Newsletter Assessore all'Ambiente Regione Veneto Maurizio Conte
Assessore all'Ambiente Regione Veneto
 Seguimi su
facebooktwitter youtube
editoriale

 Leggi l'ultima copia de
"La Voce della Gente Veneta"

news

notizie

A PADOVA PD E IDV ORGANIZZANO LE RONDE MA SI RACCOMANDANO: "NON CHIAMATELE COSI' "

notizie

LA CONSULTA SANITA' DEL PD PADOVANO NON VUOLE PIU' IL NUOVO OSPEDALE: CON CHI STIAMO INTERLOQUENDO? E DI COSA?

notizie

FIRMATA CONVENZIONE PER CASSA DI ESPANSIONE SU AGNO-GUA’

notizie

SICCITA’. CONTE, SI VA VERSO PROCLAMAZIONE STATO DI CRISI IN VENETO

notizie

CONTE, FINANZIATI INTERVENTI DI DIFESA TERRITORIO E LITORALI

Incontri pubblici calendario
Opportunità finanziarie e concorsi regionali
Visita il mio sito web homepage
Scrivimi una mail mail
archiviofoto

 Raccolta fotografica
WEB

 
incontri nel territorio

 Raccolta fotografica
divisa per comune

Calendario incontri Web
Collegamenti
solealpi Lega Nord
solealpi Lega Nord Veneto
solealpi Lega Nord Padova
solealpi Movimento Giovani Padani
solealpi Radio Padania
solealpi Tele Padania

A PADOVA PD E IDV ORGANIZZANO LE RONDE MA SI RACCOMANDANO:
"NON CHIAMATELE COSI' "

 

“In questo modo si potranno evitare tentazioni propagandistiche che in questi anni hanno determinato diversi errori come le ronde” era così che Flavio Zanonato si esprimeva in un comunicato assieme ad altri Sindaci dell’ANCI per giustificare il diniego all’incontro sulla sicurezza organizzato dall’allora Ministro Maroni. Non mi è chiara l’attività programmata da Partito Democratico e Italia dei Valori che con Rossi e Pipitone intendono scendere per strada nelle aree più delicate di Padova a fianco della Polizia. A parte che dovranno scarpinare per tutta la città in quanto non è rimasta zona che non sia frequentata da delinquenti o clandestini, centro storico compreso, mi auguro che la presenza delle forze dell’ordine non sia il punto di riferimento per questo tipo di attività, in quanto per la malfatta iniziativa che scimmiotta il Carroccio non possono e non devono essere impegnati agenti che sarebbero altrimenti impegnati a proteggere il territorio lasciato incautamente da anni in mano alla criminalità e all’abusivismo dal Sindaco rosso. Le sconsiderate sparate di questa amministrazione sulla sicurezza lasciano ormai basiti, dopo l’accanimento contro Maroni o dopo la finta collaborazione tutt’altro che credibile ottenuta grazie all’aiuto della comunità nigeriana che avrebbe dovuto risolvere almeno una parte delle questioni legate alla sicurezza per questa etnia, le boutade della sinistra padovana risultano ardue in fatto di credibilità. L’estemporaneità degli annunci lasciano sempre campo all’accoglienza più scoordinata ed ideologica. Dopo tutti gli attacchi subiti dalla Lega Nord da questa parte della politica sulle cosiddette ronde è difficile non sorridere agli incisi di Rossi che pretende di fare le ronde (per altro regolarizzate da un provvedimento legislativo) chiamandole passeggiate, la campagna elettorale per i due candidati a Sindaco, Ruzzante e Rossi, sta per entrare nel vivo, consiglio loro più attenzione per non scivolare nella ridicola incoerenza.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

LA CONSULTA SANITA' DEL PD PADOVANO NON VUOLE PIU' IL NUOVO OSPEDALE: CON CHI STIAMO INTERLOQUENDO? E DI COSA?
 

