilisti nel ricevere sanzioni elevate a fronte di comportamenti stradali scorretti. Una triste pagina della politica padovana che a mio avviso dovrebbe concludersi con le dimissioni dell’Assessore stesso. Piron parla di mortificazione ed umiliazione degli studenti nel ricevere votazioni basse. Uno scempio per un amministrazione locale che “boccia” gli insegnanti della Città che non concedono a priori un giudizio elevato. Piron con questa sua gelida sparata catapulta Padova negli anni ’70, dove il 6 politico riempiva gli slogan di piazza e dove il principio meritocratico diveniva un valore su cui soprassedere. Istituzione del registro delle coppie di fatto, testamento biologico, consiglieri comunali stranieri eletti al di fuori delle elezioni amministrative, ed ora questa amministrazione si sente in diritto di mettere alla gogna il corpo docente cittadino facendo capire che il loro mestiere lo fanno male: più che all’etica, alla morale e all’educazione professionale è il caso che Zanonato & C si occupino dei propri cittadini, magari anche di quelli che a Padova sono nati. Esprimo perciò piena solidarietà a tutti gli insegnanti infangati dal delirio di onnipotenza di questo Assessore Comunale che però si sente più un Ministro. E’ la selezione che fa emergere gli alunni migliori, il voto basso (visto che esiste ci sarà pure un motivo) serve a colpire la coscienza dello studente in previsione di una reazione produttiva, la linea di Piron è quanto di più antieducativo si potesse esprimere.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

PREDONI DELL'ALTA PADOVANA, BASTA GARANTISMO
 

Il veloce rilascio dei predoni dell’Alta padovana lascia sgomenti. Anche di fronte a prove inconfutabili il giudice non ha ritenuto che questi criminali seriali dovessero rimanere dietro le sbarre. Non sono bastati nemmeno la flagranza di reato, la mancanza di reddito ne quella di residenza. Ê l'ennesimo caso di INgiustizia che andrà a colpire le solite vittime e cioè i liberi cittadini e il tessuto produttivo rappresentato in questo caso dagli esercenti: ma se il parere giudiziario fosse stato poco consono al caso nessuno ne farà le spese, se non, ribadisco, la nostra gente. Credo che il periodo di carcerazione, anche preventivo, sarebbe stato più opportuno in questo caso, anche per approfondire con maggiore attenzione e scrupolo la condotta precedente dei soggetti al fine di valutarne con la dovuta congruità la potenziale carriera . In questo caso si prefiggono gli elementi sia di reiterazione del reato che di pericolosità sociale, ma forse per la giustizia gli elementi in possesso sono diversi ed il caso meritava il "liberi tutti" fatto sta che anche quei criminali che vengono beccati con le mani nel sacco la libertà rimane un diritto. E se il giudicante ha sbagliato nessuno pagherà.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

GRECIA E SUD ITALIA, PREOCCUPANTI PARALLELI, E’ IL MOMENTO
DEL DOVERE !

 

Altro che turismo, il salvagente di cui ha bisogno la Grecia è di ben altra natura e solidità. La penisola ellenica, 4 milioni di abitanti, ha 750 mila dipendenti dello Stato, con casi emblematici come quello dei 50 autisti per auto blu, o quello delle 40 mila pensionate da mille euro al mese perché figlie nubili di funzionari statali deceduti. La pensione arriva a 55 anni per gli uomini e a 50 se sono donne per musicisti di strumenti a fiato, parrucchieri e presentatori televisivi. La disoccupazione è oltre il 20%. Lo stipendio medio per un dipendente Statale era di 1.300 euro, ad oggi si viaggia appena sui 850 euro mensili e la previsione è di sprofondare fino ai 6/700; sono state inoltre eliminate quattordicesima e bonus, ed hanno posticipato la pensione. Un salasso insormontabile per coloro che avevano negoziato un mutuo basandosi su importi che ora di certo non avranno in disponibilità. E per il nostro Paese? Su 23.000.000 di lavoratori, i dipendenti pubblici sono circa di 3.5 milioni, le pensioni baby sono circa 550.000, liquidate a lavoratori con età inferiore ai 50 anni. Ben 6,2 miliardi di euro vengono spesi per pagare pensioni ad anziani stranieri che mai hanno lavorato in Italia. L’eurozona ci vede secondi sul podio nero dell’economia solo dopo la Grecia. Cosa desumo? Penso che i controlli della Finanza compiuti a Napoli hanno sollevato un tappeto che non copriva semplice polvere ma un’intera discarica di irregolarità, si parla di un 82% di evasione accertata e addirittura dell’assenza di registratori di cassa, condizione che qui al nord è una vistosa eccezione ma che nel meridione diviene regola per milioni di lavoratori. Di questi tempi è necessario che ognuno di noi contribuisca allo sviluppo del paese, che i doveri vengano anteposti ai diritti sviluppando nelle coscienze di tutti il senso di responsabilità e di rispetto delle regole, in questo caso, quelle dello Stato e dell’Agenzia delle Entrate. La Grecia ha un indice di impiego statale molto vicino a quello del nostro sud, la cinghia andrà stretta di più specie dove la cura dimagrante mai ha avuto inizio.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

