Sanità – Conte (FI – VpA): “Emergenza medici nel pronto soccorso nel Padovano: la Giunta dia seguito alle proposte ANAAO-ASSOMED”

(Arv) Venezia 5 lug. 2019  – “Ho depositato  una interrogazione sull’emergenza dei medici nei pronto soccorso delle Ulss padovane” Il consigliere Maurizio Conte (FI-VpA)  spiega così l’inziativa con cui chiede  alla Giunta regionale “precise risposte. Non è pensabile che, sebbene in via temporanea,  il pronto soccorso venga affidato a cooperative di medici, con l’impiego di professionisti  che non è detto siano tutti in possesso della specializzazione in Medicina e chirurgia di accettazione e d’Urgenza. Si stima in almeno 120 unità la carenza di medici di Pronto soccorso nel padovano mentre sappiamo che il sindacato di categoria Anaao-Assomed ha presentato delle proposte costruttive sul tema. Nella mia interrogazione –  continua Conte – chiedo specificatamente alla Giunta innanzitutto quali misure intende adottare per garantire le prestazioni erogate dal servizio di Pronto Soccorso senza comprometterne la qualità, garantendo la migliore assistenza possibile agli utilizzatori del servizio. In secondo luogo voglio sapere  quali provvedimenti  verranno persi per tutelare la professionalità medica e il lavoro d’equipe degli stessi e se e come intende dare seguito alle proposte avanzate dal sindacato di categoria Anaao-Assomed. Non da ultimo, infine, un altro punto fondamentale: bisogna che la giunta spieghi come intende fronteggiare questa emergenza di una carenza di professionisti preparati affinché  non diventi cronica e non si estenda anche nelle altre Ulss”

Ti potrebbero interessare anche

L’emergenza coronavirus ha di fatto confermato nuovamente, e aggiungo, per l’ennesima volta, il “modello Veneto”. Una Regione e un Popolo che hanno saputo dimostrare unità e responsabilità, effettuando scelte non
L’emergenza coronavirus ha di fatto confermato nuovamente, e aggiungo, per l’ennesima volta, il “modello Veneto”. Una Regione e un Popolo che hanno saputo dimostrare unità e responsabilità, effettuando scelte non
“Esprimo la piena solidarietà e vicinanza a tutti i settori produttivi, del commercio, del turismo, della ristorazione, al mondo delle professioni e al popolo delle Partite Iva, agli operatori dello
“Maggiori opportunità e attenzione per le micro e piccole imprese venete. È sostanzialmente questo l’obiettivo della Mozione che ho presentato ieri in Consiglio e approvata all’unanimità, quarantasette consiglieri presenti, e