Ambiente – Conte (FI-VpA): “Ex fabbrica C&C di Pernumia: concesso un ulteriore contributo di 5 milioni di euro per proseguire con lo smaltimento delle migliaia di tonnellate di rifiuti pericolosi”

(Arv) Venezia 30 lug. 2019 –      “Accolgo con estremo favore – dichiara il Consigliere regionale Maurizio Conte, Presidente del Gruppo consiliare Forza Italia-Veneto per l’Autonomia ed ex Assessore regionale all’Ambiente – l’ulteriore contributo di 5 milioni di euro concesso in data odierna dalla Giunta regionale con propria delibera avente ad oggetto “Riallocazione delle risorse finanziarie rese disponibili a valere sui finanziamenti della Legge Speciale per Venezia di competenza regionale, dall’accertamento di economie e dalla revoca di precedenti assegnazioni relative ad interventi non realizzati. Proposta di riparto. Art. 4, comma 1, L.R. n. 17/1990” da destinare alla rimozione dei rimanenti rifiuti pericolosi ancora giacenti presso il sito dell’ex stabilimento C&C a Pernumia”.

“Ricordo – continua Conte – che nell’area erano presenti circa 50.000 tonnellate di materiali pericolosi abbandonati dalla ditta C&C all’interno di capannoni dismessi. Il sito è inserito nell’elenco dei siti da bonificare “di interesse regionale”. La Giunta regionale, ancora nel 2014, su mia iniziativa, aveva stanziato la somma di 1.500.000,00 euro a favore del Comune di Pernumia finalizzata  a procedere all’allontanamento dei residui e ad una prima bonifica del sito, tenuto conto che il totale smaltimento dei rifiuti necessita di una somma stimata in 10.000.000,00 euro. Questo finanziamento è conseguenza dell’impegno e della tenacia dei Sindaci dei tre Comuni interessati, Pernumia, Battaglia Terme e Due Carrare, che hanno continuato costantemente a chiedere un fattivo interessamento da parte della Regione Veneto nei confronti del proprio territorio, a tutela della salute pubblica. Non ultima la lettera inviata in questi giorni dal Sindaco di Pernumia Luciano Simonetto all’Assessore regionale Roberto Marcato e a tutti i Consiglieri regionali della Provincia di Padova, per sostenere l’importanza di nuove risorse utili a completare la bonifica del sito”.

“Conoscendo la problematica che ho costantemente affrontato con gli amministratori locali – conclude Conte – ho presentato in più occasioni proposte emendative in Consiglio regionale, evidenziato all’assessore Marcato la necessità di recuperare tali risorse proprio nell’ambito dei fondi per la bonifica previsti dalla Legge Speciale per Venezia. Oggi possiamo, quindi, ringraziare l’assessore Marcato per la delibera odierna che riconosce la necessità di stanziare questi rilevanti fondi. Adesso è necessario non perdere tempo in ulteriori lungaggini amministrative, ed impegnare il prima possibile quanto stanziato dalla Giunta regionale per la bonifica dell’area dell’ex stabilimento della C&C”.

Ti potrebbero interessare anche

L’emergenza coronavirus ha di fatto confermato nuovamente, e aggiungo, per l’ennesima volta, il “modello Veneto”. Una Regione e un Popolo che hanno saputo dimostrare unità e responsabilità, effettuando scelte non
L’emergenza coronavirus ha di fatto confermato nuovamente, e aggiungo, per l’ennesima volta, il “modello Veneto”. Una Regione e un Popolo che hanno saputo dimostrare unità e responsabilità, effettuando scelte non
“Esprimo la piena solidarietà e vicinanza a tutti i settori produttivi, del commercio, del turismo, della ristorazione, al mondo delle professioni e al popolo delle Partite Iva, agli operatori dello
“Maggiori opportunità e attenzione per le micro e piccole imprese venete. È sostanzialmente questo l’obiettivo della Mozione che ho presentato ieri in Consiglio e approvata all’unanimità, quarantasette consiglieri presenti, e