COPPOLA E CONTE: “PORTO
DI PILA PRIORITÀ REGIONALE”

 

“E' noto da tempo e ai blocchi di partenza il progetto da me fortemente voluto, e sostenuto allora dall'assessore Chisso, per la costruzione di due moli foranei e per garantire l'officiosità della bocca di Barbamarco e quindi mettere in sicurezza il lavoro dei pescatori che utilizzano il Porto di Pila”. E’ l’assessore regionale Isi Coppola a dirlo, facendo presente che il progetto ha infatti superato i necessari "ostacoli" burocratici ed è pronto per essere messo in gara da Sistemi Territoriali. “Ho continuato a tenere alta l'attenzione su questo progetto - aggiunge da parte sua l'assessore veneto all'ambiente Maurizio Conte - ben comprendendone la necessità, che coinvolge vite umane e una forte economia di rilievo non solo polesano, ma veneto. Abbiamo la fortuna, quindi, in questo momento di poter utilizzare gli iter del progetto per intervenire con somma urgenza e risolvere questa emergenza”. Il comune di Porto Tolle ha interessato tramite la pronta segnalazione del Sindaco, Silvano Finotti e dell’assessore alla pesca, Raffaele Crepaldi, la Regione e la Prefettura ed entrambe sono in contatto per coordinare le operazioni per la tempestiva convocazione di un tavolo con i soggetti interessati già nella prossima settimana. I due assessori regionali concludono garantendo “sempre massima allerta per un comparto già provato dalla lunga crisi e chiedendo la consueta collaborazione per risolvere, come in passato, ogni difficoltà, legata a un territorio in continua evoluzione e difficile da prevedere nei suoi mutamenti ambientali. A chi, al posto dei fatti, crede che sia sempre e solo utile alzare allarmismi e polemizzare sulla "sensibilità" della Regione, nel caso la Provincia, rispondiamo con una semplice domanda: gli oltre 170.000 euro provenienti dagli oneri di concessione della pesca, non potevano essere messi, almeno una volta, anche solo con pochi spiccioli, in cofinanziamento per questo ricorrente problema? Magari un po' di bella figura poteva essere condivisa!”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

NUOVE REGOLE PER IL PERMESSO DI SOGGIORNO, PROMOZIONALE DI UN GOVERNO DI SINISTRA A MATRICE CATTOLICA
 

Si eleva lo spirito cattolico e buonista di questo Governo, il quale per voce del Ministro Riccardi non nasconde i veri intenti di Monti e Tecnici a seguito: "bisogna seguire una logica di stabilità per gli immigrati perché il paese sta vivendo un periodo di maturazione e concedere al più presto lo ius solis ai figli degli stranieri". Qui non si tratta più di rientrare nei parametri europei, ne tantomeno di predisporre il provvedimento "spennapaese" per compiacere la Merkel e non fare la fine della Grecia. Queste sono decisioni che stanno in capo alla politica dei partiti, legittimamente delegati dai cittadini a fare scelte anche di ordine morale. Ma veniamo al dispositivo sui permessi di soggiorno: Se da una parte sembrava che Monti recepisse una logica di sforzo comune dove anche gli immigrati avrebbero dovuto contribuire al sollevamento delle casse statali e locali, con questa decisione il Governo si posiziona apertamente tra le fronde sinistre ed il polo di Fini e Rutelli, paradossale pensando che la maggioranza uscita dalle urne e tuttora presente in Parlamento (per non parlare del Senato) è da considerarsi di centrodestra. Pensando dunque ad un risparmio per il richiedente ed un relativo prolungamento dei tempi a chi giova questo provvedimento: esclusivamente agli immigrati i quali potranno rimanere sereni nel nostro Paese anche senza lavorare (e magari delinquendo) indisturbati per due anni anziché uno. Mi riferisco con ovvietà a coloro che vengono nel nostro paese senza buoni intenti, e non sono pochi ! Due anni anziché uno, e pure con lo sconto, promozionale che solo un Governo di sinistra a matrice cattolica avrebbe potuto proporre.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