Sulla partita del nuovo ospedale a Padova pareva che il punto d’equilibrio tra gli attori pubblici fosse stato raggiunto, le Istituzioni, attraversando piccole e fisiologiche turbolenze nel confronto, erano finalmente riuscite a fare sintesi. Ma ora il Partito Democratico patavino, con il Circolo della Sanità provinciale, mette in dubbio le certezze fino ad ora conquistate, trovando incomprensibile il dialogo tra le parti politiche ed amministrative e insinuando speculazione edilizia e mancanza di trasparenza in fase di realizzazione. Capisco che il partito di Bersani raccolga diverse anime, ma Piacentini della consulta bersaniana e il collega di Partito Zanonato non potevano avanzare queste osservazioni politiche con un po’ più di sollecitudine. Ormai la direzione è tracciata e per fortuna sarà la Regione Veneto a fare da protagonista in questa partita, per fortuna con il Governatore Zaia e l’Assessore Coletto aggiungo sospirando. Se il filotto fosse arrivato in epoca Galaniana per quest’opera sarebbero state investite quasi il doppio delle risorse necessarie per realizzare l’attuale progetto e, al tempo, nessuno sollevò osservazioni sulla sostenibilità economica, ora che si è pensato ad un opera compatibile ai bilanci il PD vuole sapere da dove ricaveremo i denari. Sindaco Zanonato, preso atto che l’interlocutore politico è dissociato da quello amministrativo chiarisca la posizione della sua formazione visto che la Consulta della Sanità è voce autorevole e legittimata anche nel confronto con le altre forze politiche.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto Lega Nord

 

ASSESSORE REGIONALE CONTE: FIRMATA CONVENZIONE PER CASSA DI ESPANSIONE SU AGNO-GUA’
 

E’ stata firmata oggi, presso il municipio di Montagnana (Padova), la convenzione che regola i rapporti tra la Regione del Veneto e il Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta per la realizzazione della cassa di espansione sull'Agno-Guà in un’area compresa tra i Comuni di Trissino ed Arzignano nel vicentino. Il documento è stato sottoscritto dall’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo e dal presidente del consorzio, a cui sono state assegnate le funzioni di soggetto realizzatore delle opere. Insieme al sindaco di Montagnana, era presenti molti degli amministratori dei 29 comuni delle province di Padova. Vicenza e Verona interessati dall’intervento finalizzato a dare maggiore efficienza alla rete idraulica e ridurre il corrispondente rischio di esondazioni. Il progetto prevede la messa in sicurezza del fiume Agno-Guà adeguando i bacini demaniali di Trissino e Tezze con la realizzazione di un invaso per la laminazione delle piene suddiviso in un bacino a monte e uno a valle. Superata l’emergenza conseguente agli eventi alluvionali di ottobre-novembre 2010 – ha sottolineato l’assessore – inizia ora la fase di realizzazione delle opere idrauliche, dovendo scontare però il forte ritardo di decenni di “non-azione” in questo campo. Questa prima cassa di espansione è un’opera significativa che avrà un costo di circa 45 milioni di euro. Una decina di milioni di euro saranno recuperati con l’asporto dei materiali inerti. Altri 25 milioni sono disponibili a valere su parte delle risorse già assegnate alla Regione del Veneto nel cosiddetto Decreto Mille proroghe del dicembre 2010. Il quadro finanziario sarà completato in corso d’opera, non appena definite le risorse a livello europeo. Si spera di far partire nel più breve tempo possibile anche ltra la cassa di espansione di Caldogno, già approvata dalla giunta regionale. L’assessore ha ricordato inoltre che il bilancio della Regione stanzia 50 milioni di euro l’anno fino al 2014 per la sicurezza idrogeologica, “che per noi è una priorità”. L’intervento che sarà realizzata in base alla convenzione firmata oggi interessa la sicurezza idraulica dei comuni di Recoaro Terme, Valdagno, Cornedo Vicentino, Castelgomberto, Trissino, Brogliano, Arzignano, Montecchio Maggiore, Montebello Vicentino, Sarego, Lonigo, Montorso, Zermeneghedo, Poiana Maggiore, Noventa Vicentina, Zimella, Cologna Veneta, Pressana, Roveredo di Guà, Montagnana, Saletto, Lozzo Atestino, Este, Ospedaletto Euganeo, Vighizzolo d’Este, Carceri, Vescovana, Stanghella, Sant’Urbano.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

SICCITA’. CONTE, SI VA VERSO PROCLAMAZIONE STATO
DI CRISI IN VENETO

 

