Ambiente – Conte (Fi-VpA): “Sul caso Sesa spa Zaia mobiliti subito l’Arpav per verificare livelli di inquinamento e dare risposte ai cittadini”

(Arv) Venezia, 12 giu. 2019   –  “Bisogna far chiarezza e dare giuste rassicurazioni ai cittadini: sul caso Sesa Spa e l’ipotizzato sversamento nei terreni della Bassa padovana di compost caratterizzato da elevate quote di plastica e metalli pesanti non bisogna perdere tempo e considerata la missione dell’Arpav e le professionalità che può mettere in campo, la Giunta regionale deve dare mandato pieno alla propria agenzia per effettuare gli opportuni controlli”. Maurizio Conte, consigliere regionale di Forza Italia-Veneto per l’Autonomia non ha dubbi: “L’inchiesta della rivista on-line Fantpage.it ha messo in luce che nella campagna atestina viene scaricato una quantità di compost al ritmo di 25 bilici all’ora. Dalle analisi emerge la presenza di vetro, plastiche, idrocarburi pesanti e metalli quali zinco e rame. Parliamo di inerti che rimangono a lungo nel terreno: per decomporre le plastiche, a seconda della tipologia, servono da 100 a mille anni anche se una bottiglia di plastica non si degrada mai  completamente. I vetri hanno durata di vita lunghissime. Se lo sversamento venisse confermato, saremmo in presenza di un inquinamento in grado di segnare la campagna di Este per secoli se non si interviene. Ecco perché chiedo che la Giunta regionale mobiliti immediatamente l’Arpav tra le cui funzioni ci sono la prevenzione, il controllo e monitoraggio delle fonti di pressione ambientali determinate dall’attività umana. Tenendo conto il peso dell’ente locale nella società Sesa Spa e che istituzionalmente l’Arpav ha anche lo scopo di prestare supporto tecnico alla Pubblica amministrazione, vediamo come ci siano tutti i presupposti per una azione decisa e chiarificatrice. Non traggo di certo conclusioni affrettate, ma le verifiche ambientali in questo caso sono più che motivate e devono essere tese alla tutela della salute pubblica e alla difesa del patrimonio ambientale. Mi metto nei panni dei cittadini che abitano in aree prossime alla Sesa Spa: sono i primi ad aver bisogno di risposte, ma non sono gli unici: dal Comune di Este fino a noi tutti abbiamo il diritto di sapere cosa è accaduto.”

Ti potrebbero interessare anche

L’emergenza coronavirus ha di fatto confermato nuovamente, e aggiungo, per l’ennesima volta, il “modello Veneto”. Una Regione e un Popolo che hanno saputo dimostrare unità e responsabilità, effettuando scelte non
L’emergenza coronavirus ha di fatto confermato nuovamente, e aggiungo, per l’ennesima volta, il “modello Veneto”. Una Regione e un Popolo che hanno saputo dimostrare unità e responsabilità, effettuando scelte non
“Esprimo la piena solidarietà e vicinanza a tutti i settori produttivi, del commercio, del turismo, della ristorazione, al mondo delle professioni e al popolo delle Partite Iva, agli operatori dello
“Maggiori opportunità e attenzione per le micro e piccole imprese venete. È sostanzialmente questo l’obiettivo della Mozione che ho presentato ieri in Consiglio e approvata all’unanimità, quarantasette consiglieri presenti, e