 

SISTEMAZIONE ARGINALE SELVAZZANO
 

L’argine del Bacchiglione, nella frazione di Tencarola di Selvazzano, da più di due anni tiene alta l’attenzione su una situazione che è divenuta di rischio imminente. Ad intervenire ci pensò l’Assessore regionale all’Ambiente Maurizio Conte compiendo incontri con l'amministrazione e sopralluoghi nell’area golenale alla presenza del Genio Civile di Padova verificando di prima persona il grave stato in cui versava quel tratto d’argine del Bacchiglione. La Golena in questione ha visto l’inaugurazione del nuovo assetto con arredamento urbano nel 2010 e, appena dopo appena una settimana, il nubifragio provocò il cedimento del tratto ciclabile arginale sotto il ponte di Tencarola. L'Assessore Conte in occasione dell'ultimo sopralluogo confermò l'urgenza dell’intervento di messa in sicurezza recependo inoltre la necessità di un’ulteriore azione per il riordino della pista ciclabile arginale collegata”. “L’impegno di questo Assessorato, di concerto col Genio Civile ed il Commissario straordinario Perla Stancari - dichiara l’Assessore regionale Maurizio Conte – è stato quello di recepire e reperire le risorse necessarie da conferire al Genio Civile perché l’opera fosse inserita tra gli interventi di somma urgenza. Ora è il momento di concretizzare gli interventi ”. "Ora che l'iter progettuale e di assegnazione sono arrivati al termine sono partiti i lavori - conclude Conte- le segnalazioni del Sindaco e Amministratori, precise e puntuali, hanno trovato ascolto, questo Ente Regionale anche a fronte di "strette" sul bilancio non vuole disattendere anche le legittime aspettative dei cittadini di Selvazzano".

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

 

SISTEMAZIONE ARGINALE CERVARESE
 

L’argine del Bacchiglione, nel comune di Cervarese, ha tenuto alta l’attenzione su una situazione che è divenuta di rischio imminente. Nell’immediato post alluvione l'Assessore Conte confermò l'urgenza dell’intervento di messa in sicurezza recependo inoltre la necessità di un’ulteriore azione per latri tratti ricadenti nel quadrante sudovest della provincia padovana”. “L’impegno di questo Assessorato, di concerto col Genio Civile ed il Commissario straordinario Perla Stancari - dichiara l’Assessore regionale Maurizio Conte – è stato quello di recepire e reperire le risorse necessarie da conferire al Genio Civile perché l’opera, necessaria nel tratto che va dal capoluogo fin quasi a Montegaldella, fosse inserita tra gli interventi urgenti. Ora è proprio il momento di concretizzare gli interventi ”. "Adesso che l'iter progettuale e di assegnazione sono arrivati al termine sono partiti i lavori - conclude Conte- le segnalazioni del Sindaco e Amministratori, precise e puntuali, hanno trovato ascolto, questo Ente Regionale anche a fronte di "strette" sul bilancio non vuole disattendere anche le legittime aspettative dei cittadini di Cervarese Santa Croce". Con questo intervento è stato prevista anche la pulizia ed il rinforzo del tratto arginale che è una prassi a cui bisogna prestare la massima attenzione”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

 