Si sta procedendo sulla strada dell’emanazione di un provvedimento del Presidente della Regione che proclami lo stato di grave sofferenza idrica a causa della perdurante situazione di siccità sulla rete idrografica veneta, con l’individuazione delle azioni da intraprendere nell’immediato. L’indicazione è venuta dal tavolo convocato a Palazzo Balbi a Venezia dall’assessore regionale all’ambiente e al ciclo dell’acqua, a cui hanno partecipato i rappresentanti di tutti i consorzi di bonifica, delle autorità di bacino regionali e interregionali, degli enti gestori degli impianti idroelettrici. L’assessore ha ribadito che la situazione è già particolarmente pesante e non potrà che peggiorare nei prossimi giorni, in quanto non sono previste a breve precipitazioni piovose. Il provvedimento in fase di definizione indicherà gli interventi possibili. “Stiamo lavorando al piano contro il rischio di allagamenti causati da eventi alluvionali – ha aggiunto – ma dovremo pensare ad un piano per affrontare i ricorrenti periodi di siccità, in cui anche le casse di espansione potrebbero tornare utili”. Tra gli interventi strutturali si è convenuto di dare priorità al potenziamento della barriera contro la risalita del cuneo salino sull’Adige. Per quanto riguarda le azioni che saranno inserite nel provvedimento del Presidente della Regione, in base alla specificità di ogni singolo bacino, sarà prevista la riduzione dei valori del deflusso minimo vitale, previsti dalla Norme tecniche di attuazione del Piano di Tutela delle Acque, accompagnata dalla contestuale riduzione dei prelievi irrigui o dalla turnazione nell’ambito dell’operatività dei singoli consorzi di bonifica; i soggetti gestori degli invasi idroelettrici dei bacini montani dovranno trattenere integralmente le risorse idriche così risparmiate nei serbatoi, allo scopo di renderla disponibile nel periodo estivo. L’ARPAV verificherà le effettive portate prelevate e effettuerà i necessari periodici controlli sulla situazione generale. Per il bacino del fiume Piave le procedure sono già fissate dal Piano stralcio di gestione della risorsa idrica, a cui si è fatto ricorso anche in passato. L’assessore ha fatto presente che l’applicazione di queste misure avrà effetto sull’intero sistema di gestione dell’acqua, compreso il recupero dei livelli delle falde idriche sotterranee anche mediante il risparmio idrico dei prelievi e il controllo sull’uso della risorsa, a beneficio principalmente degli impianti acquedottistici e dei prelievi attraverso pozzi da falde di qualità. Non appena emanato il provvedimento del Veneto sarà notificato alla Protezione Civile nazionale, in modo da poter ottenere eventuali deroghe alle procedure per la realizzazione di interventi strutturali, che consentano tempistiche ridotte.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

CONTE, FINANZIATI INTERVENTI DI DIFESA TERRITORIO E LITORALI
 

Oltre a vedere confermata la priorità della difesa idrogeologica, nella legge finanziaria 2012 con il maxiemandamento della giunta regionale sono stati stanziati altri due milioni di euro per la salvaguardia idraulica del Delta del Po assegnati ai consorzi di bonifica polesani per le operazioni di pompaggio delle acque e un milione di euro per il ripascimento delle spiagge. L’assessore all’ambiente e alla difesa del suolo commenta positivamente l’approvazione da parte del consiglio di queste ulteriori assegnazioni di fondi destinati alla realizzazione di interventi di difesa dei litorali e del territorio. “Sono interventi – aggiunge – che diventano parte integrante delle attività già avviate dalla Regione nelle precedenti annualità per la riqualificazione ambientale e per il riordino delle opere di difesa delle fasce costiere e delle foci fluviali”. “In particolare gli interventi di ripascimento – conclude l’assessore - risultano di rilevante importanza in funzione dei ripristino dei litorali soggetti ad erosione in vista della ormai prossima stagione turistica”.