COMPATIBILITÀ AMBIENTALE FAVOREVOLE PER NUOVO IMPIANTO IDROVORO ALTIPIANO
 

La Giunta veneta, su iniziativa dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte di concerto con il collega alla legge speciale per Venezia Renato Chisso, ha espresso giudizio favorevole di compatibilità ambientale e approvato, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto del nuovo impianto idrovoro nel canale Altipiano, rilasciando contestualmente l’ autorizzazione in materia di tutela dei Beni Paesaggistici. L’intervento in questione è localizzato a monte dell’imbocco della botte a sifone di Conche, nel comune padovano di Codevigo, e il progetto è stato presentato dal Magistrato alle Acque di Venezia. “Nell’adottare il provvedimento – ha spiegato Chisso – la Giunta ha preso atto, facendolo proprio, del parere espresso sull’argomento dalla Commissione Regionale di valutazione d’Impatto Ambientale”. “L’impianto idrovoro – ha aggiunto l’assessore – permetterà di alleggerire la portata che dal canale Altipiano confluisce verso la botte a sifone di Conche, diminuendo le perdite di carico dovute alla presenza del manufatto e, conseguentemente, abbassando il livello idrico nella rete a monte dello stesso, fino a portarli su valori limite tali da garantire il rispetto del “franco” sulla quota degli argini di bonifica”. La capacità massima di sollevamento verso il fiume Brenta sarà di 11 metri cubi d’acqua al secondo, in modo da: divertire l’acqua della laguna di Venezia in casi di particolare carico inquinante; fornire al comprensorio uno strumento per attuare una gestione flessibile attualmente non possibile; evitare le situazioni di sofferenza idraulica verificatesi nel recente passato. Il manufatto sarà realizzato a circa 2 km a monte della botte a sifone, dove il canale Altipiano ed il fiume Brenta presentano la minima distanza tra i rispettivi argini, in località “Volpara”. L’intervento viene realizzato in cofinanziamento della Regione Veneto (2,5 miliobi di euro) e del Magistrato alle Acque (un milione di euro). Sono previsti due stralci di realizzazione dell’opera: nel primo verranno realizzate tutte le opere civili ed elettriche ed installati i due gruppi pompa da 1 mc/sec ed un gruppo pompa da 3 mc/sec. Nel secondo stralcio si prevede l’installazione degli ulteriori 2 gruppi pompa da 3 mc/sec. Le prescrizioni sono tutte riferite alla salvaguardia ambientale e la migliore inserimento nel contesto paesaggistico del manufatto e delle vie di accesso, con la raccomandazione che, nella fase di cantiere in alveo, dovranno essere adottate tutte le precauzioni atte a limitare la torbidità dell’acqua, mentre i lavori stessi dovranno essere portati a termine nel più breve tempo possibile con l’immediato recupero degli ambienti interessati.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

 

SIGLATO IN REGIONE ACCORDO
SU INDENNIZZI PER TERRENI DA DESTINARE ALLA LAMINAZIONE
DELLE PIENE

 

E’ stato firmato oggi a palazzo Balbi, sede della Giunta regionale del Veneto, un importante accordo sul regime degli indennizzi per l’imposizione della servitù di allagamento nell’ambito della realizzazione degli interventi per la laminazione delle piene. In calce al documento le firme dell’assessore all’ambiente Maurizio Conte per la Regione e dei rappresentanti della Federazione Regionale della Coldiretti, della Confederazione Italiana Agricoltori, di Confagricoltura Veneto, dell’Associazione Nazionale Produttori Agricoli, della Confederazione Produttori Agricoli del Veneto, dell’Unione Regionale delle Bonifiche, dell’Unione delle Province del Veneto e dell’Anci Veneto. Scopo dell’accordo è quello di tutelare gli interessi dei proprietari delle superfici interessate e degli imprenditori agricoli, dando certezza dell’equità dell’indennità e della correttezza delle procedure; consentire l’utilizzo delle aree nei tempi coerenti con il programma di esecuzione dell’opera di laminazione; evitare contenziosi inserendo momenti di mediazione e di confronto, consentire l’individuazione dei danni e del relativo indennizzo nel corso della realizzazione dell’opera, stabilire un proficuo rapporto di collaborazione tra l’Autorità asservente ed il soggetto asservito, basato su criteri di equità e trasparenza nel rispetto dei rispettivi ruoli. “Oggi – ha detto Conte – abbiamo raggiunto un obiettivo estremamente rilevante nel cammino per realizzare le necessarie opere di difesa del territorio ed evitare così le gravi conseguenze avuto in occasione dell’alluvione dell’autunno scorso, salvaguardando al contempo gli interessi degli imprenditori agricoli. Abbiamo guardato prima di tutto a salvaguardare il mantenimento dei terreni nella disponibilità degli imprenditori agricoli, fissando al contempo un giusto compenso nell’eventualità e per il tempo in cui fosse necessario utilizzare tali terreni per contrastare gli eventi alluvionali. Ringrazio tutti i firmatari – aggiunge Conte – per la collaborazione e la disponibilità che hanno permesso di centrare questo obiettivo. Salvaguardare i nostri territori da eventi alluvionali – ha concluso – è un impegno di squadra ed oggi questa squadra si è davvero rafforzata”. L’accordo comprende i criteri con i quali calcolare gli indennizzi, in caso di occupazione temporanea o definitiva; ne demanda la determinazione ad un collegio di periti; individua le modalità di pagamento delle indennità; definisce una serie di impegni reciproci nel sostenere e diffondere i contenuti dell’accordo.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

 

PIRON DIMETTITI
 

Per fortuna di alunni ed insegnanti la mortificazione si trova solo nell’assessorato alle Politiche scolastiche del Comune. Un giudizio come quello espresso da Piron nei confronti degli insegnanti è inappropriato ed offensivo, è come se Carrai, con la delega alla Sicurezza, si fosse permesso di bacchettare gli Agenti di Polizia Municipale avvallando la mortificazione degli automobilisti nel ricevere sanzioni elevate a fronte di comportamenti stradali scorretti. Una triste pagina della politica padovana che a mio avviso dovrebbe concludersi con le dimissioni dell’Assessore stesso. Piron parla di mortificazione ed umiliazione degli studenti nel ricevere votazioni basse. Uno scempio per un amministrazione locale che “boccia” gli insegnanti della Città che non concedono a priori un giudizio elevato. Piron con questa sua gelida sparata catapulta Padova negli anni ’70, dove il 6 politico riempiva gli slogan di piazza e dove il principio meritocratico diveniva un valore su cui soprassedere. Istituzione del registro delle coppie di fatto, testamento biologico, consiglieri comunali stranieri eletti al di fuori delle elezioni amministrative, ed ora questa amministrazione si sente in diritto di mettere alla gogna il corpo docente cittadino facendo capire che il loro mestiere lo fanno male: più che all’etica, alla morale e all’educazione professionale è il caso che Zanonato & C si occupino dei propri cittadini, magari anche di quelli che a Padova sono nati. Esprimo perciò piena solidarietà a tutti gli insegnanti infangati dal delirio di onnipotenza di questo Assessore Comunale che però si sente più un Ministro. E’ la selezione che fa emergere gli alunni migliori, il voto basso (visto che esiste ci sarà pure un motivo) serve a colpire la coscienza dello studente in previsione di una reazione produttiva, la linea di Piron è quanto di più antieducativo si potesse esprimere.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

 

LIBERALIZZAZIONI: EMEDAMENTI SOCIETA’ RIFIUTI VENETE;
CONTE “LI SOSTERREMO ANCHE
A LIVELLO NAZIONALE”

 

“E’ un mio preciso impegno portare al livello più alto le proposte emendative al decreto liberalizzazioni presentate oggi dagli Enti gestori veneti della raccolta dei rifiuti. Siamo anche pronti a sostenerle al tavolo della Conferenza delle Regioni, della quale chiederemo un’apposita convocazione”. Lo ha detto l’assessore regionale all’ambiente Maurizio Conte, partecipando oggi in Consiglio regionale, alla conferenza stampa con la quale le principali società partecipate che si occupano della raccolta di rifiuti in Veneto hanno chiesto a gran voce una modifica al decreto nazionale sulle liberalizzazioni. “Allargando al Consiglio regionale questa iniziativa – ha aggiunto Conte – rafforziamo anche la coscienza e la consapevolezza politica di un problema che, aldilà delle appartenenze partitiche, va affrontato guardando esclusivamente a quanto è meglio per il territorio e per la qualità del servizio”. “Con l’attuale organizzazione che verrebbe messa in crisi se passassero certi contenuti delle liberalizzazioni in materia di rifiuti – ha aggiunto Conte – il Veneto è da tempo la miglior Regione d’Italia nella gestione della raccolta differenziata dei rifiuti e difenderemo questo nostro primato in ogni forma possibile. Il modello vincente che ci ha portato a raggiungere il 70-80% di raccolta differenziata, pesando meno sulle tasche dei cittadini e aiutando l’ambiente – ha aggiunto – è quello attuale”. “Si tratta – conclude Conte – di esperienze virtuose, che favoriscono l’occupazione e la crescita in Veneto di una vera e propria new economy del riciclo”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