Maurizio Conte
Assessore Regionale Veneto all'Ambiente

 

 

calendario
lunedì 2
aprile
ore 19:15
Con il Presidente Zaia a sostegno del Candidato Sindaco Roberto Caon Teatro Comunale, Piazza Zanella, Vigonza (PD)

Hai un account google?
Ricevi il google calendar di Maurizio Conte 
 

 

   
Video Maurizio Conte youtube
Clicca qui per visualizzare il filmato
Intervista sul Piano di Gestione Rischio Alluvioni nel Veneto
Clicca qui per visualizzare il filmato
2011 Un anno di attività dell'assessorato
regionale all'ambiente e delle relative strutture
Clicca qui per visualizzare il filmato
Asterisco Informazioni - Un anno di attività dell'assessorato
regionale all'ambiente e delle relative strutture
Clicca qui per visualizzare il filmato
Filmato Consegna del titolo di Città a San Martino
di Lupari da parte del Ministro Roberto Maroni

 

Spot Lega Nord Veneto youtube
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Veneto alluvionato
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Interventi contro la disoccupazione
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Nuove imprese giovanili, Veneto
 
Clicca qui per visualizzare il filmato
Spot Lega Nord Veneto - Aiutiamo l'economia a ripartire
   

Incontri sul territorio

archiviofoto
archiviofoto

Mercoledì 28 marzo
Firma convenzione regolante i rapporti tra la regione veneto e il consorzio di bonifica alta pianura veneta per la realizzazione della cassa di espansione sull'Agno-Guà
nei comuni di Trissino ed Arzignano

archiviofoto

Martedì 27 marzo
Riunione per problematica siccità con consorzi di bonifica

archiviofoto

Domenica 25 marzo
21esima puntata "A Scotadeo"

archiviofoto

Mercoledì 21 marzo
Conferenza Stampa "La qualità delle acque di Balneazione nel Veneto" anno 2012

archiviofoto

Lunedì 19 marzo
Convegno CRITICITA' D'IMPRESA e NUOVE IMPOSIZIONI FISCALI

archiviofoto

Sabato 17 marzo
Parlamento della Padania

archiviofoto

Martedì 13 marzo
Incontro Unione Veneta Bonifiche e Unione Bonifiche Friulane

archiviofoto

Martedì 13 marzo
Conferenza Stampa Riordino Consorzio di Bonifica

archiviofoto

Lunedì 5 marzo
Conferenza stampa realizzazione di due casse di espansione nel territorio vicentino

archiviofoto

Venerdì 24 febbraio
Incontro pubblico con on. Roberto Maroni a Vigonza (PD)- Presentazione campagna elettorale Lega Nord Vigonza

archiviofoto

Venerdì 24 febbraio
Conferenza stampa La scelta di avere una scelta

archiviofoto

Venerdì 24 febbraio
Accordo di programma con le associazioni di categoria
del mondo agricolo servitù di allagamento

archiviofoto

Venerdì 2 febbraio
Incontro delegazione OCSE Crescita verde attività produttive, ricerca e protezione dell’ambiente a livello locale

archiviofoto

Lunedì 30 gennaio
Potenziamento dell'Impianto Idrovoro di Voltabarozzo (PD)

archiviofoto

Domenica 29 gennaio
Presentazione candidatura Sindaco Tosi

archiviofoto

Lunedì 23 gennaio
Conferenza organizzativa Unione Veneta Bonifiche

 

Opportunità finanziarie, concorsi regionali e B.U.R.

Di seguito, in aggiornamento, il notiziario delle opportunità finanziarie per l'anno 2010. Si rammenta che le novità sono evidenziate in giallo. Si sottolinea, infine, per maggior comprensione, che il file relativo delle opportunità finanziarie è stato suddiviso tra bandi pubblici e privati.

Lo scopo di queste mail sarà esclusivamente  di carattere informativo verso tutte le attività della Giunta e del Consiglio Regionale nonché su argomenti inerenti la politica locale e nazionale. Come cadenza di invio mi aspetto di non superare 1-2 mail al mese. Vi ricordo che questo sarà un ulteriore strumento  per recepire dai lettori consigli, suggerimenti e richieste. Gli indirizzi e-mail a cui viene spedita questa comunicazione provengono da elenchi e servizi di pubblico dominio, o pubblicati in Internet, o da contatti personali. In ottemperanza alla vigente normativa sul trattamento dei dati personali, in ogni momento è possibile esercitare tutti i diritti previsti inclusa la richiesta di modifica o cancellazione dei dati presenti nell’archivio. Nel caso le nostre comunicazioni non fossero di vostro interesse o gradimento è possibile effettuare la cancellazione del proprio indirizzo e-mail dalla lista di distribuzione cliccando qui.

Non vedi bene questa mail? Guardala nel browser.