 

calendario
martedì 6
marzo
ore 10:30
Consiglio Regionale Veneto  
martedì 6
marzo
ore 20:30
Incontro pubblico: cosa aspettarci dalle nuove tasse sugli immobili? Sala Pubblica, Comune Santa Giustina in Colle (PD)
mercoledì 7
marzo
ore 10:30
Consiglio Regionale Veneto  
giovedì 8
marzo
ore 10:30
Consiglio Regionale Veneto  
venerdì 9
marzo
ore 10:30
Consiglio Regionale Veneto  
venerdì 9
marzo
ore 20:00
Fiaccolata contro
il Governo Monti
Stazione
F.S. Belluno
sabato 10
marzo
ore 9:30
Inaugurazione
Ecocentro Mestrino
Via Dante
Mestrino (PD)

Hai un account google?
Ricevi il google calendar di Maurizio Conte 
 

 

   
Video Maurizio Conte youtube
Clicca qui per visualizzare il filmato
Intervista sul Piano di Gestione Rischio Alluvioni nel Veneto
Clicca qui per visualizzare il filmato
2011 Un anno di attività dell'assessorato
regionale all'ambiente e delle relative strutture
Clicca qui per visualizzare il filmato
Asterisco Informazioni - Un anno di attività dell'assessorato
regionale all'ambiente e delle relative strutture
Clicca qui per visualizzare il filmato
Filmato Consegna del titolo di Città a San Martino
di Lupari da parte del Ministro Roberto Maroni

 

Spot Lega Nord Veneto youtube
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Veneto alluvionato
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Interventi contro la disoccupazione
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Nuove imprese giovanili, Veneto
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Aiutiamo l'economia a ripartire
   

Incontri sul territorio

archiviofoto
archiviofoto

Venerdì 24 febbraio
Incontro pubblico con on. Roberto Maroni a Vigonza (PD)- Presentazione campagna elettorale Lega Nord Vigonza

archiviofoto

Venerdì 24 febbraio
Conferenza stampa La scelta di avere una scelta

archiviofoto

Venerdì 24 febbraio
Accordo di programma con le associazioni di categoria
del mondo agricolo servitù di allagamento

archiviofoto

Venerdì 2 febbraio
Incontro delegazione OCSE Crescita verde attività produttive, ricerca e protezione dell’ambiente a livello locale

archiviofoto

Lunedì 30 gennaio
Potenziamento dell'Impianto Idrovoro di Voltabarozzo (PD)

archiviofoto

Domenica 29 gennaio
Presentazione candidatura Sindaco Tosi

archiviofoto

Lunedì 23 gennaio
Conferenza organizzativa Unione Veneta Bonifiche

archiviofoto

Domenica 22 gennaio
Manifestazione Lega Nord Milano

archiviofoto

Martedì 20 dicembre
Firma protocollo d'Intesa con Comando Carabinieri
per la Tutela dell'Ambiente Gruppo T.A. di Treviso

archiviofoto

Lunedì 19 dicembre
Un anno di attività dell'assessorato regionale
all'ambiente e delle relative strutture

archiviofoto

Martedì 13 dicembre
25.mo anniversario servizi forestali

archiviofoto

Sabato 12 novembre
Consegna titolo di CITTA' a S.Martino di Lupari
dal Ministro Roberto Maroni

 

Opportunità finanziarie, concorsi regionali e B.U.R.

Di seguito, in aggiornamento, il notiziario delle opportunità finanziarie per l'anno 2010. Si rammenta che le novità sono evidenziate in giallo. Si sottolinea, infine, per maggior comprensione, che il file relativo delle opportunità finanziarie è stato suddiviso tra bandi pubblici e privati.

Lo scopo di queste mail sarà esclusivamente  di carattere informativo verso tutte le attività della Giunta e del Consiglio Regionale nonché su argomenti inerenti la politica locale e nazionale. Come cadenza di invio mi aspetto di non superare 1-2 mail al mese. Vi ricordo che questo sarà un ulteriore strumento  per recepire dai lettori consigli, suggerimenti e richieste. Gli indirizzi e-mail a cui viene spedita questa comunicazione provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio, o pubblicati in Internet, o da contatti personali. In ottemperanza alla vigente normativa sul trattamento dei dati personali, in ogni momento è possibile esercitare tutti i diritti previsti inclusa la richiesta di modifica o cancellazione dei dati presenti nell’archivio. Nel caso le nostre comunicazioni non fossero di vostro interesse o gradimento è possibile effettuare la cancellazione del proprio indirizzo e-mail dalla lista di distribuzione cliccando qui.

Non vedi bene questa mail? Guardala nel browser.